27 Novembre 2020 – Babboleo

Giorno: 27 Novembre 2020

tpl

Trasporti, TPL pronta per la riapertura delle scuole. Si lavora per una mobilità “green”

Istruzione e trasporti: due settori inevitabilmente correlati, soprattutto in questi giorni in cui si parla di ripartire con la didattica in presenza nelle scuole superiori. C’è chi dice già a dicembre, chi a gennaio, quel che è certo è che a breve gli studenti torneranno a spostarsi anche sui mezzi di trasporto pubblico.

Ne abbiamo parlato su Babboleo News – cosa succede in Liguria con la presidente di TPL Simona Sacone, che ci ha anche dato una piccola anticipazione su un progetto “green” nel nodo savonese.

Ascolta l’intervista:

Un progetto, tre anime: nasce a Genova Motorsgrouping, il primo company builder dell’industria automobilistica italiana

Motorsgrouping nasce dall’unione di ParcoChiuso, Evolgo e Talent Garden Genova e sarà presentata ufficialmente il prossimo 3 dicembre in occasione dell’evento “Car Carrozzeria Summit 2020”. Obiettivo: dare vita ad un ecosistema nazionale e internazionale di innovazione tecnologica per ripensare l’industria automotive italiana e promuovere la nascita di start up innovative. 
Su Babboleo News – Cosa Succede in Liguria: Alessandro Cricchio, amministratore delegato di Talent garden Genova:

L’Acquario di Genova lancia un concorso speciale per il suo pubblico

Il covid e le limitazioni non frenano la voglia dell’Acquario di Genova di far vivere le feste natalizie al suo pubblico, per questo ha creato un concorso speciale.
Dal 1° dicembre al 6 gennaio si potranno vincere due esperienze edutainment da vivere all’Acquario e nel mondo AcquarioVillage.
In totale sono 74 i premi messi in palio, che spaziano da semplici biglietti ad abbonamenti o visite guidate.

L’intervista completa a Barbara Azzarelli, brand manager di AcquarioVillage:

Per partecipare è sufficiente andare sul sito dell’Acquario: https://www.acquariodigenova.it/ registrarsi e cliccare sul link del concorso.
Si potrà partecipare tutti i giorni ma solo una volta al giorno.

Mondo della musica e della cultura, obiettivo: reinventarsi, per non perdere la speranza

L’emergenza sanitaria da Sars-Cov-2 sta mettendo a dura prova il mondo della cultura e dello spettacolo, tra restrizioni e chiusure, anche le associazioni si sono attrezzate per non spezzare la catena della cultura. E’ il caso dell’associazione Pasquale Anfossi, nata nel 1995 con l’obiettivo di organizzare concerti e conferenze. All’associazione Anfossi la scelta dei generi musicali e culturali è multipla, si passa dalla musica antica a quella contemporanea, popolare e sperimentale, dove si incrociano altre arti e discipline, favorendo presso tutti l’apprezzamento e il godimento della musica. I concerti privilegiano l’esecuzione di musiche di raro ascolto e nel corso degli anni hanno visto avvicendarsi interpreti di grande valore con la proposta di diversi generi musicali: oltre alla musica da camera, il blues, il jazz, il trallalero e innovative forme di spettacolo multimediale. E in epoca di covid19 la parola d’ordine è diventata reinventarsi, sempre, senza perdere il contatto con il pubblico. “Tra presenza, quando ci era consentito, e digital, in questo periodo di chiusure, abbiamo creato un vero e proprio mix”, spiega la vice presidente dell’Anfossi Carla Magnan. Non solo vice presidente dell’associazione ma anche musicista, compositrice, insegnante al Conservatorio N. Paganini, Carla Magnan ci racconta a tutto tondo il mondo della musica e dell’arte in questo periodo di pandemia. Ascolta l’intervista completa.

