Ottobre 2021 – Pagina 6 – Babboleo

Mese: Ottobre 2021

Domani riaprono le discoteche, cinema e teatri al 100%. Costa: “A piccoli passi per non tornare più indietro”

Da domani entrano in vigore le nuove misure anti Covid, meno stringenti, decise dal Consiglio dei Ministri, tra cui l’aumento di capienza in cinema, teatri e stadi e la parziale riapertura delle discoteche. Uno step importante, dettato dalla fiducia del Governo nella campagna di vaccinazione (l’80% degli italiani over12 ha completato il ciclo). “Ripartiamo a piccoli passi, per non dover più tornare indietro o a nuove chiusure” commenta su Babboleo News il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Sulla percentuale di italiani che ancora non ha ricevuto nemmeno una dose (circa il 15%), Costa si dice ancora fiducioso. “Possiamo convincerli. Solo una minima parte è ascrivibile ai No Vax”.

Di seguito l’intervista integrale al Sottosegretario Costa.

Le nuove riaperture. Per molte attività e cittadini c’è la speranza di non tornare indietro. Quella di ‘non chiudere più’ è una certezza per il Governo?

L’80% degli italiani è vaccinato. L’obiettivo è raggiunto o c’è ancora da lavorare su quel 20%?

Terza dose, dalla prossima settimana in Liguria partono le somministrazioni al personale sanitario. La dovremo fare tutti? Che indicazioni arrivano al Governo dagli esperti?

Ieri l’assalto alla sede romana della Cgil da parte dei manifestanti No Green Pass. Non si sta esagerando?

Oggi è la Giornata dedicata alle vittime del lavoro. L’Italia non ha buoni numeri, e la Liguria se possibile fa peggio. Cosa fare per migliorare questi dati?

Cinema e teatri con capienza al 100% a partire da lunedì, Giacobbe (Circuito Cinema): “Grossa soddisfazione, sicurezza sempre garantita”

“La pandemia è sotto controllo”, così il presidente del consiglio Mario Draghi, nelle ore successive all’annuncio di nuove riaperture, che stanno traguardando il ritorno alla normalità. Tra queste la capienza al 100% per cinema e teatri. Nuove riaperture sono previste anche per stadi e discoteche, stadi al 75% e discoteche al 50%. La ripartenza di tutte queste categorie è prevista da lunedì 11 ottobre.

Soddisfazione da parte del responsabile di Circuito Cinema Alessandro Giacobbe, che ai microfoni di Babboleo News ha spiegato che “la possibilità di riempire i luoghi della cultura è una grossa soddisfazione ma soprattutto è un segnale per il pubblico, perché significa certificare ciò che già affermavamo. Ovvero, – rimarca Giacobbe – i luoghi della cultura così come sono strutturati e preparati non costituiscono un pericolo dal punto di vista sanitario”.

Per quanto riguarda le mascherine Giacobbe afferma che “la capienza potenziale al 100% non significa annullare completamente le restrizioni, l’accesso per il pubblico sopra i dodici anni è consentito esclusivamente con green pass, questa è una garanzia e una tutela per lo spettatore che trascorre le ore dello spettacolo con persone che sono protette da vaccino o sono state tamponate. Inoltre, – dichiara Giacobbe – si mantiene la richiesta dell’utilizzo della mascherina durante la visione dei film”.

Ascolta l’intervista completa del responsabile di Circuito Cinema Alessandro Giacobbe

Un anno dalla morte di Roberta Repetto, la famiglia:”Dodici mesi pesanti e dolorosi, chiediamo giustizia”

E’ trascorso un anno dalla morte di Roberta Repetto, agente immobiliare e insegnante di yoga chiavarese, al centro del caso Anidra di Borzonasca.

In seguito al ritrovamento dei diari di Roberta e di alcune chat si è aperto uno scenario che ha aperto le indagini della Procura di Genova che sta facendo luce su quanto
accaduto.

Dopo gli accertamenti, nell’aprile 2021, sono stati arrestati il ‘santone‘ del centro Paolo Bendinelli, 69 anni, e il dottor Paolo Oneda, che l’aveva operata al centro dove la donna frequentava da anni.
I due sono stati accusati di omicidio volontario con dolo eventuale.

Secondo quanto ricostruito l’intervento di Roberta per la rimozione di un neo, risalente al 2018, era avvenuto su un tavolo della cucina senza anestesia ‘in ossequio a studi sul respiro che le avrebbero assicurato la sopportazione e senza adeguata tecnica chirurgica e soprattutto senza alcun successivo esame istologico’ scrive il gip.
Alla comparsa dei dolori e del primo linfonodo, Bendinelli e Oneda, avrebbero inoltre omesso di indirizzare la donna a specifiche cure mediche, tranquillizzandola sulla sua guarigione.
Le condizioni di Roberta sono poi peggiorate rapidamente, ma i due continuavano a rassicurarla e a curarla con tisane zuccherate e meditazione.

Solo il primo ottobre Roberta è stata portata dai famigliari all’ospedale di Lavagna, dove le erano state riscontrate diffuse metastasi causate dal melanoma non curato, e poi trasferita al San Martino di Genova, dove è morta il 9 ottobre 2020.

