Maggio 2021 – Pagina 2 – Babboleo

Mese: Maggio 2021

Cantieri autostrade, Bagnasco “A Rapallo ottimismo su ripartenza ma serve aiuto per rendere Liguria raggiungibile”

Ancora in calo incidenza e ricoveri, sono 82 i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore secondo i dati del bollettino quotidiano emesso dalla task force regionale per l’emergenza. “Il Covid continua a perdere terreno in Liguria”, commenta il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti che sull’incidenza aggiunge: “I numeri rimangono molto al di sotto dell’area di rischio per cui procediamo senza sorprese verso la zona bianca dal 7 giugno”.
Nell’attesa in Liguria si pensa alle prossime riaperture, con le regole che cambieranno dal 1 giugno. I comuni e in particolare quelli delle riviere si preparano all’arrivo dei turisti e, in queste ore di tregua dal caos autostrade, auspicano soluzioni sul fronte cantieri che complicano l’arrivo in Liguria.
Ascolta l’intervista a Radio Babboleo News di Carlo Bagnasco sindaco di Rapallo.

Centro Anidra contro Favis e Cepas:”I centri olisitici non sono sette, chi lo dice commette un reato”

Botta risposta tra le associazioni Favis e Cesap e il centro Anidra di Borzonasca. Ieri le due associzioni avevano chiesto una presa di posizione da parte degli Ordini Nazionali dei Medici e degli Psicologi, e da parte del Ministero della Sanità, oltre all’impegno del Parlamento nei confronti della lotta contro la diffusione di teorie pseudoscientifiche e di trattamenti alternativi. Leggi la notizia qui https://www.babboleo.it/attualita/caso-anidra-le-richieste-di-favis-e-cesap-una-legge-contro-la-diffusione-di-teorie-pseudoscientifiche-e-di-trattamenti-alternativi/

Oggi la replica del centro Anidra di cui era socia Roberta Repetto, per tutti Bobby, la 40enne chiavarese deceduta lo scorso ottobre a causa di un melanoma. Quest’ultimo si era manifestato dopo che un neo, mesi prima, sarebbe stato asportato senza anestesia e senza successivi esami istologici dal dottor Paolo Oneda alla presenza della guida spirituale del centro Paolo Bendinelli. Entrambi (che sempre secondo le accuse avrebbero minimizzato i sontomi di Roberta nei mesi successivi) sono in stato di arresto. Il primo è ai domiciliari a Brescia, il secondo è in cella a Marassi.

Ecco il testo integrale della replica del centro Anidra.

Apprendiamo da alcuni organi di stampa che pseudo associazioni, dalla dubbia legalità e credibilità, in lotta per il ripristino del reato fascista di plagio, già abrogato perché incostituzionale, vogliono equiparare e far credere che i centri olistici siano delle sette. Purtroppo, la ricerca di pubblicità a buon mercato da parte di profittatori privi di ogni cognizione di causa può solo generare confusione oltre che alimentare sospetti sulla professionalità degli operatori del mondo olistico compresi i soci e i collaboratori del Centro Anidra che non risultano né indagati né accusati di alcunché.
Pertanto, è stato conferito mandato all’Avv. Andrea Vernazza del Foro di Genova affinché tuteli il decoro, la dignità e la professionalità di ciascuno di noi in ogni sede competente da ogni azione diffamatoria e calunniosa proveniente da chiunque pensi di avere il diritto di infangare la nostra attività che ha alle spalle venticinque anni di storia fatta di premi, riconoscimenti e progettualità.
Ringraziamo gli amici, gli ospiti e i frequentatori del Centro Anidra per i tantissimi messaggi di affetto e di stima professionale che ci hanno fatto arrivare in queste settimane e che ci riempiono il cuore, ben consapevoli, a differenza di altri, di cosa sia realmente il nostro lavoro e della differenza tra la verità e le menzogne strumentali e discriminatorie architettate ad arte per screditare la nostra reputazione e quella di tutti gli operatori del mondo olistico.
Infine, esprimiamo profondo rammarico per come l’immagine della nostra Bobby, dei luoghi e delle persone a lei tanto cari, siano strumentalizzate non solo da persone sconosciute ma anche da chi dice di volergli bene e non conosce o finge di non conoscere la verità sostituendo ad essa la calunnia.

