A Genova don Fisher lancia la “preghiera sospesa”

0
313

Dal caffè sospeso alla preghiera sospesa. L’idea è di don Roberto Fiscer, parroco genovese, ex dj sulle navi da crociera, fondatore e anima di ‘Radio Fra le note’. "Chiunque può farla – spiega il sacerdote – Basta venire in chiesa e pregare per qualcuno, anche senza conoscerlo. Dopo la preghiera si prende da un cestino un piccolo grano del rosario, o anche più di uno, a seconda delle preghiere che vogliamo lasciare in sospeso, e si posiziona in un altro cestino che raccoglie tutte le ‘preghiere sospese’. A questo punto qualcuno, entrando, potra’ trovare una preghiera fatta per lui o per lei". "La cosa meravigliosa – spiega don Fisher – è sapere che qualcuno avrà pregato per noi. A questo punto si potrà prendere il grano del rosario e portarlo a casa come segno della vicinanza nella preghiera, oppure prenderne un altro e offrire, a nostra volta, una preghiera per qualcuno che non conosciamo".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here