17 Maggio 2021 – Babboleo

Giorno: 17 Maggio 2021

Vino, cozze e tartufo: accordo turistico-gastronomico tra La Spezia e Alba

Avete mai assaggiato gli spaghetti cozze e tartufo? A qualcuno l’inusuale abbinamento “mare-monti” potrebbe fare orrore, eppure esistono ricette anche molto autorevoli che abbinano il pesce e il tartufo. Magari abbinando un buon bicchiere di vino piemontese o delle Cinque Terre.

E anche l’accordo siglato di recente tra La Spezia e Alba accosta, seppur simbolicamente, il Tartufo di Alba ai Muscoli e alle Ostriche del Golfo spezzino. Questa mattina Palazzo Civico l’assessore al Turismo Maria Grazia Frijia e il suo omologo del Comune di Alba Emanuele Bolla si sono incontrati a Palazzo Civico a La Spezia per unire le proprie forze e promuovere reciprocamente le proprie eccellenze enogastronomiche.

“Due Città, due territori che si incontrano perché in tempo di crisi l’unica via è il lavoro di squadra, aprirsi e stringere sinergie che leghino terra e mare – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – Oggi ho dato il benvenuto in Città ai rappresentanti dell’Amministrazione di Alba e l’incontro, preparato dall’Assessore Frijia, è stato molto proficuo. Sono certo che la collaborazione continuerà nei mesi a venire”

Tra l’altro, stiamo parlando di due territori che non solo hanno un’offerta enogastronomica unica, ma sono anche patrimonio dell’Unesco. Il paesaggio vitivinicolo di Langhe-Roero e Monferrato e il Parco delle 5 Terre sono infatti in questa prestigiosa lista.

La Spezia e Alba, due città importanti a livello turistico e gastronomico che insieme potranno rafforzare ancora di più la loro immagine e favorire e scambiare i flussi turistici dei due territori.

Giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia, inaugurata a Genova e Lavagna la panchina arcobaleno

Nella giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, (oggi lunedì 17 maggio ndr) Genova inaugura la prima panchina arcobaleno della Liguria, in piazza Palermo, cugina di quella che è stata scoperta sempre oggi a Lavagna. Così il municipio VIII Medio Levante ha approvato la panchina rainbow in piazza Palermo in seguito all’approvazione del consiglio municipale del 9 febbraio su mozione dei consiglieri Edoardo Marangoni ed Enrico Frigerio (Pd). Piazza Palermo diventa quindi sempre più una piazza dedicata ai diritti, ospitando già una panchina rossa come simbolo contro la violenza sulle donne.
Questa inaugurazione avviene proprio nella giornata che il ddl Zan propone come giornata nazionale di impegno contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.


“Arcigay Genova ringrazia i consiglieri proponenti Marangoni e Frigerio”, dichiara Claudio Tosi presidente di Arcigay Genova, “per l’impegno profuso e per l’invito a raccontare ai consiglieri municipali l’importanza di uno schieramento delle istituzioni al fianco delle persone, iniziando proprio da simboli semplici ma importanti. Ringraziamo il Consiglio municipale, che a larga maggioranza ha approvato questa risoluzione”.

Il primo hotel ecosostenibile di Genova regalerà alla città una piazza pubblica

Un nuovo hotel 4 stelle superior, totalmente ecosostenibile, che riqualifichi l’area di via Mura degli Zingari a Genova anche attraverso la costruzione di una piazza pubblica. Un progetto green innovativo che porterebbe nel capoluogo investimenti importanti (si parla di 23 milioni di euro), e coniugherebbe interessi pubblici e privati.

Vastint, gruppo internazionale leader del mercato immobiliare (ha un portafoglio di 4 miliardi di euro) ha messo gli occhi sul capoluogo ligure per la costruzione di una nuova struttura alberghiera. “Abbiamo scelto Genova perché è una di quelle città che combina alla perfezione business demand e leasure demand” spiega Marco Mor, responsabile investimenti Vastint. “Genova ha grandi potenzialità, si stanno facendo grandi investimenti sia a livello infrastrutturale, come il Terzo Valico, sia promozionale, come la Ocean Race e altre manifestazioni”.

E anche l’investimento di Vastint su Genova non è roba da poco: per la completa realizzazione del progetto servono 23 milioni di euro. “Siamo qui per il lungo periodo, l’investimento alberghiero richiede svariati anni per il ritorno dell’investimento”.

