Toti: “Stima danni per somme urgenze intorno a 20 mln”

1
237

Si attende nei prossimi giorni la risposta del Governo alla richiesta dello stato di emergenza formalizzata questa mattina dalla Giunta regionale. Lo ha comunicato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso dell’ incontro con i sindaci del Savonese, che si è svolto questa mattina nella sede della Prefettura di Savona. L’ incontro e il sopralluogo odierno è seguito a quello effettuato ieri dal presidente Toti nel Tigullio, la zona più colpita dalla mareggiata, insieme al capo del dipartimento nazionale della Protezione civile Angelo Borrelli per una prima stima dei danni. Ci vorranno, comunque, almeno una ventina di giorni per quantificarli esattamente. Nel frattempo i Comuni possono operare in somma urgenza e iniziare a inviare le segnalazioni per gli interventi necessari sul territorio. Anche le aziende potranno segnalare i danni subito attraverso i moduli già disponibili sul sito di Regione Liguria. “Il capo della Protezione civile Borrelli ha già molto chiari tutti i termini della questione – ha sottolineato il presidente Toti – pertanto il riconoscimento dell’ emergenza avverrà a breve. I sindaci del savonese ci hanno segnalato che non ci sono frazioni isolate e che la voragine dell’ Aurelia tra Noli e Finale è stata riparata in meno di 24 ore grazie ad Anas, pertanto la circolazione veicolare sulla statale Aurelia è ripresa normalmente, così come quella ferroviaria. Restano ancora alcuni problemi alle utenze e danni ingenti al porto di Savona e agli impianti balneari. Per quanto riguarda invece la stima dei danni per le somme urgenze – ha detto Toti – saremo intorno ai 20 milioni di euro, che potranno essere coperti, in parte, con i residui delle passate accise”. Il presidente Toti ha raccomandato a tutti ancora la massima attenzione, visto il perdurare dell’ allerta arancione per le prossime 24 ore.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here