Inchiesta rsa: indagati 6 direttori sanitari, tasso mortalità +200% rispetto al passato

0
53

Arrivano i primi indagati nell’ambito dell’inchiesta per epidemia colposa aperta dalla procura di Genova per far luce sulle morti avvenute nelle Rsa della provincia. A quanto si apprende, le indagini si sono concentrate su 6 residenze. Il fascicolo è in mano al procuratore aggiunto Francesco Pinto. Questa mattina, carabinieri e guardia di finanza, hanno perquisito le strutture oggetto dell’indagine e acquisito materiale relativo ai ricoveri di anziani ospitati nelle residenze. Le strutture oggetto dell’indagine sono “Anni Azzurri Sacra Famiglia” Rivarolo, “Centro di Riabilitazione” Genova, “Don Orione Paverano”, “La Camaldolina”, “Residenza San Camillo”, “Residenza protetta Torriglia” di Chiavari. A quanto spiegato dalla Procura, “”in queste strutture, nel periodo febbraio – aprile, è stata registrata una mortalità di gran lunga superiore alla media delle annualità precedenti, nello stesso arco temporale”. Gli indagati sono i direttori sanitari delle strutture. In base ai dati raccolti, il tasso di mortalità nelle sei Rsa finite nel mirino della procura di GENOVA e’ stato, nel periodo tra febbraio e aprile, del 200% in piu’ rispetto agli anni precedenti, con oltre 20 anziani morti per struttura. Da queste evidenze, sulla base dello studio epidemiologico fatto dal pool di esperti incaricati dalla procura, si e’ deciso di perquisire le strutture.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here