Parchi di Liguria, cosa si può fare nel weekend?

0
311

Parco del Beigua, rettili, anfibi e….la caccia al tesoro

Domenica una giornata con l’erpetologo è la proposta di biowatching nel Beigua Geopark.

Con l’arrivo della primavera, nella placida Torbiera del Laione la natura a poco a poco si risveglia e riprende la vita frenetica dei numerosi rettili e anfibi che la abitano. Seguendo il Sentiero Natura che parte da Pratorotondo la Guida del Parco ci farà conoscere da vicino rane, serpenti e tritoni, un mondo di creature affascinanti e curiose, ma estremamente delicate.

Prenotazione obbligatoria entro sabato alle ore 12 fino ad esaurimento della disponibilità (Guide Coop. Dafne – tel. 393.9896251). Costo: €10,00

Per i più piccoli appassionati di natura invece sabato 4 maggio torna l’appuntamento con i Junior Geoparker alla Casa del Parco di Sassello. Questa settimana ci sfideremo in una avvincente caccia al tesoro per scoprire i messaggi segreti nascosti tra gli alberi della Foresta della Deiva.

L’attività pomeridiana è dedicata a bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni e i posti sono limitati; prenotazione obbligatoria entro venerdì alle ore 18 (Guide Coop. Dafne – tel. 393.9896251). Costo: € 10,00 compresa la merenda.

Parco Antola, al Castello della Pietra lungo il sentiero dei Castellani

Domenica la Guida del Parco dell’Antola ci porta lungo il Sentiero dei Castellani che, partendo da Vobbia, si snoda lungo il canyon del torrente Vobbia fino a raggiungere il mirabile Castello della Pietra (nella foto), sapientemente arroccato fra due torrioni di roccia.

Il percorso attraversa ambienti naturali di pregio che per le loro peculiarità giustificano l’inserimento di quest’area nella Rete Natura 2000 ma permette anche di scoprire le antiche testimonianze della produzione del carbone da legna e l’utilizzo del castagno.

Al termine dell’escursione (tempo di percorrenza 2h) visita guidata all’interno del Castello della Pietra (ingresso ridotto 4€ a persona). Rientro lungo il sentiero breve di accesso al Castello (20′).

Durata: giornata intera, pranzo al sacco

Luogo di ritrovo: Vobbia

Prenotazione obbligatoria entro le ore 13 di venerdì 26 aprile telefonando al n. 010 944175

Costo escursione: adulti € 5 – ragazzi fino a 12 anni € 2,50 – bambini fino a 8 anni gratuita.

Domenica, come per tutti i giorni festivi fino all’autunno 2019, il castello della Pietra sarà raggiungibile anche con i mezzi Amt dalla stazione di Genova Brignole. Maggiori informazioni qui

http://www.parcoantola.it/dettaglio.php?id=53550

Parco Aveto, cavalli selvaggi e lupi, passeggiate culturali e Cantarmaggio

Domenica sulle tracce dei cavalli selvaggi (la zona è quella tra i lagi di Giacopiane e Perlezzi, località nel Comune di Borzonasca) e del loro predatore naturale, il lupo, con la guida extra di Paolo Rossi, fotografo naturalista esperto di lupi.

L’escursione sarà al mattino, con spostamenti in auto (anche su strada sterrata) e a piedi. Il rientro è previsto dopo pranzo.

Sono comprese due guide, pranzo in rifugio e assicurazione.

Per info e prenotazioni: icavalliselvaggidellaveto@gmail.com – tel. 347.3819395

Domenica passeggiata culturale a Nascio e Cassagna, in Val Graveglia, a cura dell’Associazione Valcanonica. Ore 14 ritrovo presso l’area parcheggio di Nascio;

visita a Nascio – caratteristico e suggestivo borgo che domina sulla valle;

visita alla chiesa di Santa Maria: gioiello dell’architettura locale;

le vie delle miniere – individuazione e spiegazione storica delle principali infrastrutture minerarie della Val Graveglia;

visita al laboratorio di Franco Casoni – famoso maestro intagliatore del legno;

percorso a piedi da Nascio a Cassagna: attraversamento con illustrazione storico-culturale dell’antico ponte di Nascio (1766); il castagno: pilastro dell’alimentazione ligure;

visita a Cassagna – uno dei borghi più antichi e meglio conservati della Val Graveglia. Ore 18 aperitivo presso agriturismo “A Cà da nonna”.

Per tutto il tragitto: guida alla fotografia tra borghi, boschi e storia con la fotografa professionista Francesca Cambi.

