Carige, Angeloni (Bce): “Banca ora valuti fusione”

0
201

"La Banca centrale europea ha nominato gli amministratori straordinari, ma non si sostituisce né a loro né agli azionisti. La Bce ha suggerito in passato di considerare la possibilità di aggregazione con un altro istituto, per sfruttare sinergie e diversificare meglio i rischi", ma "spetta agli amministratori e agli azionisti scegliere la via più opportuna nell’ambito del percorso di risanamento. Per quanto ci riguarda, il prossimo passo sarà stabilire per Carige, come per tutte le altre banche che vigiliamo direttamente, i requisiti patrimoniali da soddisfare nel 2019". Lo ha detto Ignazio Angeloni, membro del Consiglio di vigilanza, rappresentante della Bce nel Meccanismo di risoluzione. "Siamo intervenuti con urgenza per stabilizzare la governance della banca, che era stata compromessa dalle dimissioni della maggioranza degli amministratori fra cui il presidente e l’amministratore delegato", ha spiegato Angeloni. "Gli amministratori straordinari hanno tutti gli strumenti necessari per affrontare il momento delicato che la banca sta attraversando dopo la mancata adozione dell’aumento di capitale all’ultima assemblea"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here