Martorelli, Lega Consumatori Liguria :” Nuovo formati informativo digitale per essere ancora più vicini ai consumatori”

Ai microfoni di Radio Babboleo News, Alberto Martorelli presidente di Lega Consumatori Liguria, ci racconta una grande novità : “E’ partita una nuova trasmissione on-line che verrà diffusa attraverso i principali strumenti digitali: piattaforme social, canale Youtube, sito internet di Lega Consumatori Liguria”.

Trasmissioni in cui saranno approfondite ogni mese le problematiche segnalate dagli utenti, in particolare per problematiche nei settori energia, gas, acqua, telefonia, acquisti di prodotti difettosi, cartelle esattoriali, rimborsi viaggi, ma anche per le iniziative svolte dall’associazione per tutelare i consumatori.

Martorelli sottolinea : “Abbiamo deciso di attivare il nuovo servizio informativo considerando che le caratteristiche legate alla comunicazione sono totalmente cambiate a seguito delle conseguenze generate dalla pandemia Covid 19. “

Grazie alle news on line di Lega Consumatori gli utenti potranno essere informati su come difendere i propri diritti in qualsiasi momento della giornata dal proprio cellulare, a casa, in automobile o tramite i social network a seconda delle proprie esigenze.

A Genova torna “Certosa quartiere condiviso”, una due giorni con protagonisti i cittadini

Certosa quartiere condiviso” è un progetto di innovazione civica nella periferia di Genova, nato da alcuni anni, proprio nel quartiere che ha subito la più grande lacerazione, a seguito del crollo di ponte Morandi.


Quest’anno si è deciso di puntare sul teatro grazie alle storie degli abitanti di Certosa, attraverso lo spettacolo “Mercanti di storie”, interpretato dai cittadini, che sarà messo in scena sabato 29 e domenica 30 maggio all’interno del quartiere.
Carla Peirolero, direttrice artistica Suq Festival e organizzatrice “Certosa quartiere condiviso”, ha commentato ai nostri microfoni il risultato che è stato ottenuto tramite diversi laboratori online: ”Non ci aspettavamo un risultato di questo tipo, siamo davvero orgogliosi, mi sembra un bel modo per concludere questa parte del progetto”.


La direttrice artistica ci ha inoltre anticipato qualcosa a proposito del Suq Festival di quest’anno: “Partirà il 27 agosto per poi terminare il 5 settembre. Vorremmo mantenere, anche se ridotta, la scenografia del bazar dei popoli, che l’anno scorso ci è mancata”.

Ascolta l’intervista completa a Carla Peirolero.

Caso Anidra, le richieste di Favis e Cesap:” Una legge contro la diffusione di teorie pseudoscientifiche e di trattamenti alternativi”

Dopo gli arresti, in relazione al decesso di Roberta Repetto, della guida spirituale Vincenzo Paolo Bendinelli del Centro olistico Anidra di Borzonasca e del dirigente medico di Chirurgia Generale presso l’ospedale di Manerbio dott. Paolo Oneda, accusati di omicidio volontario con dolo eventuale, le associazioni Favis e Cesap hanno richiesto una presa di posizione da parte degli Ordini Nazionali dei Medici e degli Psicologi, e da parte del Ministero della Sanità, oltre all’impegno del Parlamento nei confronti della lotta contro la diffusione di teorie pseudoscientifiche e di trattamenti alternativi.
Hanno sollecitato per l’avvio di azione tempestive, che siano in grado di ottenere maggiori informazioni sul Centro olistico Anidra.

Le associazioni affermano: “Quello che è successo a Roberta potrebbe succedere a qualsiasi altra persona in tutta Italia. Sono tanti gli individui che ricorrono alle cosiddette discipline e terapie alternative, ma a fronte di eventuali benefici riscontrati soggettivamente, si rilevano altrettanti casi, significativi e preoccupanti, in cui il loro uso deve essere qualificato senza mezzi termini nocivo. Inoltre, il ricorso a tali trattamenti, può ritardare inutilmente e a volte, irrimediabilmente, quello a più rigorose ed efficaci diagnosi e terapie di carattere scientifico”.
È stato riscontrato che il Centro Anidra ha accolto alcuni promotori delle cinque leggi biologiche diffuse dalla pericolosa “Nuova Medicina Germanica”, secondo cui, tra l’altro, “non esisterebbero le metastasi, che sarebbero solo un’invenzione della medicina” – continuano le associazioni –. In più, sono stati ritrovati numerosi messaggi e mail inoltrati da Roberta agli indagati, dove si rileva una sua subordinazione psicologica. Ricordiamo che la vicepresidente del Centro è una psicologa e il suo Ordine di appartenenza, al momento sembra non aver preso alcun provvedimento disciplinare nei suoi confronti.”

