25 Novembre 2020 – Babboleo

Giorno: 25 Novembre 2020

Genova e Stati Uniti legati a doppio filo, il docente Castagneto racconta la lotta degli afroamericani

Genova e Stati Uniti d’America legati a doppio filo. La casa editrice genovese “Città del silenzio” ha presentato il volume “L’età delle immagini e immagini e progresso”, con testi tradotti in italiano per la prima volta, del padre dei diritti dei neri Frederick Douglass. Il volume è curato dal genovese Pierangelo Castagneto, docente di Storia degli Stati Uniti all’American University in Bulgaria. Per gli americani, Frederick Douglass non solo è stato uno dei maggiori scrittori e oratori statunitensi dell’Ottocento, ma è anche uno dei primi afroamericani a battersi attivamente per i diritti dei neri, tanto da essere raffigurato in opere di street art e celebrato come motivo di ispirazione da Barack Obama. È proprio nel pieno del movimento del #BlackLivesMatter e a seguito della lunga campagna elettorale americana tra Trump e Biden che in Italia esce “L’età delle immagini e Immagini e progresso”, un volume che contiene due testi inediti per il pubblico italiano di Frederick Douglass, a cura di Pierangelo Castagneto per la casa editrice Città del silenzio.

«Frederick Douglass è una figura chiave nella storia americana – racconta Castagneto – nato schiavo nel 1818 in una piantagione del Maryland, all’età di vent’anni riesce a fuggire e si trasferisce prima a New York e poi in Massachusetts, pubblicando Narrative of the Life ofFrederick Douglass, an American Slave”, la prima autobiografia scritta da uno schiavo. Grazie alla sua cultura, straordinaria per l’epoca e per la sua condizione, e alle sue incredibili doti da oratore, diventa il leader del movimento abolizionista. Negli Stati Uniti, tuttora è considerato uno dei padri della lotta per i diritti civili e un simbolo di umanità, cultura e progresso».

Il volume si sofferma su uno degli aspetti meno noti dell’oratore del Maryland, ovvero la sua passione per la fotografia, intesa come strumento atto a favorire l’emancipazione della popolazione afroamericana, fino a quel momento mai immortalata. «Gli scritti raccolti in questo volume, per la prima volta tradotti in italiano, testimoniano la grande attenzione di Douglass per le trasformazioni sociali e scientifiche del proprio tempo – spiega l’editore Andrea Sisti – Douglass coglie nella fotografia un formidabile strumento di emancipazione per i neri d’America, “un’arte democratica”, che, grazie alla sua neutralità meccanica, poteva per la prima volta rappresentare la vera natura dell’afroamericano, mostrarlo nella sua inequivocabile umanità, senza il fardello dei pregiudizi razziali prodotti dai bianchi». Douglass, con gli oltre 150 ritratti che lo vedono protagonista, diventa uno degli afroamericani più fotografati della storia e un simbolo della lotta per i diritti dei neri. Il suo volto è rappresentato ancora oggi in un celebre murales a Belfast.

Sestri Levante sempre più green, Ghio: “A lavoro per rendere il Comune completamente plastic free”

L’adesione all‘economia circolare, un percorso Plastic Free che ha come oggetto la riduzione dei rifiuti sul territorio comunale, la promozione delle “cassette dell’acqua”, l’attivazione di incentivi per la creazione di punti vendita di prodotti sfusi, la programmazione di misure volte alla riduzione drastica della plastica monouso: queste e molte altre ancora le iniziative adottate a Sestri Levante per diventare un comune sempre più green.

Su Babboleo News – Cosa Succede in Liguria: Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante:

Genova Valpolcevera, Nuovo ambulatorio Asl3 in drive through

Genova – Da domani, 26 novembre, viene attivato in Valpolcevera un nuovo Ambulatorio Integrato Asl3 per l’effettuazione di tamponi antigenici rapidi o molecolari in modalità drive through.

L’iniziativa segue il “format” che prevede una sinergia tra Als3 e i partner sul territorio.

L’accesso al servizio avviene su prenotazione tramite i medici di Medicina Generale e pediatri di Libera Scelta del Distretto che aderiscono all’iniziativa.

