28 Ottobre 2021 – Babboleo

Giorno: 28 Ottobre 2021

“Ciacci sognare”: allo Stradanuova lo spettacolo lo dirige…il pubblico!

Irresistibile stand up comedian, Alessandro Ciacci inaugura la nuova stagione del Teatro Stradanuova di Genova venerdì 29 ottobre (doppia replica h.19.30 – 21.15) con “Ciacci sognare – Puntata zero”, uno show esilarante e…senza rete, costruito assieme agli spettatori in tempo reale.

La presentazione di Eleonora D’Urso, direttrice artistica di Stradanuova.

https://www.teatrostradanuova.it/

Fa ‘la barba in piedi’… e diventa campione del mondo: chi è il savonese Federico Antonelli

Federico Antonelli, 44 anni, nato e cresciuto a Savona, è da qualche giorno il miglior barbiere del mondo. A Salerno si è aggiudicato la medaglia d’oro come ‘World Champion Barber’, vincendo la competizione mondiale che accoglie professionisti della barba da tutto il mondo.

L’albero genealogico di Antonelli, del resto, non mente: il titolare de ‘La Barberia dal 1947’ ha ereditato il mestiere da papà Giampiero e nonno Giovanni. “A 15 anni mi sono iscritto all’ANAM, la scuola per barbieri” racconta a Radio Babboleo. “Nel frattempo lavoravo in negozio con mio papà”.

Nel 2015 ‘Lo Scultore’, come viene chiamato dai clienti più affezionati, inventa la tecnica – unica nel suo genere – che, sei anni dopo, lo incoronerà ‘Miglior barbiere al mondo’: è la ‘Standing Beard’. “Faccio la barba in piedi” spiega. “L’uomo cammina in piedi, la barba fatta così dà più naturalezza e mi permette di centrare meglio l’obiettivo. Come è nata? Una volta ho fatto alzare un cliente per capire meglio come mettere mano alla sua barba. Mi si è aperto un mondo”.

Ora la sua tecnica, che utilizza esclusivamente pettine e forbici (guai a usare il rasoio) è studiata nelle scuole e utilizzata in tutto il mondo. E lo ha portato a essere riconosciuto come il migliore di tutti. “La vittoria? La dedico alla mia famiglia, in particolare a mio papà, ai miei insegnanti. Ma soprattutto ai miei clienti e modelli: mi hanno permesso di affinare la mia tecnica, affidandosi alle mie mani. A loro devo molto”.

L’intervista completa a Federico Antonelli su Radio Babboleo:

”L’eredità di Piero”: il ricordo del sindacalista Pier Angelo Massa

A due anni dalla scomparsa di Piero Massa, la Uil Pensionati Liguria, ricorda e rilancia le idee e la figura del sindacalista che per molti anni è stato alla guida della Uil Genova e della Liguria e della Uil pensionati liguri. Un uomo, un sindacalista dalle spalle larghe, dalle braccia aperte, dal pensiero veloce e brillante, costruttore di progetti sociali rivolti all’inclusione, contro il disagio e la solitudine.

Questa mattina, presso la Casa di Quartiere di Certosa, Uil Pensionati e Ada hanno aperto un momento di riflessione sull’eredità di Piero Massa: una tavola rotonda per affrontare il tema dei pensionati e il messaggio di Massa contro le disuguaglianze.

Nella città dell’acciaio e della Silver economy, nella città delle alluvioni e del ponte rotto, nella città dell’accoglienza e della lotta al terrorismo, Genova, Piero Massa ha saputo essere sindacalista saggio, generoso e leale, pronto a condividere esperienze e progetti, dispensatore folle di ricordi, personalità creativa e spirito guida nel sindacato – spiega Alba Lizzambri, segretaria generale Uil Pensionati Liguria – Padre e fratello maggiore fuori e dentro le fabbriche, Piero Massa era convinto che le persone e le loro storie fossero patrimonio comune da valorizzare. Imparare a leggerle nel contesto sociale era un dovere, sempre con spirito critico per restituire al mondo una grande ricchezza: l’umanità”.

L’ultimo progetto di Massa era proprio quello contro la solitudine degli anziani. ‘Bisogna fare di tutto perché gli anziani stiano meglio, per costare di meno, non essere un peso e diventare attivi e produttivi anche nel loro percorso di anzianità’ sottolinea Carmelo Barbagallo, Segretario Generale Uil, che continua: ‘i giovani corrono veloci, gli anziani conoscono la strada, assieme possono arrivare prima dove devono arrivare

È stato istituito anche un Premio nazionale Letterario Artistico in onore e ricordo di Piero Massa per parlare di lui in senso propositivo e non solo commemorativo. Il premio vuole far vivere le idee chiave di Massa, lanciando una sfida a scrittori, poeti e fotografi su una tematica che quest’anno è proprio la solitudine, uno dei concetti chiave di Piero Massa.

Alba Lizzambri, Segretaria Generale Uil Liguria, a Radio Babboleo: ‘In momento storico particolare è importante parlare anche della funzione degli anziani nella società, visto che secondo uno studio della Cgil risulta essere molto elevato il numero degli anziani in Liguria’

Riccardo Grozio, responsabile di Liguria Silver, la newsletter della Uil Pensionati Liguria, racconta del Premio nazionale Letterario Artistico dedicato a Piero Massa.

Carmelo Barbagallo, Segretario Generale Uil, racconta la figura di Piero Massa e delle sue politiche contro la solitudine e favore dell’inclusione sociale.
Bisogna salvaguardare i pensionati soprattutto in questo momento in cui questi sembrano essere le vittime sacrificali del sistema’.