Da Milano a Sestri Levante attraverso il “Sentiero dei Celti e dei Liguri”

Parte oggi, venerdì 28 maggio, il collaudo del “Sentiero dei Celti e dei Liguri”, un percorso studiato da appassionati di escursionismo che collegherà Milano al Mar Ligure, approderà infatti in Liguria il 6 giugno. Il percorso è di 218 km, da percorrere in circa 10 giorni

L’idea è quella di far diventare questo itinerario un prodotto turistico, da poter fare nella sua interezza o a tappe, e che vada ad alimentare l’economia dei luoghi attraversati, con frequentazione anche ben oltre il periodo estivo.

Emanuele Mazzadi, guida ambientale escursionistica di Bedonia (PR) e tra i fondatori del progetto: “Darà una speranza a chi si sente costretto nella vita in città: l’idea che città, campagna, montagna e mare siano collegati, può dare sollievo e può essere un primo segnale di riequilibrio territoriale tra zone con densità molto diverse”

Ascolta l’intervista completa Emanuele Mazzadi.

“Ti regalo uno sbadiglio”, alla Sala Mercato torna il teatro per bimbi e famiglie. Elena Dragonetti

Una grande e sempre apprezzata tradizione del Teatro Nazionale di Genova è rappresentata dagli spettacoli per bambini e famiglie, che riprenderanno in autunno con un nuovo programma e tante novità.

Nel frattempo c’è una ghiotta opportunità, l’anteprima di “Ti regalo uno sbadiglio”, il nuovo spettacolo di Giorgio Scaramuzzino con Elena Dragonetti, in programma sabato 29 maggio alle ore 16 alla Sala Mercato del Teatro Modena.

Tratto dal libro omonimo dello stesso Scaramuzzino (edito da Salani), Ti regalo uno sbadiglio è un esperimento per capire come gli adulti ritrovino l’esperienza del gioco nel rapporto con i propri figli, trasmettendo loro storie, canzoni e riti della propria infanzia. Lo spettacolo, accompagnato da canzoni e dalle musiche originali di Paolo Silvestri, è ambientato in una scuola materna. Qui una mamma, mentre attende il proprio bambino, si lascia trasportare dai ricordi, rievocando giochi e favole della buonanotte.

La presentazione della protagonista, l’attrice Elena Dragonetti

Info e prenotazioni https://www.teatronazionalegenova.it/

Ass. Ferro su apertura centro antiviolenza a Rapallo – IRIS: “Le istituzioni ci sono”

Ai microfoni di Radio Babboleo News l’assessore alle Pari Opportunità della Regione Liguria Avv. Simona Ferro, per parlare di “Iris – rifiorire nel cambiamento”, lo sportello di Rapallo dove le donne vittima di violenza potranno trovare supporto, sostegno, una vera e propria rete di persone pronte ad aiutarle nel loro difficile percorso. Lo sportello è stato inaugurato questa mattina presso la sede dei Volontari del Soccorso S. Anna Rapallo. Verrà attivato a partire dal 15 giugno per tre mattine a settimana (martedì dalle 10:30 alle 12:30, mercoledì dalle 9 alle 11 e sabato dalle 10:30 alle 12:30). La donna potrà recarvisi negli orari di apertura o contattare le operatrici al numero 0185 309912 h24, con la garanzia assoluta dell’anonimato e della gratuità dei servizi offerti. I Volontari del Soccorso, infatti, hanno messo a disposizione un ufficio distaccato dall’ingresso alla sede della pubblica assistenza, proprio per garantire alla persona che ha bisogno di supporto il massimo della riservatezza. Alla presentazione dell’iniziativa sono intervenuti: Giorgia Brigati (presidente della P.A. Volontari del Soccorso S. Anna), Pier Giorgio Brigati (vicesindaco di Rapallo e presidente del distretto sociosanitario n. 14), Simona Ferro (assessore regionale alle Pari Opportunità), Elisabetta Ricci (consigliere comunale alle Pari Opportunità), Emanuele Cozzio (vicesindaco Comune di Santa Margherita Ligure), Giannina Rapisarda (presidente Cif-Telefono Donna), Maria Grazia Costa (Comune di Rapallo – Settore Servizi Sociali) e Ileana Corea (presidente Consulta del Volontariato Rapallo). Tutti hanno ribadito l’importanza di essere riusciti a condurre in porto l’iniziativa grazie a una stretta collaborazione tra istituzioni e associazioni. L’auspicio è che, grazie a questo progetto, sempre più donne vittima di violenza trovino il coraggio e la forza di iniziare un percorso di rinascita.

