Ponte Morandi: torna preferibile uso esplosivo per pile 10 e 11

0
97

I risultati delle centinaia di esami sui materiali, sull’ aria e sull’ acqua sono considerati confortanti, perché non si è liberato amianto durante i lavori già eseguiti. Questo fattore, assieme alle valutazioni effettuate da un team di consulenti super qualificati, ha fatto sì che l’ ipotesi di usare l’ esplosivo per demolire le pile 10 e 11 del Morandi sia tornata preferibile. Le ultime relazioni dovrebbero essere consegnate domani e integreranno l’ analisi del rischio comparata che ha confrontato pro e contro dei due interventi possibili
per smantellare le due torri: la dinamite, da un lato, e lo smontaggio meccanico, dall’altro. Intanto proseguono le prove di carico sul troncone est, iniziate martedì con l’utilizzo di due carrelli radiocomandati per un peso di 31 tonnellate ciascuno. Le fasi successive della prova di carico prevedono di utilizzare lo stesso sistema di carrelli con l’aggiunta di un contrappeso per ogni carrello pari a 11 tonnellate. Le prove si concluderanno domani, venerdì 10 maggio, dopodiché i tecnici cominceranno a scarificare l’asfalto dell’impalcato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here