Ponte Genova, Toti e Bucci percorrono per prima volta a piedi nuovo viadotto

0
127

“E’ un momento storico: mentre in due anni non si sono riuscite a mettere in sicurezza le gallerie delle autostrade della Liguria – anche oggi ci sono 2 ore di coda sia verso Savona, sia verso Spezia – qua, in meno di due anni, è stata realizzata questa straordinaria opera: segno che quando le cose si vogliono fare, si fanno. Bisogna averne la capacità e la volontà”. Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, percorrendo per la prima volta a piedi con il sindaco Marco Bucci, il nuovo viadotto sul Polcevera, realizzato in sostituzione del Morandi, crollato il 14 agosto del 2018. “Nonostante il maltempo dello scorso autunno e il Covid, 24 ore su 24 questo cantiere non si è mai fermato e, in meno di un anno, questo ponte è stato costruito. C’è stato un solo contagiato – che poi è guarito – e nemmeno un infortunio. Dimostrazione che – ha aggiunto Toti – quando ci sono persone che si prendono le responsabilità, le cose si possono fare”. Percorrendo il chilometro del nuovo viadotto, il governatore ha voluto ricordare anche le vittime del crollo del Morandi: “Per la prima volta camminiamo dove c’era il Morandi crollato e non posso nascondere l’emozione. Ricordiamo le persone che sono morte. Questo ponte sarà per sempre anche per loro”. Intanto, si avvicina il momento dell’inaugurazione della nuova struttura, attesa per fine luglio: “Tra poco più di un mese passeranno le auto su questo viadotto – ha detto Toti – A poco meno di due anni da quel tragico 14 agosto che nessuno scorderà mai”. Poi una stoccata a chi critica il cosiddetto Modello Genova: “Chi oggi mette in discussione il Modello Genova credo francamente che non sappia di cosa parli e si rifugi dietro pretesti per giustificare l’inettitudine e l’incapacità che spesso hanno contraddistinto le cose in questo Paese. Oggi – ha concluso Toti – camminiamo su un ponte che è la dimostrazione di cosa si può fare in questo Paese, se solo si vuole e se ne è capaci”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here