Ponte: confermato esplosivo per demolizione pila 8

0
328

Per demolire la pila 8 del moncone ovest di ponte Morandi, si utilizzeranno 250 micro cariche di dinamite, sfasate tra di loro: l’effetto sara’ di un botto unico e di un raffica veloce. Lo ha spiegato Danilo Coppe della Siag Srl, esperto
di esplosivi incaricato di gestire la demolizione di alcune parti del Morandi e degli edifici in zona rossa. L’operazione, di preparazione, parte venerdi’. Sabato ci sara’ la demolizione tra le 10.50 e le 11.15. "Appena avremo l’ok della avvenuta chiusura al traffico – ha detto Coppe – schiacceremo il pulsante e in 2 secondi circa la struttura sara’ a terra".Il piano e’ stato definito dopo 3 riunioni in Prefettura a Genova, l’ultima questa mattina. L’intervento, ha spiegato Coppe, "e’ di routine", ma e’ il contesto in cui si svolge che ha richiesto un lavoro di studio piu’ lungo. Nell’area del
disastro ci sono sottoservizi, viabilita’ e ferrovie. Nonche’ lo stabilimento Ansaldo Energia. L’area interdetta sara’ di un
raggio di 250 metri. L’esplosione controllata della pila 8 e’ propedeutica a quelle ben piu’ importanti che interesseranno le pile 10 e 11 sul moncone est. Per la pila 8 verranno impiegati tra i 150-175 kg di esplosivo.