Condannato per istigazione a terrorismo, concessi domiciliari

0
157

Il processo ha stabilito che istigava a compiere attentati terroristici, con un proselitismo online martellante ed era contiguo all’ Isis. Anche dopo il verdetto d’ appello i magistrati hanno stabilito che, una volta espiata la pena, dev’ essere espulso dall’ Italia. Nei giorni scorsi, però, la Corte d’ appello di Genova ha deciso un cittadino egiziano di 37 anni, ex operaio ritenuto componente d’ una cellula fondamentalista che agiva perlopiù in Liguria, potrà scontare ciò che gli resta della pena, un anno e mezzo circa, ai domiciliari nella sua abitazione di Cassano d’ Adda in provincia di Milano. L’uomo era stato arrestato verso la fine del 2016. Sul caso hanno avviato un’ indagine i carabineri del Ros, per ottenere l’ allontanamento attraverso il ministero dell’ Interno, con un provvedimento "per la tutela della sicurezza".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here