Botta e risposta Salvini-Cozzi sulla questione fondi Lega

0
312

"Faccio appello alla procura di Genova: ditemi dove sono i tanti soldi che abbiamo e di cui io non sono a conoscenza perché non ci sono. Spendete denaro pubblico per andare a cercare soldi e conti correnti inesistenti. Spero che poi qualcuno risarcisca gli italiani". Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, commentando in un’intervista questa mattina l’inchiesta della procura di Genova sui fondi della Lega. In risposta al Ministro degli Interni è intervenuto il procuratore capo di Genova, Francesco Cozzi. "Noi facciamo le attività doverose di ufficio su segnalazioni di esponenti contabili dello stesso movimento, perchè è stato un revisore dei conti a dare indicazioni su possibili esistenze di fondi di questo tipo. Quindi per i magistrati che seguono inchiesta è doveroso occuparsene: se uno dice di andare a cercare le cose da qualche parte, bisogna pure che qualcuno lo vada a fare. Io rispetto qualunque punto di vista. Ma è sbagliata l’impostazione: è doveroso fare questa attività, se poi non c’è nessuno risultato da questo, tanto meglio. Ma se qualcuno interno ad un’organizzazione o che ha fatto parte dell’organizzazione segnala l’esistenza di alcune attività, è doveroso andare a cercare. Poi se non ci sono tanto di guadagnato" ha dichiarato Cozzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here