Estorsione ai bagni Roma di Pegli: condannato a 4 anni Paolo Vitello

0
423

E’ stato condannato a 4 anni per tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso, Paolo Vitello, siciliano di 54 anni. Secondo l’ accusa del sostituto procuratore Federico Manotti, l’ uomo, già pregiudicato per associazione mafiosa negli anni 2000, perché ritenuto legato al clan Fiandaca, aveva intimidito nel 2016 la proprietaria dei bagni Roma a Genova Pegli, per costringerla a vendergli l’ attività alla cifra che dicevano loro, facendole capire che era meglio per lei sottostare all’ offerta. La donna, che era già stata rapinata da Vitello, si è rifiutata e ha denunciato tutto alla polizia. Il locale, nel mese di gennaio 2018, aveva subito un incendio e per quella vicenda è ancora in corso una inchiesta in mano allo Sco, il Servizio centrale operativo.