“Per chi vede oltre” – la nuova campagna di Anlaids Liguria Onlus

L’Anlaids Liguria lancia sui social la campagna Per chi vede oltre” e in occasione della giornata mondiale contro l’AIDS, il primo di dicembre, illuminerà di rosso tutti i monumenti liguri per sensibilizzare e incitare a non smettere di pensare a malattie come l’AIDS anche in questo periodo storico particolare.

Anlaids è la prima associazione italiana nata per fermare la diffusione del virus HIV, fondata nel 1985 e divenuta onlus nel 1999, il Liguria è attiva al 1987.
Oggi si sente parlare spesso di virus, tanto – giustamente – di Covid19, poco di HIV. Ma anche in epoca di pandemia Anlaids Liguria non si ferma e vuole fare sentire la sua voce e riportare, almeno per un giorno, l’attenzione sull’HIV” commenta l’avv. Maria Viscoli, componente del consiglio direttivo di Anlaids Liguria e di Anlaids onlus.
In Liguria ci sono circa 100 nuove diagnosi di infezione da virus HIV ogni anno, mentre si assestano intorno ai 20 i casi annuali di AIDS. La fascia d’età più colpita rimane quella tra i 18-35 anni.

Da queste statistiche emergono due aspetti preoccupanti” afferma il dott. Giovanni Cassola, ex direttore del reparto di malattie infettive dell’ospedale Galliera di Genova e vicepresidente di Anlaids Liguria. “Anzitutto, il fatto che siano costanti negli ultimi anni deve essere considerato come un elemento negativo. In secondo luogo, un’ampia parte di coloro che scoprono di essere affetti, circa il 40%, si registra uno stadio della malattia già avanzato”.
Ha poi aggiunto: “Questo dato costante rappresenta un fatto grave, poiché siamo di fronte a una patologia per la quale esistono diversi strumenti di prevenzione, in virtù dei quali un decremento è un obiettivo perseguibile. Ne consegue che l’ignoranza rappresenta il principale ostacolo da affrontare”.

Diventa quindi fondamentale lavorare su prevenzione e informazione per ridurre le nuove infezioni. “Sappiamo come evitare il virus; adesso manca la comunicazione per arrivare a luoghi chiave come scuole, uffici e altre comunità pertanto dobbiamo fare di tutto per implementare il messaggio. Chiunque dovrebbe conoscere l’HIV ed inoltre sottoporsi almeno una volta al test, oltre a osservare le norme di prevenzione dovute” ha concluso Cassola.

In Liguria il test HIV viene effettuato nei 6 centri di malattie infettive presenti sul territorio e in tutti i laboratori periferici.

Covid, un miliardo di euro in meno di introiti per il mercato crocieristico

Risposte Turismo come ogni anno presenta la nuova edizione di Italian Cruise Watch, il report di riferimento per chiunque operi nella crocieristica in Italia.
La stima riportata è che a fine anno saranno circa 800.000 i movimenti passeggeri in Italia, con una tracollo del 93,5% rispetto al 2019, un dato che non si registrava dal 1993.

I dati riportati confermano dall’anno scorso, sul territorio italiano, Civitavecchia come porto principale nel mediterraneo mentre sul podio salgono al secondo posto Genova e al terzo Palermo, scalzando Venezia che ha fermato i traffici dopo il lockdown.

La nostra volontà era quella di far capire quanto fosse importante la crocieristica non solo nella sua interezza, ma anche dal punto di vista delle spese dei passeggeri a terra, che di fatto confluiscono nelle altre attività dell’economia turistica”, afferma Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo parlando del mancato contributo della crocieristica all’economia italiana stimato per circa un miliardo di euro, riferito solo alle spese dei passeggeri.
A farne le spese sono le regioni, la Liguria nello specifico segna un segno meno di 93 punti percentuale rispetto alle stime di inizio anno.
Arrivano però conferme che saranno più di 500 milioni di euro di investimenti nel triennio 2020-2022 nei porti di tutto il paese”, conferma di Cesare.

Chiara Ragnini, un ritorno in ‘Disordine’.

