Arenzano, locale a fuoco per debiti: arrestate due persone

0
439

Avevano dato fuoco a un negozio di ortofrutta e al furgone di un 50 enne di origine marocchina per un debito non pagato. Sono stati arrestati per questo motivo questa mattina due uomini dai Carabinieri di Genova che, dopo mesi di indagini, hanno individuato i mandanti dell’attentato incendiario del dicembre scorso ad Arenzano. L’uomo aveva chiesto un prestito a un suo connazionale nel 2015 proprio per aprire l’attività, ma si trovò successivamente in una morsa di ricatti. Stremato dalla situazione al limite e i vari roghi dolosi volti a rovinare la sua attività, il commerciante nei primi giorni del gennaio scorso ha denunciato i fatti ai Carabinieri. Il Tribunale di Genova ha emesso un’ ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di M.E. per i reati di incendio aggravato continuato, tentata estorsione e tentata violenza privata e disposto nei confronti di S.S. il divieto di dimora in Arenzano e Cogoleto con obbligo di permanenza in casa nelle ore notturne per tentata violenza privata, in concorso con M.E., e favoreggiamento personale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here