13 Giugno 2021 – Babboleo

Giorno: 13 Giugno 2021

Calcio Liguria, squadre e arbitri genovesi a San Siro per finali e evento benefico

Cosa unisce la Liguria allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano? Il calcio!

Sandro Scarrone (Calcio Liguria)

Come da tradizione, anche quest’anno il campionato amatoriale di Calcio Liguria, che normalmente si gioca a Genova Coronata, si è trasferito per qualche ora alla ‘Scala del Calcio’, lo Stadio Giuseppe Meazza, meglio conosciuto come ‘San Siro’, dall’omonimo quartiere che lo ospita.

Sporting Family

L’appuntamento si ripete ogni anno, come da tradizione, e San Siro ospita le finaliste dei campionati amatoriali disputati in Liguria. E ieri le due squadre di Calcio Liguria che hanno vinto i campionati di Serie A2 e Serie B (Sporting Family e Velier) hanno calpestato l’erba del Meazza per il prestigioso Torneo Città d’Italia, sfidando squadre di Milano, Piacenza e Venezia.

Le finali hanno fatto da cornice a un importante evento benefico “In campo con il Cuore”, la campagna di raccolta fondi per la diffusione dei defibrillatori salvavita, argomento ancor più sentito e toccante dopo il dramma di Christian Eriksen, calciatore danese colpito da un malore durante la partita contro la Finlandia e salvato proprio da un defibrillatore.

Velier

L’evento, giunto alla quarta edizione, è stato fortemente voluto dalla Presidenza Comunale di Milano e che vede anche Paolo Maldini tra i testimonial.

“Dopo la grave crisi che ha messo in ginocchio tutto il mondo dello sport, eventi come questo riconciliano con la voglia di tornare a vivere grandi emozioni e lasciano intravedere la luce della piena ripresa” dice il patron di “Calcio Liguria” Sandro Scarrone, sceso anche in campo nelle vesti di arbitro insieme agli altri fischietti di Calcio Liguria, tra cui Gaetano Presta, Leo Velonà e Carlo Augeri.

La direzione tecnica di squadre e arbitri è stata curata da Laura Rizza, che ha permesso la gestione di squadre e arbitri genovesi.

Sandro Scarrone, Presidente di Calcio Liguria

Sestri Levante ha partecipato al Festival della Lentezza 2021

Anche Sestri Levante ha partecipato al Festival della Lentezza 2021.

Il Festival della Lentezza è un evento culturale di tre giorni nella splendida cornice della Reggia Ducale di Colorno, in provincia di Parma. Il Festival, nomen omen, è una sorta di inno a fare le cose con calma, come disse Vinicio Capossela durante la prima edizione nel 2015, vuole essere uno spunto di riflessione sul presente per ripensare il futuro, in un’ottica di sostenibilità, turismo lento e condivisione.

E ieri, tra i protagonisti dell’incontro “Ancora due parole sul Next Generation Eu – Una riflessione a tutto campo sulla sostenibilità” c’è stata anche Sestri Levante, rappresentata dal sindaco Valentina Ghio.

Sul palco anche Elly Schlein, vice presidente della Regione Emilia Romagna, Elena Carletti sindaco di Novellara, Rosanna Mazzia, sindaco di Roseto Capo Spulico, Stefania Bonaldi sindaco di Crema e la giornalista Rosy Battaglia.

Un incontro ricco di contenuti, con quattro sindaci da diverse parti d’Italia che hanno condiviso scelte ed esperienze di sostenibilità avviando contestualmente un confronto sul PNRR e sulle occasioni di sviluppo per i territori.

Richiesta comune, la realizzazione di investimenti concreti legati alla sostenibilità ambientale, all’innovazione sociale e al superamento delle disuguaglianze di genere, con il coinvolgimento diretto dei Comuni e dei territori nell’attuazione del Piano.

Ghio ha illustrato le diverse buone pratiche realizzate nel territorio di Sestri Levante, costruite attraverso percorsi concreti che hanno coinvolto la rete dei parchi urbani, i quartieri e le associazioni a essi legate all’interno dei patti di sussidiarietà del terzo settore, oltre alle azioni e ai servizi messi in campo sul territorio per rendere più vicino il concetto di economia circolare.

L’operazione a Camilla, il neurochirurgo Zona: ‘Operazione difficile e caso complesso’

Domani saranno trasmessi dai Nas alla procura di Genova i documenti sequestrati ieri relativi all’anamnesi pre-vaccino di Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante morta per una trombosi una decina di giorni dopo la somministrazione del vaccino Astrazeneca. Ogni accertamento su eventuali patologie e terapie farmacologiche concomitanti alla vaccinazione e su ipotesi di rapporti di causalità rispetto all’insorgenza delle complicazioni trombotiche è rimessa agli approfondimenti che saranno svolti nei prossimi giorni. L’episodio ha scosso l’intera comunità ligure. A tentare di salvare la ragazza l’equipe del professor Gianluigi Zona, direttore della Clinica Neurochirurgica dell’ospedale San Martino di Genova. “Un’operazione difficile che ha cercato di dare una chance. Un neurochirurgo affronta sempre casi complessi ma un caso così particolare in passato non lo avevo mai visto”, spiega il neurochirurgo a Babboleo News. Ascolta l’intervista.