Sicurezza: scatta il piano antidegrado in centro storico, a Genova

0
162

Una task force, attiva da settembre, composta da Agenzia delle Entrate, Iren, Amiu insieme al nucleo operativo antievasione e quello vivibilità del Comune di Genova per contrastare gli affitti in nero nel centro storico, compresi quelli turistici. E’ uno degli elementi del piano antidegrado messo a punto dagli assessorati alla Sicurezza, all’Ambiente e al Commercio del Comune. Il piano, nel suo complesso, prevede anche la creazione di squadre di volontari o persone che possano svolgere lavori di pubblica utilità per la manutenzione dei luoghi pubblici a supporto di municipio Centro est e Aster e un team di mediatori sociali. Verranno incrementati i controlli su commercio illegale e movida. L’iniziativa nasce anche grazie ai fondi provenienti dal Decreto sicurezza e prosegue sulla scia dell’esperimento avviato nella zona di Sottoripa (che prevede l’alleanza pubblico-privato per la lotta al degrado e all’illegalità della zona, ndr). Il piano interesserà Via Prè, Via San Luca, Vico dietro il Coro di San Luca, Piazza Banchi, Via Canneto il Lungo, Via Canneto il Curto, Via dei Giustiniani. A seguire, Vico delle Mele, Vico delle Vigne, Piazza delle Vigne, Vico del Fornaro, Vico della Posta Vecchia; poi sarà il turno di Piazza di Pellicceria, Vico Spinola, Vico della Scienza; infine Via della Maddalena, Vico della Rosa, Via dietro il Coro della Maddalena. Il Piano prevede anche il potenziamento di sistemi video sorveglianza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here