Fochessati, curatore mostra “Raimondo Sirotti” al Palazzo Ducale

Ai microfoni di Radio Babboleo News, Matteo Fochessati, curatore della mostra ” Raimondo Sirotti – La retrospettiva”, a Palazzo Ducale. A quattro anni dalla scomparsa del pittore, già protagonista nel 2005 di un’importante esposizione antologica a Palazzo Ducale, la mostra intende proporre, come già indicato nel titolo, una lettura complessiva della sua intensa e articolata esperienza artistica. Attraverso un percorso cronologico e tematico, che racchiude le principali tappe e le diverse declinazioni espressive e contenutistiche della sua ricerca artistica, l’esposizione si propone dunque di ripercorrerne le fasi salienti e le periodizzazioni stilistiche, mettendo allo stesso tempo in rilievo i soggetti ricorrenti nella sua produzione. Arricchito da prestiti provenienti da importanti collezioni pubbliche e private, oltre che dall’Archivio dell’artista, il percorso espositivo si snoda attraverso sette sezioni che analizzano, in un coerente e unitario discorso critico, tutta l’articolata esperienza pittorica di Sirotti. La mostra offre così ai visitatori una complessiva lettura della sua ricerca, permettendo di collegare l’originalità dei suoi esordi di impronta sironiana alle esplosioni di colore degli ultimi grandi dipinti. In tale percorso si è inoltre posto l’accento sulla sua lirica predisposizione a penetrare i segreti della natura e a restituire le intense emozioni scaturite dall’assimilazione degli eventi che ne scandiscono i ritmi. E proprio dalla magia di tale incontro con il paesaggio nasce la serie pittorica dedicata ai Giardini che, a conclusione del percorso della mostra, svela la circolarità dei temi che ha improntato tutta la ricerca di Sirotti.

Sport, l’appello della Liguria: “Riapriamo le piscine al chiuso dal 7 giugno”

Il 26 aprile sono ripartiti gli sport all’aperto, il 15 maggio le piscine all’aperto e il 24 maggio, con una settimana in anticipo rispetto all’iniziale road map del Governo, hanno riaperto le palestre al chiuso.

Ma per le piscine all’aperto resta la data del 1 luglio. “Una cosa assurda” commenta su Babboleo News l’assessore allo Sport Simona Ferro. Anche perché la Liguria, dal 7 giugno, entrerà in zona bianca, e spariranno molte restrizioni. “E’ inverosimile che non riaprano solo le piscine al chiuso: in Liguria sono la maggioranza e rappresentano un importante presidio sociale e terapeutico per le persone con disabilità”.

Anche gli spogliatoi delle palestre restano serrati. Un grave danno per le attività che hanno riaperto dopo mesi di chiusure: in pochi, infatti, possono farsi la doccia a casa dopo aver fatto attività. La maggior parte dei frequentatori va in palestra in pausa pranzo, o prima di andare a lavoro, ed è quindi costretta a rinunciare.

“Chiediamo che, dal 7 giugno, quando entreremo in zona bianca, si possano riaprire le piscine al chiuso e gli spogliatoi delle palestre”. L’appello dell’assessore ligure Ferro e di numerosi colleghi di altre regioni potrebbe essere ascoltato e valutato dal Governo nei prossimi giorni.

Se dovesse arrivare il disco verde da Roma, anche le palestre all’aperto della Liguria potrebbero finalmente programmare una quantomai necessaria ripartenza.

L’assessore allo Sport Simona Ferro