13 novembre 2012 - ore 10:14 Bookmark and Share

Soffriva da tempo di depressione l'omicida che ieri ha ucciso a coltellate un coetaneo portuale della Compagnia Unica nella palestra di San Benigno a Genova. Si trova in carcere, Matteo Biggi, 30anni, di Oregina, che ieri ha ucciso il collega e omonimo, forse per gelosia. La polizia che lo ha arrestato subito dopo il delitto sta valutando l'ipotesi del raptus, ma potrebbe trattarsi anche di una vendetta. I due avevano litigato. Un attimo dopo è partita la coltellata. A scatenare l'ira - forse - il fatto che la vittima avrebbe flirtato con la sorella del suo assassino. Ma l'ipotesi dovrà essere valutata dagli inquirenti.



< Tag:  Cronaca, Genova >


Contributo audio alla notizia:  


Macciò
Premi Latte Tigullio
Babboleo Cinema
Ristorante Brasiliano Bella Vida
Sara Piattino

Cinema

Segui Babboleo News

sms 348 1.929.929
redazione@babboleo.it
n.verde 800.800.929
tel. 010/2467555

Aeranti Corallo

. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy..

Accetto i cookies da questo sito.