Anche a Genova la manifestazione dei lavoratori dello spettacolo

0
254
C’è anche Genova tra le 12 città che ospiteranno nella giornata di sabato 30 maggio (in Piazza De Ferrari) i presidi dei lavoratori dello spettacolo che dichiarano uno stato di agitazione permanente in attesa di avere finalmente chiarezza sui sostegni al reddito e sui protocolli per riprendere le attività, attraverso l’istituzione urgente di tavoli di lavoro a livello governativo.
Quello dello spettacolo uno dei settori maggiormente colpiti e meno sostenuti nell’ambito della crisi legati all’emergenza Covid. Ecco il testo del comunicato del collettivo ATTORI ATTRICI UNITI.

Il giorno 30 maggio 2020 si terrà una mobilitazione a livello nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori dello Spettacolo che manifesteranno in 12 diversi capoluoghi di provincia. Da questa iniziativa partirà uno stato di agitazione permanente. In data 14/04/20 si è tenuta una riunione del Tavolo Emergenza del Coordinamento Nazionale dei tanti gruppi e collettivi spontanei nati in seno all’emergenza Covid-19. È stato redatto un Documento di Emergenza in cui veniva ribadita la richiesta di essere convocati a un tavolo di confronto tecnico-istituzionale per partecipare attivamente ai progetti di Ripartenza. Nel Documento veniva fissato come termine massimo per la convocazione il 30 maggio, preannunciando, in caso di mancata risposta, uno stato di mobilitazione di tutto il comparto dello Spettacolo. Le manifestazioni del 30 maggio  devono quindi essere considerate come ultimo appello per essere ricevuti ai tavoli. Il Documento di Emergenza verrà letto nelle piazze insieme agli articoli 4, 9 e 33 della Costituzione Italiana. Tutto si svolgerà nel totale rispetto dei protocolli di sicurezza e del distanziamento sociale.  Al fine di sensibilizzare e promuovere la manifestazione si è scelto di utilizzare l’hashtag #CONVOCATECIDALVIVO e lo slogan NON DISTANZIARE MA STANZIARE! Confidando che comprendiate i motivi che spingono alla mobilitazione dell’intero comparto Spettacolo, e sicuri che condividiate la necessità di porre l’attenzione su un settore prezioso ma pieno di criticità come quello della Cultura nel nostro Paese, Vi ringraziamo per l’attenzione che ci presterete e ci auguriamo vogliate dare massima diffusione al comunicato e all’evento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here