31 Maggio 2021 – Babboleo

Giorno: 31 Maggio 2021

“La risata nobile”, Tullio Solenghi per sei giorni al Duse: ‘Il mio nuovo debutto’

La lunga e fruttuosa collaborazione con il Teatro Pubblico Ligure riporta ancora una volta a casa Tullio Solenghi, in scena a Genova da martedì 1 a domenica 6 giugno con ‘La risata nobile’, per la regia di Sergio Maifredi.

Il palcoscenico sarà quello del Teatro Duse dove Solenghi debuttò nel 1967: nello spettacolo l’attore genovese proporrà una carrellata di grandi autori che hanno elevato la comicità a letteratura: da Aristofane a Cecco Angiolieri, da Achille Campanile a Ennio Flaiano, da Umberto Eco a Paolo Villaggio fino a Woody Allen.

Così Tullio Solenghi a Babboleo.it

L’inizio degli spettacoli è fissato alle ore 19. Domenica ore 16. Info e biglietti su www.teatronazionalegenova.it

Gestione centro storico di Genova, la denuncia del Siap: “Occorre una cabina di regia univoca”

Il Siap (sindacato italiano appartenenti alla Polizia di Stato) ha rimarcato le difficoltà presenti nella gestione del centro storico di Genova e ha richiesto una cabina di regia univoca, poiché ad oggi l’area del centro è supervisionata dalla polizia di stato, dai carabinieri e dalla polizia locale.
Roberto Traverso, dirigente nazionale e segretario generale provinciale Siap Genova, spiega ai microfoni di Babboleo News perché sia stata richiesta una regia univoca: “la scelta di suddividere il centro storico è stata una scelta data dalla volontà del sindaco Bucci, una scelta che noi abbiamo criticato. Vogliamo evitare situazioni di difficoltà operativa, noi ci riferiamo all’attività di polizia giudiziaria e non amministrativa”.
Il dirigente nazionale e segretario generale provinciale Siap Genova ha parlato inoltre delle ripercussioni della pandemia sui crimini più comuni, come ad esempio lo spaccio, che si è intensificato insieme ai furti.
“Ci stiamo portando dietro i gravi ritardi sui vaccini alle forze dell’ordine, questo perché siamo partiti tra gli ultimi”, così Traverso commenta la situazione vaccinale.

Ascolta l’intervista completa a Roberto Traverso

I cantieri frenano il turismo: in Liguria perse il 30% delle prenotazioni

In queste settimane vi abbiamo raccontato i dati positivi sulla ripartenza del turismo in Liguria, complice il contagio covid in discesa nella nostra regione, che dal 7 giugno sarà ufficialmente in zona bianca.

Gli alberghi di Genova, nel weekend appena trascorso, hanno superato il 60% delle prenotazioni, e questo è un ottimo segnale per un settore duramente penalizzato dalla pandemia.

Purtroppo, però, a frenare la ripartenza – racconta Fabio Raimondo, presidente giovani Federalbergatori della Liguria – sono le ore di coda che i turisti trascorrono sulle nostre strade. O meglio, trascorrerrebbero: tanti, infatti, preferiscono trascorrere le proprie vacanze altrove.

“Mediamente, sul caos autostradale, perdiamo il 30% delle prenotazioni” spiega Raimondo. “Non è un dato da poco, se lo sommiamo ai tanti turisti che rinviano le ferie perché alle prese con il richiamo del vaccino”.

Una situazione complicata, perché da un lato i lavori si rendono necessari per mettere in sicurezza il sistema infrastrutturale della Liguria. “Infatti non chiediamo che non ci siano cantieri, ma che almeno non siano fatti in periodi che colpiscono così duramente le nostre attività. Non possiamo pensare di fare sempre i lavori in piena stagione e protrarli fino a fine luglio. Questo vuol dire ammazzare il nostro settore e la nostra regione a livello turistico”.

Il rischio, soprattutto per i turisti delle regioni vicine, è che a partire dall’anno prossimo, in cui viaggiare all’estero sarà più facile, in molti preferiranno prendere un aereo e essere in qualsiasi angolo d’Europa in circa 2 ore, piuttosto che prendere l’auto e impiegare anche il doppio del tempo per arrivare nelle strutture ricettive della Liguria.

Fabio Raimondo, presidente giovani Federalbergatori della Liguria

Riviera Film Festival, tutti i vincitori della quinta edizione

Si è conclusa, con la cerimonia di premiazione dei vincitori, la quinta edizione del Riviera International Film Festival che anche quest’anno ha portato a Sestri Levante i grandi protagonisti del cinema italiano e internazionale.

Tra i protagonisti del Festival, sempre più attento alle tematiche ambientali cui è dedicata una sezione Documentari che quest’anno ha visto raddoppiare il numero di film in concorso, anche Andrea Crosta, fondatore della Earth League International, la prima agenzia di intelligence al mondo specializzata nel contrasto ai crimini contro il pianeta.

Con la cerimonia di domenica 30 maggio al Riff Lounge di piazza Matteotti, sono stati svelati i nomi di tutti i vincitori del Riviera International Film Festival 2021.

Miglior film: “As Far as I Know” di Nandor Lorincz e Balint Nagy (Ungheria).

Miglior documentario: “Newtopia” di Audun Amundsen (Norvegia).

Miglior regista: Malou Reyman (“A Perfectly Normal Family”).

Miglior attore: Julian Vergov (“German Lessons”).

Miglior attrice: Kaya Toft Loholt (“A Perfectly Normal Family”).

Audience Award: “Spagat” di Christian Johannes Koch (Svizzera).

Menzione Speciale Documentari: “The Magnitude of All Things” di Jennifer Abbott (Canada).