Decreto Genova: botta e risposta Pd-M5S a Tursi

0
337

Il decreto Genova si appresta a salire, con grande fatica, al Colle. A dodici giorni dal varo in consiglio dei ministri il provvedimento è infatti rimasto bloccato al Tesoro. "Il decreto è pronto – ha detto il ministro a Infrastrutture e Trasporti Toninelli – oggi o al massimo venerdì sarà firmato al Colle".

Botta e risposta sul tema tra Pd e M5S in Comune a Genova. In mattinata Luca Pirondini, capogruppo pentastellato a Tursi, ai microfoni di Babboleo News aveva etichettato come ipocriti i consiglieri del Partito Democratico in riferimento alla protesta di ieri per la mancata presentazione da parte del Governo del decreto Genova. La replica del Pd arriva con una nota stampa: "Il Gruppo Pd ha proposto al Consiglio comunale di proseguire ad oltranza la seduta in attesa di notizie sul Decreto per la nostra città – si legge – La proposta è stata bocciata dal voto della maggioranza e del Movimento 5 Stelle. Da questi consiglieri che dimostrano di non avere a cuore il futuro della nostra città, non accettiamo di essere giudicati come ipocriti".

Proseguono i consiglieri: "Noi del Pd, insieme ai colleghi della Lista Crivello, siamo rimasti in Sala Rossa dopo la chiusura del Consiglio comunale e abbiamo atteso le notizie sul decreto. Notizie che sono purtroppo arrivate. A quel punto abbiamo abbandonato l’aula, ma non abbiamo certo smesso di lottare per Genova: nelle istituzioni locali, regionali e attraverso i nostri rappresentanti in Parlamento. Si può dire la stessa cosa del M5S in Comune?".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here