Evasori-seriali: Amt li denuncia penalmente

0
341

Evasori-seriali: Amt, azienda di trasporto pubblico genovese, ha deciso di perseguirli penalmente. Avviati i primi iter istruttori da parte della Procura nei confronti di sei soggetti che, nell’arco degli ultimi 2 anni avevano accumulato tra le 15 e le 20 multe, senza mai regolarizzare la propria posizione. L’evasore seriale, spiega Amt, è colui che "non solo ha viaggiato sui mezzi pubblici senza pagare il biglietto e non ha regolarizzato la propria posizione nei confronti dell’ Azienda pagando la sanzione dovuta ma, anzi, ha reiterato il comportamento scorretto molte altre volte. Si tratta di evasori per scelta e non per necessità o per situazioni contingenti". Per questo Amt ha deciso di intervenire, con il supporto dei propri legali penalisti e, il 5 ottobre scorso, ha presentato un atto di denuncia-querela alla Procura della Repubblica per i 6 evasori seriali. Il 3% dei sanzionati più frequenti (3.286 persone) è titolare di un terzo dei verbali non pagati, l’ 8% (7.945 persone) della metà. "Le nostre analisi del fenomeno evasione – ha sottolineato l’azienda – ci hanno portato a rilevare che il mancato pagamento del biglietto è considerato da molti un “fatto lieve” e, anche in presenza della multa e delle successive contestazioni e ingiunzioni, oltre la metà dei sanzionati non procede al pagamento. Da queste considerazioni la decisione di procedere con le denunce". Prima di arrivare alla denuncia, AMT ha seguito nei confronti di queste persone un percorso articolato fatto di lettere di avviso e ripetuti solleciti volti al recupero del credito maturato. Resi vani questi tentativi bonari dal disinteresse degli evasori, l’ Azienda ha deciso di passare all’ azione penale, in quanto l’ evasione non è un atto lieve ma può comportare serie conseguenze. La denuncia-querela degli evasori seriali rappresenta una novità in ambito di trasporto pubblico, in quanto raramente praticata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here