Sciopero generale dei trasporti oggi anche a Genova

0
257

I sindacati rispondono con un secco no alla richiesta avanzata dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli che, al tavolo sui trasporti, ha chiesto di sospendere lo sciopero generale previsto in tutta Italia per oggi. Per Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti “non vi sono le condizioni per revocare né rinviare lo sciopero”, ma si sono detti aperti a un confronto sulle problematiche per evitare, in futuro, interruzioni del servizio. A Genova lo stop è in vigore dalle 11.30 alle 15.30. Attesi maggiori disagi in porto.

I bus urbani ed extraurbani, a Genova e nelle altre province liguri, si fermeranno solo per 4 ore nella fascia centrale della giornata. Più pesante invece lo sciopero dei treni regionali, otto ore di stop dalle 9 alle 17 salvo lunghe percorrenze e corse garantite. Il personale marittimo in servizio sui traghetti, invece, si asterrà per tutta la giornata da mezz’ ora prima delle partenze con esclusione delle linee definite essenziali.

LE MODALITA’ SETTORE PER SETTORE

BUS

AMT Genova (compresa la ferrovia Genova – Casella)

il personale viaggiante si asterrà dal lavoro dalle 11.30 alle 15.30;
il restante personale (comprese biglietterie, esattoria e AMT Point) si asterrà nella seconda parte del turno.

Il servizio sarà garantito per le persone portatrici di handicap

In occasione dell’ ultimo sciopero di 24 ore del 4 aprile 2017, proclamato dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e UGL FNA, le astensioni dal lavoro dei dipendenti hanno avuto un’ incidenza sul servizio programmato pari a: 81.33% nel servizio urbano, 59,09% per gli impianti speciali, 100% nella metropolitana e 62,50% per la Ferrovia Genova – Casella.

ATP

Personale viaggiante: dalle ore 10.30 alle ore 14.30
Personale addetto alle biglietterie: dalle ore 10.30 alle ore 14.00.

Il servizio pertanto, in detta giornata, potrà non essere garantito dalle ore 10.30 alle ore 14.30.

TPL Linea Srl – Savona

Personale viaggiante e Graduato dalle ore 10.15 alle ore 14.15
Restante personale, le ultime 2 ore del turno
Personale esentato come da accordi aziendali vigenti

RT Spa – Imperia e RTL Srl

Personale Viaggiante e Graduato dalle ore 11.00 alle ore 15.00
Restante personale, le ultime due ore del turno mattinale, le prime due ore del turno pomeridiano
Personale esentato come da accordi aziendali vigenti

ATC Esercizio Spa – La Spezia, SEAL Srl – Borghetto Vara (SP) e Cooperativa Manario (Riomaggiore)

Personale Viaggiante e Graduato dalle ore 11.00 alle ore 15.00
Biglietterie dalle ore 11.00 alle ore 15.00
Restante personale, le ultime quattro ore del turno
Personale esentato come da accordi aziendali vigenti

TRENI

8 ore di sciopero per i lavoratori delle attività ferroviarie. Treni regionali sciopero dalle ore 9 alle ore 17, servizi minimi garantiti per le lunghe percorrenze.

Appalti ferroviari, stazioni, uffici e servizi accessori:
Turno a giornata: primo mezzo turno del turno di lavoro

per chi effettua mattino e notte, primo mezzo turno della mattina
per chi effettua la notte 24/25: primo mezzo turno, massimo fino alle 24.00
per chi effettua la notte 23/24: nessuna astensione

Personale viaggiante: ristorazione a bordo treno: primo mezzo turno del turno lavoro

SETTORE MARITTIMO

Collegamenti ISOLE MAGGIORI:

Personale amministrativo: intero turno
Personale viaggiante: da mezz’ ora prima delle partenze del 24 luglio 2019, dalle 00.00 alle 24.00 del 24 luglio 2019 con esclusione delle linee/servizi essenziali come individuate dalla legge 146/1990

Collegamenti ISOLE MINORI:

Personale amministrativo: intero turno
Personale viaggiante: dalle 00.00 alle 24.00 del 24 luglio 2019 ad esclusione delle linee/servizi essenziali come individuate dalla legge 146/1990
Navi traghetto e Navi da carico presenti nei porti nazionali, ritardi di 24 ore alla partenza della nave;
Amministrativi, operai, biglietterie, personale in servizio giornaliero ed in turistica: astensione di 8 ore;

Servizi tecnico-nautici (Rimorchio portuale, Ormeggio, Battellaggio e Pilotaggio): astensione dell’ intero turno per un massimo di 12 ore, del giorno 24 Luglio.

PORTI

24 ore dalla mezzanotte del 23 e sino alla mezzanotte del 24.
Lavoratori Porti dipendenti/soci delle imprese artt. 16, 17 e 18 Legge 84/94, dipendenti Autorità di Sistema Portuale intera prestazione giornaliera; lavoratori Guardie ai Fuochi, Ormeggiatori e barcaioli intera prestazione giornaliera fino ad un massimo di 12 ore.

TRASPORTO MERCI E LOGISTICA

Sciopero di 4 ore per le aziende che effettuano anche indirettamente servizi pubblici essenziali.
Sciopero articolato secondo le modalità definite a livello territoriale per tutte le altre aziende.

AUTOSTRADE

Tutto il personale intero turno
Personale turnista dalle 6 del 24 sino alle 6 del 25 luglio

CONCESSIONARIE DI AUTOSTRADE E TRAFORI

Personale sottoposto alla legge 146/90 ultime 4 ore del turno, restante personale intero turno/prestazione

AUTOSCUOLE

Intero turno/prestazione

AUTONOLEGGIO

Personale sottoposto alla legge 146/90 ultime 4 ore del turno, restante personale intero turno/prestazione

I sindacati chiedono alla Regione Liguria di attivarsi maggiormente per chiedere al Ministero dei Trasporti il completamento del Terzo Valico nei tempi previsti, riavviare la Pontremolese, accelerare il raddoppio della linea ferroviaria tra Finale Ligure e Andora, finanziare e avviare la progettazione per l’ ammodernamento della linea ferroviaria tra Savona e Torino, sbloccare il completamento del nodo ferroviario di Genova, avviare i lavori del parco ferroviario a Campasso. “Anche a seguito dei gravi fatti del ponte Morandi, chiediamo un attento monitoraggio delle infrastrutture e dei viadotti autostradali della nostra regione, poiché l’ immane tragedia del 14 agosto 2018 non debba mai più ripetersi”.

“Anche all’ interno degli scali liguri – spiegano i sindacati – il principio di avere adeguate infrastrutture permane. Le stesse devono essere adeguatamente legate alle infrastrutture ferroviarie e autostradali. La Regione Liguria deve farsi parte attiva presso il Governo sul tema dell’ estensione della ‘block exemption’ , la norma che permette alle grandi compagnie armatoriali di derogare alle regole sulla concorrenza vigenti in ambito comunitario. Attorno ai porti ruota l’ annosa questione legata ai tempi di attesa per gli autotrasportatori, per i quali devono essere realizzati autoparchi con servizi adeguati, e non nel basso Piemonte, perché non sarebbero funzionali alle attività di carico e scarico della merce”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here