La Spezia, detenuto rischia l’espulsione e appicca incendio in cella

0
478

Stamattina nel carcere di Villa Andreino a La Spezia un detenuto di origine marocchina, sottoposto a decreto di espulsione, si è barricato nella sua cella cospargendola di olio e appiccando un incendio al suo interno. Questo escamotage per evitare appunto l’espulsione ha portato al ricovero del personale intervenuto per aver inalato i fumi tossici. Il Sappe denuncia questo fatto in una nota, sottolineando come la scarsità del personale nel carcere di La Spezia sia un fatto noto: "Ha una carenza di organico di quasi 40 poliziotti mentre la popolazione detenuta risulta essere di 230 su 151 posti disponibili dove il 65% è di nazionalità straniera. E’ ormai chiaro che è indispensabile che il nuovo Governo inizi ad occuparsi anche delle carceri liguri".