Coronavirus: il punto in Liguria

0
179

"Non c’è nessun caso presente in Liguria: ci sono degli isolamenti volontari fiduciari, in attesa di verificare le situazioni. Sono quelli noti di Levanto, a cui si è aggiunto un caso a Rapallo, ovvero una signora proveniente dall’area di Cocogno, e un altro caso ad Albenga". Lo ha detto il governatore ligure, Giovanni Toti, dopo il vertice in Prefettura a Genova sul Coronavirus. "Potrebbero aggiungersene altri, ma vi invitiamo caldamente a segnalarsi al numero 112 per lo screening necessario – ha aggiunto Toti – credo sia un obbligo civile segnalarsi per poter essere oggetti e soggetti di tutte le precauzioni del caso".

"Mentre attendiamo la pubblicazione del decreto governativo, stiamo predisponendo una ordinanza regionale, che condivideremo con il Ministero della Salute, nelle prossime ore che preveda alcune elementari precauzioni per evitare il contagio ove anche in Liguria vi siano portatori del virus" ha annunciato Toti. "Ci sta lavorando l’assessorato alla Salute e, nel pomeriggio, lo condivideremo con sindaci, Anci e prefetture: siamo pronti ad emanarla questa sera, in vigore dalla notte, al più tardi domani mattina – ha detto Toti – Stiamo riflettendo perché, poiché si tratta di provvedimenti che potrebbero avere un forte impatto sulla vita dei cittadini, vogliamo capire a quale livello è opportuno prendere queste precauzioni".

"Chiunque provenga dalle aree di infezione di Lombardia, Piemonte, Veneto e Emilia deve comunque rivolgersi al 112 per ogni spiegazione sul comportamento più idoneo da seguire o chiunque abbia un dubbio sulla propria situazione si deve rivolgere al 112 e non andare al pronto soccorso". E’ l’appello del governatore ligure, Giovanni Toti, dopo il vertice in Prefettura a Genova sul Coronavirus. "E’ previsto inoltre un rafforzamento da domattina dei presidi sanitari con la predisposizione presso il Policlinico San Martino di una tenda esterna per soggetti portatori di virus – ha detto Toti – Mentre coloro che sono in isolamento fiduciario devono restare tali e pertanto verrà chiesto ai sindaci di ricorrere ai loro poteri coercitivi di salute pubblica. Allertati anche tutti gli infettivologi e messi a disposizione posti letto e tamponi".

Per quanto riguarda le persone isolate nella zona del levante ligure, l’ assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone ha già comunicato ai sindaci la necessità di trasformare la volontarietà in obbligo di restare a casa. Si tratta di circa 40 persone di Levanto, passati per Codogno e ora in quarantena volontaria. A questi si aggiungono una signora di Codogno con casa a Rapallo, un caso ad Albenga e uno a Lerici. Tutti transitati dalla zona di Lodi. Si tratta di persone che vengono visitate tre volte al giorno dal personale sanitario. Ricevono telefonate a casa per assistenza medico.

"Noi abbiamo la situazione sotto controllo. E’ opportuno che si mantenga la calma, ma che si seguano tutte le indicazioni. La più importante oggi è quella che tutte le persone entrate in contatto con le zone di contagio, devono come dovere civile, autodenunciarsi e far sapere all’autorità sanitaria la propria situazione". Lo ha detto il sindaco di Genova, Marco Bucci, dopo il vertice di questa mattina in Prefettura in tema di Coronavirus. Per quanto riguarda i provvedimenti all’esame degli enti locali, saranno eventualmente raccolti all’interno dell’ordinanza regionale che sta mettendo a punto l’assessorato regionale alla Salute, sempre alla luce delle misure inserite nel decreto del governo. Alla domanda se verranno chiuse le scuole, il sindaco ha detto "Stiamo valutando tutto quanto, soprattutto come fare prevenzione".

Intanto, l’Università di Genova ha deciso "cautelativamente di sospendere per una settimana ogni attività didattica (lezioni e esami) a partire da domani, lunedì 24 febbraio". Lo ha annunciato il rettore dell’Ateneo Paolo Comanducci, questa mattina. La decisione, "al fine quindi di contribuire a ridurre gli spostamenti di grandi numeri di soggetti, vista l’ ampia area di provenienza e la numerosità degli studenti del nostro Ateneo".