Di fronte all’albergo sorgerà una piazza pubblica, costruita e gestita interamente a spese del gruppo. Una grande opportunità per riqualificare, attraverso un investimento privato, un’area pubblica degradata. “Non avrebbe avuto senso investire tralasciando il contorno” spiega Mor. “La piazza pubblica è una bella idea dell’amministrazione comunale, già prevista dal Puc. Questa piazza porterà una nuova vivibilità dell’area”.

L’albergo che sorgerà in via Mura degli Zingari sarà il primo in Liguria a ottenere la certificazione Leed, quella che viene rilasciata a edifici eco-compatibili e che rispettino elevati standard di sostenibilità. Da anni Vastint costruisce in Europa edifici con queste caratteristiche, spiega Amela Guga, project manager del gruppo. “Abbiamo costruito il primo hotel in Lettonia con certificazione Leed Gold e il primo edificio in Belgio con certificazione platino. I nostri due hotel a Milano hanno raggiunto il livello gold. E’ un obiettivo, per noi, imprescindibile”.

La certificazione Leed che sarà conferita anche al nuovo hotel genovese “verifica tutti gli aspetti della realizzazione dell’hotel, a partire dalla progettazione fino alla gestione del cantiere, e le prestazioni dell’hotel nella messa in opera”. Ci sono criteri severi da rispettare in termini di efficienza idrica e energetica, gestione dei rifiuti, scelta di materiali sostenibili. L’hotel di via Mura degli Zingari sarà edificato con il sistema Xlam, un metodo innovativo per la costruzione di edifici in prefabbricati in legno, che tra le altre hanno una capacità intrinseca di immagazzinare Co2. L’alta ingegnerizzazione del processo permette di lavorare principalmente negli stabilimenti fuori città, limitandosi ad assemblare le camere all’interno del cantiere. “Con un camion trasportiamo due camere, riducendo l’inquinamento ed eliminando le polveri: un cantiere pulito, veloce, con impatto inquinante minimo, anche in termini di acustica”.

I tempi per la realizzazione sono relativamente brevi. “Abbiamo consegnato venti giorni fa la pratica paesaggistica in Comune: è il primo step verso il permesso di costruire”. Il primo disco verde è arrivato, ora si attiverà la Conferenza dei Servizi. Entro 5 mesi, se tutto va bene, partiranno i lavori. “I tempi di cantiere sono certi e brevi rispetto a un’edilizia tradizionale. Montiamo fino a 8 camere al giorno, contiamo di terminare i lavori entro un anno dall’inizio del cantiere”. Nel 2023 Genova potrebbe avere il suo primo hotel totalmente ecosostenibile. E i genovesi una piazza di pubblica fruizione, a spese del privato.

L’intervista integrale a Amela Guga:

L’intervista integrale a Marco Mor:

Giornata contro l’omofobia, in Liguria arrivano le panchine arcobaleno. Aspettando il ddl Zan.

Il 17 maggio è la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, un tema di scottante attualità anche alla luce del difficile cammino parlamentare del ddl Zan che prevede aggravanti specifiche per i crimini d’odio e discriminazioni contro omosessuali, transessuali, donne e disabili e che invece trova la pervicace opposizione di alcune forze politiche.

In Liguria verranno inaugurate oggi a Genova e a Lavagna le prime panchine arcobaleno  simbolo della lotta contro le discriminazioni LGBT+, anche a Bogliasco è stata presentata una proposta in tal senso da parte di un comitato locale.

La panchina genovese si trova in Piazza Palermo ed è stata verniciata da ragazze e ragazzi del Gruppo Giovani di Arcigay e da studenti e studentesse genovesi che sostengono la causa di tanti loro coetanei.

«Arcigay Genova ringrazia i consiglieri proponenti Marangoni e Frigerio -dichiara Claudio Tosi presidente di Arcigay Genovaper l’impegno profuso e per l’invito a raccontare ai consiglieri municipali l’importanza di uno schieramento delle istituzioni al fianco delle persone, iniziando proprio da simboli semplici ma importanti. Ringraziamo il Consiglio municipale, che a larga maggioranza ha approvato questa risoluzione».

A Lavagna la panchina arcobaleno, patrocinata dal Comune grazie all’impegno dell’Associazione Culturale L’Agorà, è stata allestita in Piazza della Libertà.