10 Settembre 2021 – Babboleo

Giorno: 10 Settembre 2021

Alessandro e Marcella: il ragazzo con la sindrome di Usher e la sua guida che nuotano insieme per la ricerca, uniti da una corda. “È la nostra più cara amica”

Una corda di 50 centimetri lega indissolubilmente Alessandro e la sua guida Marcella durante le loro nuotate a scopo benefico: un viaggio in mare che in diverse tappe attraversa tutto lo stivale per raccogliere fondi a sostegno della ricerca per le malattie rare.

Alessandro Mennella, ragazzo genovese affetto dalla sindrome di Usher (una malattia rara che si manifesta con sordità alla nascita e una progressiva perdita della vista), con Marcella Zaccariello è infatti il protagonista della campagna #MiFidoDiTe, organizzata da Rare Partners, che domenica 12 fa tappa nel Golfo di Noli (scopri di più).

“La corda è la nostra più cara amica, il nostro strumento di comunicazione” spiega Marcella, che è anche responsabile comunicazione e fundraising di Rare Partners. “Chiaramente serve una fiducia totale e reciproca: da qui il nome del progetto”.

L’obiettivo della raccolta fondi è arrivare a 15.000 euro. All’antivigilia della tappa ligure, i contributi raccolti ammontano a 12.000. “Siamo ben oltre la metà” prosegue Marcella. “Quando a me e Alessandro chiedono se sia più faticoso nuotare o raccogliere fondi, non abbiamo dubbi nel rispondere la seconda opzione. Ma questo progetto ci sta insegnando che, davvero, insieme si può”.

Ascolta l’intervista integrale a Marcella Zaccariello:

Il Ministero dell’Interno stanzia ulteriori 64 milioni per la messa in sicurezza della Liguria. Vinai: “Cifre importanti, ANCI aiuterà i comuni”

Buone notizie per 146 Comuni della Liguria: il Ministero dell’Interno ha stanziato altri 64 mln per finanziare progetti di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, investimenti di messa in sicurezza di strade e ponti ed efficientamento energetico di scuole e edifici pubblici. I fondi si aggiungono ai 74 milioni già stanziati a febbraio, per un totale di oltre 138 milioni.

“Sappiamo come le nostre strade e il nostro territorio siano fragili, soprattutto nei piccoli comuni, che sono i principali beneficiari di questi fondi” commenta il direttore di ANCI Liguria Pierluigi Vinai. “Il nostro compito è quello di dare una mano a questi comuni, perché la burocrazia è sempre in agguato: anche quando lo Stato dà fondi, spesso chi è senza una struttura adeguata per fare gli adempimenti necessari non riesce a rispettare i tempi”.

I Comuni beneficiari dell’ultima tranche devono confermare l’interesse a ricevere il contributo entro il 16 settembre.

L’intervista al direttore di ANCI Liguria Pierluigi Vinai

In Liguria via al ‘catasto’ dei vigneti storici ed eroici


In Liguria fare il vino è veramente difficile. Tra clima avverso e condizioni geomorfologiche precarie, le nostre fasce di vigneti a picco sul mare – su tutte quelle delle Cinque Terre – sono diventate l’emblema della viticoltura eroica.

Ecco perché nascerà un ‘catasto’ dei vigneti storici ed eroici, che favorirà interventi di recupero e salvaguardia della produzione vitivinicola della nostra regione.

Ad annunciarlo il vicepresidente della Regione Liguria e assessore all’Agricoltura Alessandro Piana.

Questo ‘censimento’ servirà per fornire un elenco dettagliato ai Ministeri competenti, che a partire dal 2022 destineranno fondi importanti per rilanciare i vigneti storici ed eroici.

Soldi con cui si potranno finanziare interventi di ristrutturazione dei vigneti, di difesa del suolo e a favore dell’utilizzo di vitigni autoctoni. Si potranno poi fare eventi promozionali e di valorizzazione, come la creazione di un marchio identificativo nazionale.

La creazione del catasto è un importante passo in avanti verso il riconoscimento a livello nazionale e internazionale del vino ligure: poco (ne produciamo appena 40mila ettolitri all’anno), ma di grande prestigio.

Serena Bertolucci presenta la mostra su Escher a Palazzo Ducale

Ha preso il via a Palazzo Ducale l’evento che di fatto inaugura la nuova stagione espositiva genovese, la grande mostra dedicata all’artista olandese Maurits Cornelis Escher, icona assoluta dell’arte moderna.

Nell’esposizione, la più grande mai allestita per Escher, sono visibili oltre 200 opere e i suoi lavori più rappresentativi come Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939), Giorno e notte (1938) e la serie degli Emblemata.

La presentazione di Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Ducale

La mostra su Escher sarà visitabile sino al 20 febbraio 2022 con i seguenti orari:

lunedì, ore 14-19
da martedì a domenica, ore 10-19
venerdì ore 10-21

Scuola, la Liguria si prepara per la partenza. Dal 15 settembre in classe 168mila studenti

La Liguria si prepara per la partenza in sicurezza del nuovo anno scolastico che interesserà circa 168mila studenti da Ventimiglia a Sarzana e 19mila insegnanti, oltre al personale non docente.

