Le recenti vicende che hanno drammaticamente interessato Genova e la Liguria, dal crollo di Ponte Morandi alla devastazione provocata dalla tempesta di fine ottobre, hanno ulteriormente acuito le già molte problematiche di mobilità sul territorio.

E’ il momento di operare scelte urgenti e di avviare nuovi progetti e investimenti sul tema della viabilità e della mobilità stradale, ferroviaria, acquatica per permettere a Genova e alla Liguria di non dipendere da poche e fragili infrastrutture.

Quali sono gli interventi e le scelte, che proponi sul tema della mobilità urbana ed extraurbana Genova e sul territorio ligure?

Con la tua partecipazione puoi vincere ogni giorno gli splendidi orologi coloratiTooLate e tanti  biglietti omaggio per la mostra I Macchiaioli al Palazzo della Meridiana di Genova, e Paganini Rockstar a Palazzo Ducale.

Scrivi la tua proposta nello spazio sottostante  

 

5 Commenti

  1. Premesso che la mobilità si poteva ottenere con linee di funicolari ed ascensori, ma ormai è troppo tardi, si potrebbe organizzare il trasporto urbano con una linea circolare di soli filobus tra la Stazione di Brignole e Principe e collegamenti dalle periferie con autobus (magari elettrici o a gas) che si fermino al limitare della suddetta “circolare”; ad esempio a Brignole, Principe, Piazza della Nunziata, Corvetto ecc. ecc.
    Nel contempo utilizzare parte delle linee Ferroviarie per una metro che colleghi Voltri a Nervi.

    Detto questo però, tanto per ritornare con i piedi per terra, la funicolare Zecca – Righi (ottima soluzione ma ahimè di uno svizzero di inizi 900 !!) è diventata un oggetto misterioso il cui funzionamento è una lotteria: si esce di casa pensando: oggi la funi andrà o non andrà ? perché se non va non è così facile scendere “a valle”. Il 64 passa con tempi biblici e le linee sostitutive (F1 e F2) non si capisce che servizio effettuino !! Possiamo prendere il 40 … è vero, ma ferma a circa 1 km dalle case, la strada non ha marciapiedi, è occupata dai cinghiali e … per finire è priva di illuminazione (unica strada penso dell’intero territorio comunale !!!! ma di che mobilità stiamo parlando !!!

  2. Ciao ragazzi, sono Manuel, ho 17 anni e vivo a Roma (sono il figlio della vostra più grande ascoltatrice, la cuoca che vi rompe sempre le scatole). Ovviamente essendo di Pra’ e avendoci sempre vissuto (una volta al mese comunque torno a casa) ho molto a cuore la viabilità della mia adorata Zena, perciò non posso esimermi dal proporvi qualche mia idea sperando possa essere d’aiuto.
    1 casello Pra
    Più che per il traffico, l’uscita del casello di Pra’ oltre che essere brutta esteticamente è molto pericolosa (quando andavo a scuola a Voltri minimo due volte al mese era tutto bloccato per incidenti ecc.) . Allora se si levassero i semafori e si mettesse magari una rotonda con 3 uscite, una da e per via sorgenti sulfuree, una da e per l’ Autostrada e quelle dell’Aurelia, si snellirebbe il traffico e si eviterebbero gli errori frequenti degli automobilisti foresti che sbagliano uscita. Sarebbe anche una bella cosa ammodernare il marciapiede lato porto, unico passaggio pedonale da Palmaro per Voltri, che è imbarazzante (largo 40 cm scarsi)
    2 autobus
    Con le cose perenni gli autobus rimangono ingorgati nel traffico anche perché ci sono troppo poche corsie riservate. Capita che chi aspetta l’uno verso Voltri debba stare alla fermata a volte mezzora perché l’autobus è incolonnato fra Cornigliano e Sestri. Ecco perché sarebbe utile un servizio magari limitato al ponente (esempio ex capolinea delle sorgenti sulfuree a Palmaro o in piazza lido a Pegli, inutilizzati) che porti a Sestri, magari fino all’areoporto visto che non c’è nemmeno un mezzo pubblico che dalle tre delegazioni di ponente raggiunga l’aeroporto e la stazione è parecchio distante a piedi. Oppure un autobus che giunto in via Siffredi possa bypassare tutta Cornigliano e sampierdarena (già servite da 1, 3 18 e 20) e passando per la Lanterna (quindi offrire un collegamento coi mezzi pubblici per la prima volta con il nostro simbolo) arrivi fino a principe o a Brignole (in questo caso passando per corso saffi però visto che di lì passa solo il 13)
    3 i nuovi semafori di Pra’ sono troppi e spesso inutili. Aumentano i tempi di percorrenza anche di 5 minuti con conseguenza code.
    4 qui si va ai sogni perché so che sarà impossibile, ma se si facesse una vera metropolitana fra Voltri e nervi, si libererebbe la ferrovia che ha tempi di percorrenza lunghi anche dai treni “veloci” che devono stare dietro ai locali. Aumentare le corse alla sera. Siccome è impossibile almeno farla fino all’areoporto così che gli abitanti di Sestri Cornigliano e Sampierdarena usino ancora di più i mezzi e si riduca sempre più il traffico.
    Spero di non avervi annoiato e magari di essere stato un filino d’aiuto. Un abbraccio
    Manuel

  3. Personalmente sfruttrerei la costa per una strada sul mare che toglierebbe un po di traffico dalla città ed essendo senza semafori satebbe un altrenativa veloce all’autostrada.
    In alcuni paesi esteri esistono già queste realtà. Allora perché nn adattarci anche noi!
    Ciao mara

  4. Vista la proposta già avanzata dal Sindaco Bucci di rendere gratuito il servizio bus, quale miglior occasione per provare? Potrebbe pagarcelo autostrade a parziale conguaglio del disagio recato …

  5. ciao sono Maria Rosa Boggio Voltri
    Ricordo quando ancora avevamo il bus A (costo 120 lire) in alternativa al bus 1 (costo 70 lire) per noi estremo ponente era un servizio veloce, effettuava poche fermate in alternativa alle stazioni ferroviarie.
    Si potrebbe provare a riattivarlo sperando cosi che gli automobilisti più incalliti ne provino la comodità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here