A seconda del caso il medico indirizza il paziente fissando un appuntamento verso un tampone rapido o uno molecolare.

La sede del punto tamponi è in via Isocorte ed è messa a disposizione dalla S.O.M.S. e dalla collaborazione dei partner.

L’ambulatorio sarà aperto su prenotazione dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Con il nuovo ambulatorio che aprirà domani, e quello inaugurato oggi in Piazzale Kennedy, salgono ad 8 i punti tamponi in modalità drive through a Genova, la lista completa è disponibile al link: http://www.asl3.liguria.it/coronavirus/speciale-tamponi/sedi-asl3-per-i-tamponi.html

Il SIAP si rivolge al prefetto di Genova per un efficace coordinamento regionale

Contro la piaga sociale della violenza sulle donne è fondamentale il delicato ruolo istituzionale svolto da chi deve raccogliere le denunce e indagare per far cessare le violenze, il dolore delle vittime e dei familiari.

I casi di violenza domestica durante la pandemia Covid-19 sono aumentanti vertiginosamente, inoltre aumentando le azioni messe in atto da “branchi” di giovani che diventano violenti, sotto effetto di droghe e alcool.

l’introduzione del “Codice Rosso” ha fornito un nuovo strumento giudiziario che prevede tempi più rapidi per interrompere gli abusi e assicurare alla giustizia i violentatori, ma non è abbastanza, occorrono più risorse da dedicare in modo mirato e specifico all’attività di polizia giudiziaria.

In Liguria sono ancora troppo pochi i casi dove si dedicano ufficiali di polizia giudiziaria, in modo specifico alla gestione del Codice Rosso.

Il dirigente nazionale della S.I.A.P. Roberto Traverso suggerisce così il da farsi: “È necessario investire con decisione su questo argomento per evitare che lo stesso personale continui ad essere costretto ad operare su più fronti operativi rischiando di non riuscire a dedicarsi con la dovuta serenità e calma professionale assolutamente necessaria per affrontare i casi di violenza che purtroppo spesso sfociamo anche in femminicidi.”

Per questo motivo il S.I.A.P. in occasione del 25 Novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ha deciso di rivolgersi al Prefetto di Genova.

Stile Artigiano, quella di quest’anno sarà un’edizione tutta digitale

Uno Stile Artigiano all’insegna del digitale è quello che caratterizzerà l’edizione 2020. Prenderà il via venerdì 27 novembre e durerà fino a domenica 20 dicembre l’edizione numero sedici di Stile Artigiano, un appuntamento on line in linea con le normative in materia di covid-19, in attesa di tornare nelle piazze e nelle vie liguri a partire dall’anno prossimo. L’iniziativa è realizzata da Confartigianato con il contributo di Regione Liguria, per il tramite della commissione regionale dell’artigianato, e della Camera di Commercio di Genova. A oggi sono circa 100, e in continuo aumento, le imprese che parteciperanno all’agorà virtuale dell’eccellenza ligure: una vetrina appositamente creata nel sito www.youliguria.it/stileartigiano dove i visitatori potranno ammirare e acquistare i prodotti delle imprese, servendosi anche della  comoda consegna a casa. La navigazione sarà facilitata da una suddivisione provinciale e da cinque aree tematiche: artistico, agroalimentare, moda/accessori, bellezza/benessere e ristorazione, al cui interno saranno evidenziate le imprese del marchio regionale “Artigiani In Liguria”. Inoltre, ogni giorno i riflettori saranno puntati su alcune imprese di settori diversi, come una sorta di “apertura simbolica” delle finestrelle di un virtuale calendario dell’Avvento artigiano.