E’ all’insegna del ‘Disordine’ il ritorno di Chiara Ragnini, cantautrice genovese da molti anni trapiantata nel delizioso borgo di Lingueglietta, nell’entroterra del ponente ligure.

‘Disordine’ è il titolo dell’EP uscito nelle scorse settimane, in formato fisico e digitale, che contiene quattro nuove canzoni registrate nel suo home studio fra gli ulivi lanciate dal singolo, e relativo video, ‘La sera è ormai notte’, che Chiara racconta così a Babboleo News

L’università al tempo del Covid: a Genova aumentano gli iscritti

Più 17,5% di immatricolati all’Università di Genova, rispetto allo scorso anno: un exploit che vale, in numeri assoluti, 1061 nuovi iscritti in più al primo anno. Questo perchè molti studenti hanno preferito non andare in altre città sia per timore del contagio che per ragioni economiche, ma anche e soprattutto per il lavoro di promozione fatto negli ultimi anni dall’ateneo genovese con un indice di gradimento che è andato aumentando sempre di più.

E intanto l’Università di Genova fa i conti con la pandemia ma l’organizzazione, fiore all’occhiello dell’Ateneo, e il forte spirito di adattamento degli studenti sta permettendo di fare un ottimo lavoro come ha confermato ai microfoni di Babboleo News la Prof.sa Giulia Pellegri delegato del rettore all’orientamento e tutorato.

Iniziano oggi con il Black Friday gli acquisti natalizi anche in Liguria

Il Codacons fa sapere che a partire da oggi 600mila cittadini della Liguria approfitteranno di sconti e promozioni legati alla settimana del Black Friday, e anticiperanno i regali di Natale.

“L’intera settimana di promozioni genererà in regione un giro d’affari pari a circa 65 milioni di euro, con una forte crescita rispetto allo scorso anno – spiega il Codacons – Molti cittadini approfitteranno dell’occasione per fare compere di Natale, e più di un regalo su tre (il 35%) sarà acquistato proprio durante il Black Friday”.

Ad abbattere ogni record di vendite contribuirà probabilmente il Covid, che anche in Liguria ha modificato sensibilmente le abitudini di acquisto delle famiglie, facendo crescere il numero di consumatori che si rivolge al web per le proprie spese. Questo perché – spiega l’associazione – le restrizioni sul fronte dei negozi, la paura dei contagi e l’incertezza sul futuro del commercio tradizionale inevitabilmente spostano gli acquisti dai negozi fisici al web

In testa alla classifica dei prodotti che saranno più acquistati dai cittadini della regione durante il Black Friday troviamo elettronica e hi-Tech; abbigliamento, giochi e videogiochi seguiti da elettrodomestici, articoli sportivi, cura della persona, prodotti per la casa.

E come ogni anno il Codacons mette in guardia i consumatori da possibili truffe durante il Black Friday, sempre in agguato specie quando si compra sul web, e diffonde i consigli utili per evitare fregature e brutte sorprese:

– Acquistate solo da siti Internet sicuri, protetti da sistemi di sicurezza internazionali, riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.

– Acquistate solo da venditori sicuri. Controllare che nei feedback siano riportati correttamente i dati della società titolare dell’attività commerciale.

– Confrontate sempre i prezzi, sia online sia nei negozi fisici. Attenzione agli sconti troppo elevati.

– Controllate che sia riportato oltre al prezzo iniziale del prodotto anche quello finale, comprensivo di spese di spedizione o tasse.

– Controllate la data di spedizione e verificare sempre da dove viene spedito il prodotto.

– Conservate sempre una copia dell’ordine effettuato e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali.

– Sul web pagate o tramite paypal o carte prepagate (meglio evitare bonifici o carte di credito), e non comunicate mai i vostri dati personali, sia via telefono, sia via mail. Non inserite mai dati privati online.

– Ricordare che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni.

– Per gli acquisti online verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.

– Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione avete dritto alla sostituzione o al rimborso.

