Troppa distrazione alla guida, giro di vite della Polizia

0
201

Fonti Istat riportano come negli ultimi anni la principale causa di incidenti stradali sia riconducibile a distrazioni alla guida (in circa 40,8% dei casi su base nazionale insieme alla velocità elevata e al mancato rispetto delle precedenze), fenomeno purtroppo in crescita e legato allo scorretto utilizzo delle moderne tecnologie. Per questo la Polizia Stradale di Genova insieme a pattuglie dell’ U.P.G.S.P. della Questura di Genova, tra il 16 e il 20 luglio effettueranno nell’ ambito della grande viabilità e nei centri urbani servizi straordinari rivolti alla prevenzione e al contrasto dei comportamenti scorretti legati alla distrazione alla guida. Si tratta di un vero e proprio giro di vite nei confronti dei cosiddetti “Multitasking”, ovvero coloro che, con in mano il volante, parlano al telefono, inviano sms, mandano messaggi vocali, controllano mail, e in generale compiono svariate altre attività che mettono costantemente a rischio l’ incolumità propria e degli altri utenti della strada. Il codice della strada – ricorda la polizia – all’ art.169 prevede in via generale che il conducente debba avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida e nello specifico l’ art.173 vieta l’ uso di apparecchi radiotelefonici a meno che non si utilizzi il sistema vivavoce che consente di impegnare le mani solo per la guida e/o auricolare con un solo diffusore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here