Autostrade, futuro da public company con Cdp: Conte esulta, critico Toti

0
132

Consiglio dei Ministri fiume nella notte per le sorti delle concessioni autostradali. Il governo ha raggiunto una mediazione col gruppo Atlantia per un futuro da public company a guida Cassa Depositi e Prestiti e con la famiglia Benetton che scenderebbe nelle quote societarie sotto al 10%. In mattinata è stato dato mandato al Ministero delle Finanze, al Ministero delle Infrastrutture e a Cassa Depositi e prestiti di definire l’immediato cambio di controllo. Ancora da risolvere il nodo delle tariffe, degli indennizi e della manleva.

“Lo Stato ha vinto e ha vinto il rispetto della memoria delle 43 vittime del Morandi”, è stato il commento su Facebook del premier Giuseppe Conte. Una decisione che ha però infiammato le polemiche e su cui è stato critico il governatore ligure Giovanni Toti: “Tanto rumore per nulla”, ha detto Toti, che ha aggiunto “oltre a stare in coda gli italiani, e soprattutto i liguri, pagheranno pure il conto dei cantieri con i loro risparmi e le loro tasse”.

Intanto nuovi disagi sulle tratte liguri. In A12, nel corso delle attività di ispezione condotte durante la notte all’interno della galleria “Della Moranda”, si è reso necessario procedere con interventi di ripristino che hanno richiesto la chiusura del tratto e così la stazione di Chiavari è stata chiusa in entrata e in uscita. In mattinata è inoltre arrivata a 12 chilometri la coda in A26, in direzione Genova, tra Ovada e Masone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here