28 Febbraio 2021 – Babboleo

Giorno: 28 Febbraio 2021

Bombardier, Venzano (Fim Cisl Liguria): “Su sito di Vado Ligure senza opzione di Mercitalia si perderebbe carico di lavoro per sei mesi”

Il sito di Vado Ligure è un’azienda trainante che ha sempre prodotto utili per il Gruppo di Bombardier che a gennaio è stato acquistato dalla multinazionale francese Alstom. Lo stabilimento ligure è sempre stato un punto di riferimento soprattutto grazie all’alta efficienza, professionalità e flessibilità dei suoi lavoratori. I dipendenti a Vado Ligure sono 450 compreso il service. Per quanto riguarda le attività, Mercitalia, non ha ancora esercitato l’opzione prevista dalla gara vinta da Bombardier a novembre 2017 per ulteriori 20 locomotive, oltre alle 40 già prodotte, opzione che porterebbe un carico di lavoro di 6 mesi, importante per dare continuità produttiva al sito”, spiega in una nota Christian Venzano, segretario generale Fim Cisl Liguria che aggiunge relativamente alle rassicurazioni fatte alle Regione dall’AD di Alstom: “È stata espressa la volontà di investire sullo stabilimento di Vado Ligure, questo è positivo ma vogliamo avere certezze sul ruolo strategico e sulla mission che avrà l’azienda che è un patrimonio di tutta la Liguria ma non solo”, conclude Venzano.

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria: Christian Venzano, segretario generale Fim Cisl Liguria

Liguria in zona gialla, a Genova riaprono i musei con l’auspicio dell’assessore Grosso: “Ci auguriamo di tenere aperto anche nel weekend”

La Liguria è pronta a rientrare in zona gialla a partire da domani, lunedì 1° marzo, grazie all’Rt dei contagi allo 0,94 e al calo delle ospedalizzazioni. Escluse dalla fascia gialla Ventimiglia e Sanremo che resteranno in zona arancione “rafforzata”. Con il declassamento in fascia gialla, dalla prossima settimana torna a riaprire, in sicurezza, anche i musei e i luoghi della cultura. «I nostri musei riaprono le porte e ripropongono gli appuntamenti del giovedì a Palazzo Bianco e al Museo E. Chiossone, mentre stiamo mettendo a punto ulteriori iniziative negli altri musei – commenta l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso – ci auguriamo che la bozza del nuovo dpcm venga confermata e che, dal 27 marzo, i musei delle regioni in zona gialla possano tenere aperto anche nel fine settimana».

Da giovedì 4 marzo saranno nuovamente visitabili, nelle giornate di giovedì e venerdì:

Palazzo Bianco – ore 10/18

Museo del Risorgimento – ore 10/18

Museo d’Arte contemporanea Villa Croce – ore 15/19, con la mostra Autunno Blu prorogata sino al 5 aprile

Museo di Storia Naturale G. Doria – giovedì ore 14/18, venerdì ore 10/19, con la mostra Mythos prorogata fino al 29 agosto

Museo d’Arte Orientale E. Chiossone – ore 10/18

Museo Wolfsoniana – ore 10/18

Casa di Colombo – ore 10/18

Lanterna di Genova – aperta solo il venerdì ore 10/18

Galata Museo del Mare – ore 11/18

Castello D’Albertis – giovedì e venerdì h 10/18. Ultimo ingresso h 17.

Ogni giovedì pomeriggio, a partire dal 4 marzo:

alle 12.45, Pausa pranzo in museo brevi visite guidate su aspetti inediti dell’allestimento del Museo Chiossone. 

Alle 14.30 negli spazi del mezzanino di Palazzo Bianco, i Musei di Strada Nuova propongono Incontra il curatore dietro le quinte del museo, una serie di incontri – approfondimenti su opere delle collezioni non esposte del museo. Sarà dunque possibile apprezzare le eccellenze custodite nei depositi di Palazzo Bianco, nel Gabinetto Disegni e Stampe di Palazzo Rosso, come i capolavori su carta di Arcimboldo, Guercino, Bernardo Strozzi, Ottavio Leoni e un prezioso album di incisioni di Albrecht Dürer. Non mancheranno focus sulle collezioni tessili e ceramiche – come i preziosi ventagli del XVIII e del XIX secolo, il guardaroba mediorientale, gli abiti da festa del XIX secolo – e sulle raccolte del centro DocSai, che ospita foto, lastre fotografiche, antiche carte geografiche e vedute di Genova, preziosi documenti della storia della nostra città. Con la riapertura dei luoghi di cultura, il giovedì pomeriggio torna a Palazzo Bianco l’appuntamento con #IOVADOALMUSEO, approfondimenti e laboratori per avvicinare i bambini al mondo dei musei e dell’arte e per stimolarne la curiosità, a cura della cooperativa Solidarietà e Lavoro. L’iniziativa, dedicata ai ragazzi dai 6 ai 12 anni, è pensata per accompagnare il ciclo di incontri del giovedì con i conservatori dei Musei Civici, rivolti al pubblico adulto

Giovedì 4 marzo: Riflessi e rifletti?

I bambini saranno guidati ad osservare Allegoria della Giustizia di Giovanni Andrea De Ferrari e, con l’aiuto di lampade e candele, analizzeranno come gli oggetti reali riflettano la luce a seconda della fonte luminosa.

A Castello D’Albertis, con il biglietto di ingresso e su prenotazione, visita accompagnata a cura di Solidarietà e Lavoro. Il venerdì, con il biglietto di ingresso e su prenotazione, A più voci…passeggiata in museo a due con intervento del direttore del museo.

Primo appuntamento:

venerdì 5 marzo h 11 e h 16 con le foto inedite degli aborigeni australiani, acquistate a fine 1800 e diventate mezzo di contatto con gli aborigeni odierni, attraverso la collaborazione con l’Università di Sydney

Alle 16.30 Esplora il museo per ibambini dai 5 ai 10 anni.

Un coinvolgente laboratorio dove si costruiranno i binocoli per curiosare nel museo immaginando di essere dei piccoli esploratori in giro per il mondo.