Difficoltà escursionistica: turistica (adatto a tutti)

Costi:

20 € percorso guidato, con aperitivo – compresa tessera ARCI 2019 (16€ sino a 14 anni);

10 €percorso guidato, con aperitivo – per i tesserati ARCI (6€ sino a 14 anni).

Le iscrizioni si chiudono il 3 maggio.

Info: tel. 339 572 68 14.

Domenica torna il Cantarmaggio a Sopralacroce (Borzonasca), tra storia, gusto e tradizione.

Programma. Ore 14 partenza all’entrata di Sopralacroce (dai lavatoi)

Prima tappa: Belvedere

Seconda tappa: borgo di Vallepiana tra capitoli, paesaggio e vecchio borgo

Terza tappa: Zanoni

Quarta tappa: arrivo a Prato

Quinta tappa: Perlezzi

I partecipanti potranno seguire i CantaMangio sui loro carri allestiti a primavera con i loro mezzi o con un bus navetta (22 posti) messo a disposizione gratuitamente per la giornata.

Parco di Portofino, sulla via dei tubi

Domenica torna l’occasione per ripercorrere l’antico tracciato dell’acquedotto (fine ‘800) che riforniva d’acqua la cittadina di Camogli.

La partecipazione è riservata ad escursionisti esperti, per la presenza di tratti esposti e strette gallerie prive di illuminazione artificiale.

Il sentiero è accessibile solo se accompagnati dalle guide del Parco di Portofino ed ha un tracciato altamente spettacolare e suggestivo tra tunnel, scalette e passaggi a strapiombo.

L’appuntamento è alle ore 09.00 davanti la Chiesa di San Rocco di Camogli

Fine dell’escursione alle 13.00 circa in località Caselle (sopra Agririfugio Molini)

Itinerario: San Rocco – Tubi e Bricco – Caselle

Difficoltà: escursione impegnativa

Attrezzatura obbligatoria: scarpe da trekking e torcia elettrica.

Prenotazione obbligatoria entro le 12.00 del giorno precedente iscrivendovi a: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSek8WaFm_wUEv90M3FfWlKiPl3Z0kU9g5U1-Xh6B9aqx4qkGw/viewform

Parco Cinque Terre, escursioni tra storia, cultura e santuari

Sabato tra Storia e Cultura: Tour turistico di Vernazza – Punto di incontro: Vernazza – Cinque Terre Point, stazione FS – Orario: 10.00.

Domenica I santuari delle Cinque Terre – Trekking a Riomaggiore – Montenero – Riomaggiore – Punto di incontro: Riomaggiore Cinque Terre Point, loc. Lavaccio – Orario: 9.30

Le escursioni sono comprese nella Cinque Terre Card, mentre per chi non la possiede il costo è di €6,50. In caso di condizioni meteo avverse il calendario potrebbe subire modifiche. I sentieri delle Cinque Terre sono paragonabili a percorsi di montagna e dunque sono dedicati a persone dotate di buona pratica escursionistica.

Per tutte le escursioni è obbligatorio l’uso delle scarpe da tennis e sono vietate le calzature aperte e/o con suola liscia, ossia non provviste di suola tipo “Vibram”.

Per info e prenotazioni: email visiteguidate@ati5terre.it, : telefono +39 0187 743500.

Parco Montemarcello Magra, rafting per tutti e i cavanei del monte Caprione

Sabato incontro con l’esperto, rafting per tutti

Il battesimo del rafting sul fiume Vara, accompagnati da Walter Filattiera del Centrosportavventura A.S.D di Brugnato. Un’esperienza emozionate per vivere la natura con gli occhi del fiume. Età minima dei partecipanti 6 anni. Attrezzatura necessaria: Un paio di scarpe da poter bagnare – una maglia da indossare sotto la muta – il necessario per fare la doccia.Tutto il materiale tecnico è fornito dagli organizzatori. Costo: 25 euro gli adulti, 20 euro i bambini dai 6 ai 14 anni.

E’ obbligatoria la prenotazione ai numeri 0187691071 o 3271273871 (Coop Hydra)

Incontro con l’Esperto: Rafting per tutti

Domenica incontro con l’esperto Tracce dal passato: i cavanei del monte Caprione

Queste antiche costruzioni preistoriche cosa rappresentano? Dove si trovano? Alla ricerca dei Cavanei con Gino Cabano, un esperto di storia del territorio per cercare delle risposte a queste domande. Al termine della mattinata, per chi volesse, sarà possibile mangiare presso il Circolo Arci della Serra.

Costo: 10 euro a persona per il Pranzo al Circolo Arci della Serra (facoltativo)

E’ obbligatoria la prenotazione ai numeri 0187691071 o 3271273871 (Coop Hydra)

Incontro con l’esperto – Tracce dal passato: i Cavanei del Monte Caprione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here