In Liguria sulla platea di personale scolastico complessiva di 35.310 addetti, il 92,35% è stato vaccinato (con prima dose o dose unica con vaccino monodose o altra tipologia con pregressa infezione), dato perfettamente in linea con la media nazionale (92,10%).

Per quanto riguarda le vaccinazioni tra i giovani, nella fascia 12-19 anni il 60,8% risulta vaccinato con almeno una dose. Dal sistema di Liguria Digitale nella fascia tra i 12 e i 18 anni risultano inoltre 40.797 prenotazioni per la vaccinazione, che sarà quindi somministrata nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.

“La parola d’ordine – afferma il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti – deve essere per tutti consentire ai nostri ragazzi di tornare in classe in presenza e in sicurezza. Per favorire il più possibile la vaccinazione del personale, in Liguria abbiamo messo in campo tutte le azioni necessarie, non solo con gli open day e le open night ma anche con canali preferenziali negli hub vaccinali, senza la necessità di prenotazione. Per garantire la sicurezza anche tra gli alunni delle elementari e delle medie, siamo pronti anche ad avviare il monitoraggio del Covid con i primi 1250 test salivari consegnati su tutto il territorio, uno strumento meno invasivo rispetto ai tamponi ‘tradizionali’ e quindi più idoneo per i bambini”.

In applicazione della circolare ministeriale dello scorso 11 agosto, anche sul territorio ligure si adotteranno tutte le misure per il contenimento del contagio e la gestione dei casi in ambito scolastico. La gestione dei contagi in classe continuerà ad essere affidata alle Asl, secondo i protocolli già in essere.
Resta attivo il servizio regionale informazioni Covid dedicato alla scuola, a cura dell’Istituto pediatrico Gaslini con il numero verde 800 93 66 60, attivo da lunedì a venerdì dalle 8 alle 17 e la casella di posta elettronica scuolasicura@gaslini.org. Il Gaslini mantiene anche il ruolo di hub regionale per la parte clinica, di coordinamento dei percorsi e delle attività di formazione. Sono operativi gli ambulatori di ciascuna Asl dedicati alle scuole, accessibili su richiesta del pediatra o del medico di famiglia.

Per quanto riguarda il “Fondo per l’emergenza epidemiologica da Covid-19” per l’anno scolastico 2021-2022 alla Liguria sono stati assegnati 8,3 milioni di euro per l’acquisto di beni e servizi con l’obiettivo di contenere il rischio epidemiologico in relazione all’avvio dell’anno scolastico. Per quanto riguarda invece il potenziamento dell’organico alla nostra Regione vanno 11,4 milioni di euro, per i lavori di edilizia leggera 7,2 milioni di euro, per gli affitti e noleggi circa 1,3 milioni.

“Il sistema della scuola ligure ha avuto finanziamenti importanti sull’organico di diritto con 136 cattedre in più nonostante il calo demografico della popolazione studentesca di circa 2mila unità – dichiara l’assessore regionale alla Scuola Ilaria Cavo -. A questi si sono aggiunti i finanziamenti sull’organico aggiuntivo, pari a 11,4 milioni di euro premianti per il fatto che la nostra scuola lo scorso anno ha speso per oltre l’85% le risorse assegnate per l’organico covid. Parliamo dunque di risorse finanziarie significative che si traducono in assegnazione di unità di docenti e di risorse per il mondo della scuola con l’obiettivo di ottemperare alle esigenze dell’avvio di questo anno scolastico che, grazie anche all’informatizzazione del sistema, parte con il 90% delle cattedre già assegnate e quindi con un assetto quasi definitivo. Si tratta di un segnale importante per una scuola che riapre in presenza al 100% e lo fa con uno schema chiaro di funzionamento”.

Sul fronte del piano trasporti “abbiamo fatto un grande lavoro con i tavoli prefettizi per programmare per tempo la ripartenza e con l’obiettivo, raggiunto da tutto il sistema, di avere la doppia fascia di ingresso, laddove è stata decisa, mai superiore all’ora. Monitoreremo che il servizio funzioni adeguatamente, pronti ad apportare eventuali correzioni non appena si rendesse necessario”, conclude l’assessore ai Trasporti Gianni Berrino.

Corpo di Polizia Locale di Genova: carenza di personale nel settore protezione civile

La Uil Fpl Genova segnala le gravi difficoltà in cui opera il personale del Settore Protezione Civile del Comune di Genova che sta soffrendo, ormai da troppo tempo, una grave carenza di personale. A tal proposito la Uil Fpl Genova ha scritto al sindaco Bucci e all’assessore Viale per avvertire, tra le altre cose, del rischio reale di disservizi. Nonostante l’impegno delle lavoratrici e dei lavoratori assegnati al settore, diverse disfunzioni  si potrebbero verificare al servizio proprio con l’approssimarsi del periodo autunnale: il corpo potrebbe non riuscire a far fronte ad emergenze ed eventi eccezionali.

Ai microfoni di Babboleo News Paolo Badalini segretario regionale Uil Fpl Genova