Fase 2 e scuola: oggi anche a Genova la protesta in piazza per avere chiarezza

0
58

Il comitato Priorità alla scuola chiama a raccolta oggi, sabato 23 maggio, insegnanti, studenti, educatori, genitori in numerose città italiane. Ad aprile, una petizione era stata diretta alla titolare dell’istruzione, la ministra Lucia Azzolina, dalla piattaforma Avaaz per chiedere chiarezza sul futuro di studenti e insegnanti ma anche per mettere in luce i problemi emersi con la modalità della didattica a distanza. Le scuole in Italia hanno chiuso a febbraio e non hanno mai riaperto. La protesta di oggi in piazza segna quindi un secondo stadio della lotta, perché già nella petizione si chiedeva di considerare la didattica da remoto come una soluzione di pura emergenza, da non prolungare “oltre l’estate, a meno che non ci siano evidenze scientifiche tali da costringere a tenere chiuse tutte le attivitàsiano esse economiche, sociali, culturali, sportive o scolastiche”. Alla richiesta di archiviare la didattica a distanza si associa anche quella di più spazi, più educazione all’aperto, più risorse per la scuola pubblica e assunzioni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here