Subito una novità per la partenza di venerdì 27 novembre: in occasione degli sconti e delle offerte degli esercizi commerciali per il Black Friday, Stile Artigiano lancia il primo White Friday degli artigiani. Oltre a eventuali sconti verrà regalata una “emozione”: chi farà una spesa in una bottega partecipante, avrà la possibilità di vivere gratuitamente, al termine dell’emergenza sanitaria e per tutto il 2021, l’esperienza di Un giorno da artigiano e costruire insieme al titolare un manufatto o un servizio. Tema centrale di questa edizione sarà dunque la promozione dell’acquisto natalizio in una bottega ligure, con lo slogan #compraArtigiano, concetto interpretato anche in uno spot ironico e simpatico da parte del ligure Carlo Denei. «Il “saper fare” della nostra secolare cultura artigiana – commenta Andrea Benveduti, assessore allo Sviluppo economico della Regione Liguria – rappresenta uno dei pilastri dell’economia e della società italiana. Per questi motivi la Regione Liguria è al fianco della manifestazione Stile Artigiano, che da molti anni promuove e sostiene il nostro artigianato e, insieme a Confartigianato, lanciamo un sentito invito a comprare prodotti liguri per le prossime feste natalizie».

Le imprese genovesi partecipanti a Stile Artigiano potranno anche avvalersi dell’accordo con il delivery ZenAsporto, che garantisce la consegna gratuita nel Comune di Genova, fino a cessata emergenza sanitaria covid-19. Inoltre, Stile Artigiano e ZenAsporto lanceranno la prima Art Box, una scatola che conterrà alcuni prodotti della tradizione alimentare e artistica ligure e che sarà consegnata nelle case genovesi nell’imminenza delle festività natalizie.

Sestri Levante regina del Plastic Free: 500 borracce per gli studenti delle medie

Venerdì 27 Novembre saranno quasi 500 le borracce che saranno consegnate dal Comune di Sestri Levante agli studenti delle scuole medie del territorio. L’iniziativa fa parte nella campagna “”Plastic Free” del comune .

Rispettando le norme anticovid e le predisposizioni nazionali, a partire dalle ore 11 sarà organizzata una cerimonia in modalità mista, ossia virtuale e in presenza, presso la scuola media G. Descalzo, nel quale 19 rappresentanti di classe riceveranno le borracce.

Le borracce sono state realizzate in Italia, grazie ai fondi stanziati dal comune.

La consegna delle borracce rientra nel panorama della nuova Politica Ambientale, il manifesto che raccoglie gli obbiettivi ambientali dell’Amministrazione e le azioni intraprese per raggiungerli.

L’adesione a questa iniziativa ha come oggetto la riduzione dei rifiuti plastici sul territorio comunale e l’attivazione di incentivi per la creazione di punti vendita di prodotti sfusi.

Anche il comune è impegnato a portar avanti iniziative per rendere plastic free le sue sedi, grazie ad attività come la promozione di campagne per la riduzione dei rifiuti solidi urbani e l’incremento della raccolta differenziata.

“Una panchina rossa”: musicisti del Tigullio contro la violenza sulle donne

Un team di musicisti del Tigullio, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ha realizzato un brano che affronta questa tematica.

E’ un brano con un testo intenso, che lascia aperta la porta della speranza pur nella consapevolezza e nella condanna del dramma atroce, figlio della parte più deplorevole dell’essere umano.

È facile identificare il brano con i due cantanti, due voci molto conosciute con esperienze reciproche molteplici, due bei volti, due ragazzi “giusti” per il brano: Nicolò Pagliettini e Arianna Serra hanno dato il cuore per interpretare al meglio la canzone.

Oggi è uscito il brano attraverso i Social. Il 24 dicembre sarà presentato il video del regista Lorenzo Battilana. Sarà un modo per rendere il Natale un momento di riflessione anche su questa tematica che ha una data “simbolica” di ricordo ma purtroppo vive quotidianamente la sua realtà nelle case e nel cuore spezzato di tante persone.

Il brano ha ottenuto il patrocinio dello Zonta Club Portofino Paradiso che opera sul territorio per tutelare i diritti delle donne.

Il brano è interpretato da Nicolò Pagliettini e Arianna Serra. Al progetto hanno partecipato musicisti del Tigullio: Fabrizio Pagliettini ha condiviso la musica con Andrea Quarantelli, mentre l’idea e il testo sono di Riccardo Pagliettini. Il chitarrista è Mauro Caprile e il fonico arrangiatore Andrea Carozzo.

Il link alla canzone è il seguente https://youtu.be/nbFvoclhb_Y

Burger King si trasforma in Burger Queen

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Burger King si toglie la corona dalla testa in favore di tutte le regine.