Hemingway days al Alassio

HEMINGWAY DAYS 2020 ad ALASSIO Venerdì 27 novembre La tappa ad Alassio degli Hemingway Days 2020 avrà luogo venerdì 27 novembre alla Biblioteca Civica Renzo Deaglio di piazza Airaldi e Durante (e non, come comunicato in precedenza, al Caffè Roma).   Nel corso della mattinata, Matteo Porru, giovane scrittore vincitore del Premio Campiello Giovani 2019, si confronterà con i suoi quasi coetanei delle scuole secondarie locali. Nel pomeriggio, a partire dalle 17:00, a collegarsi in streaming dalla Biblioteca saranno invece Luisella Berrino, voce storica di Radio Montecarlo e figlia di Mario Berrino, lo studioso Fabio Contu e il giornalista di viaggio Pietro Tarallo. In collegamento da remoto, interverrà anche Massimo Bacigalupo, professore emerito di Letteratura anglo-americana dell’Università di Genova.  

Questa sessione decentrata degli Hemingway Days di Genova è organizzata dall’Associazione culturale Contattin collaborazione con il Comune di Alassio, grazie al sostegno della Regione Liguria, e appare particolarmente “centrata” perché sessantasette anni fa, nel 1953, nel Caffè Roma della cittadina savonese Ernest Hemingway ideò, con l’amico Berrino, il “mitico” muretto con le piastrelle in ceramica firmate: la prima firma fu proprio la sua. Vari e diversificati i motivi d’interesse dell’iniziativa.  Luisella Berrino, erede di Mario Berrino e memoria storica del Caffè Roma, ripercorrerà per scorci l’amicizia fra Hemingway e suo padre. Fabio Contu, nel suo intervento L’età chiedeva che cantassimo e ci tagliò la lingua, avvierà alla conoscenza di un lato meno noto ma intrigantissimo di Hemingway, che oltre che narratore fu anche poeta, cantore in versi della suaesperienza nella Prima Guerra Mondiale. Pietro Tarallo in Ernest Hemingway: da Alassio a L’Avana. Viaggio sulle tracce di un mito racconterà invece le sue estati ad Alassio negli anni ’50 e i suoi viaggi in Spagna e a Cuba, per rivivere le passioni dello scrittore americano. Mentre nel suo contributo video Hemingway angloligure. Vita e scritturaMassimo Bacigalupo parlerà dell’Hemingway turista ed “esploratore” dell’animo umano a zonzo per la Liguria.  “Nonostante le difficoltà, abbiamo fortemente voluto che la giornata ad Alassio degli Hemingway Days si svolgesse regolarmente, anche se senza pubblico, ma… come se lo avessimo. Stiamo vivendo tutti dei mesi difficili e angoscianti, lo sappiamo bene, ma noi, portando avanti il nostro Festival, teniamo a sottolineare come la cultura non sia un “valore aggiunto” al nostro vivere civile, ma un bene comune di prima necessità. L’Amministrazione di Alassio ha condiviso lo spirito di resilienza che ci anima, e siamo molto contenti, perciò, di iniziare proprio da qui il nostro mini-ciclo di eventi sul territorio ligure”, commentano Barbara Garassino e Massimo Morasso, gli ideatori e co-direttori del Festival.  Per ottemperare alle normative di sicurezza sanitaria imposte dall’emergenza da SarsCoV2, gli eventi non saranno tenuti in presenza di pubblico e verranno trasmessi in diretta, in videoconferenza streaming, sul sito (www.hemingwaydays.it) e sui canali social del Festival.  

Oltre la giornata del 27 novembre ad Alassio, gli Hemingway Days continueranno in Liguria il 19 dicembre a Santa Margherita Ligure (su Hemingway e la poesia) e il 23 gennaio a Rapallo (su Hemingway e il cinema) per concludersi a Genova, fra gennaio e febbraio 2021, nell’Auditorium dell’Istituto Nautico San Giorgio, con gli ultimi incontri del format “Storie di porto”.