Dal corteo al botta e risposta Toti-Toninelli: aggiornamenti

0
365

"Siamo qui per chiedere soprattutto la riapertura delle strade, c’è una comunità di 50 mila abitanti, quella della Valpolcevera, senza contare quelli dell’entroterra, che non possono più sopportare un certo immobilismo nelle decisioni". Lo ha detto in corteo stamani a Genova il presidente del comitato degli sfollati a causa del crollo di Ponte Morandi, Franco Ravera. "Le istituzioni hanno fatto il possibile, hanno attivato mezzi pubblici, sono state fatte ripartire le linee ferroviarie ma non basta, ci vogliono più risorse e assunzioni di personale come autisti e agenti della municipale", ha aggiunto Ravera. "Oggi il tema non siamo noi, ma le problematiche di mezza città, ho visto in piazza molte persone – ha aggiunto – che non abitano in Valpolcevera e questo mi ha fatto piacere, significa che c’è solidarietà".

Il corteo della Valpolcevera ha incontrato prima il governatore Toti in Regione, a De Ferrari, poi il ministro Toninelli, presente in Prefettura col commissario europeo ai trasporti Violeta Bulc. “Vi invito a non contestare il Decreto Genova – ha detto Toninelli – abbiamo scritto quel testo con il cuore a Genova, vicini agli sfollati e ai loro problemi, ma anche con la testa e con un alto livello di tecnica giuridica. Il commissario e sindaco di Genova Marco Bucci può stare tranquillo – ha aggiunto – potrà operare senza curarsi degli eventuali ricorsi che non incideranno minimamente nel suo importante lavoro”.

La replica del governatore Toti è arrivata a strettissimo giro: “Speriamo che il decreto sia scritto anche con il cervello, oltre che con il cuore – ha detto – Non sono un giurista ma i ricorsi sono un male endemico del nostro paese e speriamo davvero che il decreto sia a prova di ricorsi ma lo verificheremo sulla nostra pelle. A questo punto mi auguro sensibilità e buon senso da parte di Autostrade, esclusa da questo decreto ma con delle responsabilità oggettive nei confronti di Genova”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here