Da oggi su tutti i canali istituzionali dell’azienda, campeggia un nuovo, temporaneo, logo: Burger Queen.

Un gesto simbolico, per sensibilizzare il pubblico e sostenere il lavoro di tutte le associazioni che si occupano di prevenire e combattere la violenza sulle donne e le vittime degli abusi.

Inoltre Burger King ha chiesto a tutti i propri 5000 dipendenti di utilizzare il nuovo logo sui propri profili social per questa occasione.

L’iniziativa del colosso USA del fast food trova terreno fertile in Italia, dove la figura della donna all’interno dell’azienda è centrale e rappresenta il 59% dello staff.

Bosco Vivo e Foreste Urbane, 50 milioni di piante per oasi mangia-smog in città e salvaguardia dei boschi.

Interessa anche la Liguria la proposta formulata da Coldiretti e Federforeste con il progetto “Bosco Vivo e Foreste Urbane”. L’obiettivo è quello di piantare in Italia nell’arco dei prossimi cinque anni 50 milioni di alberi, progetto che ha tra i principali scopi quello di creare vere e proprie oasi mangia smog nelle città dove, respirare aria pulita grazie alla scelta degli alberi più efficaci nel catturare i gas ad effetto serra e bloccare le pericolose polveri sottili.

Con l’inquinamento dell’aria che è considerato dal 47% degli italiani la prima emergenza ambientale secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’, bisogna intervenire in modo strutturale ripensando lo sviluppo delle città, dove ogni abitante dispone in media, a livello nazionale, di appena 32,8 metri quadrati di verde urbano, che scendono addirittura a 6,3 a Genova.

La situazione è diversa nelle aree rurali dove i polmoni verdi non mancano, ma, in molti casi, a causa dell’incuria e dell’abbandono, sono diventati di fatto ingovernabili.

Il progetto “Bosco Vivo e Foreste Urbane”– affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa –si pone l’obiettivo di gestire il patrimonio forestale in maniera sostenibile per contribuire al raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050, favorendo lo stoccaggio del carbonio da parte delle superfici forestali e delle foreste urbane. Un impegno importante anche per assicurare un presidio attivo contro il dissesto idrogeologico, incendi ed altre forme di impoverimento dei territori, contrastare l’abbandono di tali aree e valorizzare la filiera del legno 100% Made in Italy.
In città – concludono Boeri e Rivarossa – albero ben curato e gestito rappresenta una grande centrale di assorbimento degli inquinanti e, sia nel privato sia nel pubblico, è importante incentivare la diffusione del verde, per creare quelle vere e proprie oasi che puliscano l’aria e tengano mitigata la temperatura”.

Il progetto proposto da Coldiretti e Federforeste è coerente con gli obiettivi di politica ambientale dell’Unione Europea e potrebbe trovare dunque opportunità di finanziamento attraverso il Programma Next Generation UE.

Covid-19, 10 milioni di italiani aspettano il via libera per spostarsi a Natale

Il Natale senza spostamenti tra regioni costerebbe all’Italia 4,1 miliardi solo per le mancate spese degli oltre 10 milioni di italiani che l’anno scorso hanno viaggiato nelle ferie natalizie per raggiungere parenti o amici, oppure per fare una vacanza.

Coldiretti Liguria consiglia, se l’andamento dei contagi lo permetta, di scegliere vacanze in prossimità, evitando posti affollati e seguire la diffusione dei piccoli comuni, che il Liguria contano ben 183 centri e che offrono un patrimonio naturale, paesaggistico senza uguali.

Bisogna fare di tutto per evitare un lockdown nelle prossime festività, a pagarne lo scotto più caro sarebbero le strutture adibite all’alloggio, all’alimentazione e ai trasporti, senza dimenticarsi delle attività di divertimento, shopping e souvenir.

Preoccupanti sono anche le previsioni per la spesa alimentare dedicata ai veglioni e ai pranzi natalizi e per le cena di capodanno, con lo stop di queste attività la spesa si assesterebbe al minimo da 10 anni ad oggi.

Ai microfoni di Babboleo abbiamo sentito il presidente il presidente di Coldiretti Liguria, Gianluca Boeri, qui potete ascoltare le sue parole: