Inchiesta barriere antirumore: rischio noto ad Autostrade. La relazione della Procura

0
129

Indagini sulle barriere fono-assorbenti installate sulla rete nazionale. Autostrade per l’Italia era a conoscenza della pericolosità e dei rischi connessi alla tenuta dei pannelli già dal 2016. Nella relazione della Procura e della Guardia di Finanza, viene sottolineato come Autostrade per l’Italia pur conoscendo il rischio non sia intervenuta per evitare di sostenere una spesa di centinaia di milioni di euro. Nell’inchiesta sulla pericolosità delle barriere è indagato, tra gli altri, anche l’attuale amministratore delegato di Autostrade, Roberto Tomasi, non per il suo ruolo attuale ma per quello ricoperto nel comitato nuove opere. Il gruppo decideva tutti i principali investimenti dell’azienda e – agli occhi degli inquirenti – non avrebbe dato il via libera alla sostituzione delle barriere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here