Parte “On the wall”: il rilancio di Certosa passa dai muri

0
199

Dieci muri per dieci artisti, anche di calibro internazionale, e un mese – dal 13 luglio al 14 agosto, quando sarà un anno esatto dal crollo di ponte Morandi – per cambiare il volto di Certosa, in Valpolcevera, con la street art. Si chiama ‘On The Wall’, ed è il progetto voluto dal Comune di Genova, nato grazie alla collaborazione con l’associazione Linkinart che, con Walk The Line, ha già fatto rivivere con i graffiti i piloni della Soprelevata. "Un happening del genere non è mai stato effettuato prima – dice Maurizio Gregorini, cultural manager del Comune – neppure a Bristol, patria mondiale dei murales contemporanei e di un artista come Banksy, si è provato a rilanciare in un tempo così concentrato un intero quartiere". Tra gli street artists coinvolti, nomi di primo piano come l’olandese Zedz che lavorerà sulla cabina di E-distribuzione lungo il Polcevera, o il portoghese Pantonio, che sarà attivo nella zona di via Certosa. "Oltre alla rigenerazione urbana per noi è importante puntare alla creazione di una sorta di museo a cielo aperto, non elitario, che possa anche attrarre turisti, con la consapevolezza che la street art non risolve i problemi ma è un fattore di rilancio positivo", spiega Manuela Caronti, architetto e presidente di Walk The Line.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here