Torna lo Zecchino d’oro, due liguri in gara, ma anche un premio e un coro dalla nostra regione

0
46

L’appuntamento annuale con il festival per bambini più amato d’Italia, lo Zecchino d’Oro, sta per tornare e ci saranno anche due giovani liguri ad interpretare le canzoni in gara: Zeno Gregorio Nigido, 6 anni di Genova (nella foto) e Rita Longordo, 8 anni di Bussana di Sanremo (Imperia).

La 62esima edizione dello Zecchino d’Oro inizierà oggi, 4 dicembre, con tre appuntamenti pomeridiani fino a venerdì. Sabato, invece, su Rai1, in diretta dagli studi televisivi dell’Antoniano di Bologna ecco la finale dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna), con la conduzione di Carlo Conti e Antonella Clerici, la direzione musicale del Maestro Peppe Vessicchio, il Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni e la regia di Maurizio Pagnussat.

I brani che Zeno e Rita canteranno, accompagnati dal Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni, si intitolano rispettivamente “Il Bombo” e “Acca”. Con i giovani liguri sale a 35 il numero di interpreti che nella storia dello Zecchino d’Oro hanno rappresentato la Liguria.

Tra il pubblico sabato sera ci sarà anche il piccolo coro San Girolamo Emiliani di Rapallo, l’unico della  nostra regione a far parte della Galassia dello Zecchino. Proprio i cori di tutta Italia stanno votando in questi giorni i brani per assegnare il premio “Zecchino della Galassia” che andrà all’autore della canzone più votata. La targa (in ardesia) che sarà assegnata sabato sera a Bologna, tra l’altro, è frutto dell’arte di una rapallese, Simona Pocorobba. Restando sempre in cose liguri, della commissione che ha lavorato nei mesi scorsi per individuare le dodici canzoni finaliste ha fatto parte anche (insieme al noto maestro Peppe Vessicchio) anche Andrea Maucci, direttore del piccolo coro San Girolamo Emiliani di Rapallo.  

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here