Genova, affitti in nero, giro di vite di Tursi

0
8

Il Comune firma l’accordo con l’Agenzia delle Entrate con l’obiettivo di combattere l’evasione e scovare chi dà in locazione appartamenti ai clandestini nel centro storico o permette la nascita di laboratori del falso e basi per la produzione e lo spaccio della droga. Tursi avrebbe già pronta una prima black list di "sospettati". Per "scovare" gli irregolari, è sufficiente incrociare banche dati. Perché il Comune custodisce un patrimonio di informazioni – tributi locali, urbanistica, commercio, fino alle rette degli asili – che per l’Agenzia delle Entrate possono essere dei tasselli mancanti. "Imu, Tasi, Isee, tutto può servire per rimettere ordine a una situazione che negli anni è sfuggita di mano". Lo scambio di informazioni con l’Agenzia delle Entrate sarà periodico. «Ci incontreremo una volta al mese, poi se ci sono situazioni su cui si deve agire velocemente, i tempi saranno ancora più stretti. Tutte le situazioni verranno scremate e valutate». Il Comune, con la collaborazione dell’Agenzia delle Entrate, nell’ultimo anno ha recuperato quasi un milione: è tra i Comuni più virtuosi nella lotta all’evasione erariale, secondo solo a Milano in termini assoluti di incasso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here