Andò in Svizzera per suicidarsi, aperta inchiesta

0
343

La Procura di Genova ha aperto un’ inchiesta sulla morte della sessantenne genovese che nel 2016 si era recata in una clinica di Lugano in Svizzera per togliersi la vita tramite la pratica del suicidio assistito. L’accusa è quella di omicidio del consenziente. La autorità elvetiche non hanno voluto rivelare alla Procura di Genova i nomi dei medici che hanno seguito la donna, spiegando come questa pratica sia legale in Svizzera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here