Ai microfoni di Radio Babboleo il cognato di Roberta Repetto, Thomas Raffo.

E’ stato un anno in cui si è cercato di capire come sia potuto succedere tutto questo

Il primo ottobre, quando la famiglia di Roberta l’ha portata in ospedale, non c’era già più niente da fare

Roberta frequentava il centro ‘Anidra’..Solo gli ultimi giorni però altri residenti è frequentatori si erano accorti del suo stato

Quello che chiedete voi come famiglia è che ci sia giustizia per Roberta

‘Non si sa ancora se tutto è nato da questo neo tolto nel centro Anidra, fatto sta che ci sono cose che devono essere fatte in ospedale o comunque da medici competenti’

“I miracoli esistono”, nel nuovo romanzo per ragazzi di Sara Rattaro l’incredibile storia di Giorgio Perlasca

Si intitola “I miracoli esistono-Storia di Giorgio Perlasca” il nuovo romanzo per ragazzi della scrittrice ligure Sara Rattaro, edito da Mondadori. Un racconto appassionante di cui sono protagoniste una giovane ragazza e la sua anziana ex baby-sitter fra passato e presente, le ombre atroci della Shoah e i conflitti dell’adolescenza. Sul filo della memoria e, soprattutto, grazie all’esempio di coraggio ed eroismo di Giorgio Perlasca, Alice saprà finalmente chi diventare.

Ecco la presentazione di Sara Rattaro a Babboleo.it

Quanto costa affittare e comprare casa in Liguria?

Secondo i dati dell’Osservatorio di Immobiliare.it del primo trimestre 2021, in Liguria sia i canoni di locazione che i prezzi richiesti da chi vende casa sono cresciuti di oltre un punto percentuale.

Nelle compravendite il trend al rialzo accomuna i capoluoghi di provincia, in particolare Savona e La Spezia, ma non Genova, dove invece si riscontrano valori lievemente in perdita.

A settembre 2021 il prezzo medio per acquistare casa in Liguria risulta essere pari a 2.521 euro/mq, mentre i locatori hanno richiesto in media 8,9 euro/mq.

La provincia di Savona registra ancora una volta i costi più alti della regione sia per le compravendite (3.735 euro/mq) che per le locazioni (12,7 euro/mq), mostrando una crescita importante dei valori percentuali addirittura di 6,4 punti nel mercato delle locazioni.
Anche a La Spezia i dati mostrano un aumento dei prezzi di quasi 3 punti percentuali.

Solo nelle città di Genova (0,3%), Imperia (-1,1%) e La Spezia (0,7%) troviamo un mercato immobiliare in perdita. A Genova, unica città con valori in lieve perdita, la discesa dei prezzi non supera comunque il punto percentuale.

La città in cui comprare casa costa di più è Imperia (2.030 euro/mq), anche se il costo è inferiore alla media regionale (2.521 euro/mq) fortemente condizionata dai prezzi molto più alti nelle province. Se gli imperiesi sono gli abitanti che spendono di più per acquistare casa nella regione, allo stesso tempo risultano quelli che spendono meno per l’affitto, con un costo medio di 7,8 euro/mq.

Sia a livello regionale che a livello nazionale il trilocale si conferma la tipologia più ricercata, soprattutto nelle città più grandi.

2°a edizione di ‘Puliamo il tuo parco’: Vallelata e Legambiente ripuliscono Villa Imperiale di Genova e premiano la scuola Marassi con un corso sulle tematiche ambientali

Si conclude sabato 9 ottobre con la giornata di pulizia di Villa Imperiale di Genova la seconda edizione dell’iniziativa ‘Puliamo il tuo parco’, la campagna di sensibilizzazione alla cura del verde lanciata da Vallelata e Legambiente.
Villa Imperiale di Genova è il parco vincitore tra quelli in concorso in regione, e sarà tra i 20 parchi d’Italia ad essere ripuliti a conclusione dell’iniziativa che ha coinvolto anche le scuole, con l’obiettivo di motivare i più giovani ad adottare un comportamento consapevole e rispettoso verso il nostro Pianeta.

“È stato un vero piacere lo scorso anno mobilitare 20 città d’Italia nella Pulizia dei nostri parchi e non potevamo non tornare anche quest’anno, con ancora maggiore entusiasmo, a proporre questa grande iniziativa di importanza civica che ci vede protagonisti insieme a Legambiente”, ha dichiarato Mauro Frantellizzi, Direttore Marketing Galbani Cheese. “E quest’anno abbiamo voluto fare di più: coinvolgere le giovani generazioni nella cura del nostro pianeta è fondamentale, perché parliamo degli adulti di domani. Gli oltre 27.400 voti espressi in tutta Italia nella prima fase del concorso ci dimostrano che l’attenzione a questi temi c’è, ed è dunque necessario che l’educazione ambientale si integri nel percorso di crescita degli studenti, affinché il futuro delle nostre città sia sempre più rispettoso di ciò che ci circonda”.

Rappresentazioni aziendali di Legambiente insieme ai volontari della città si uniranno in una simbolica grande giornata nazionale di pulizia dei 20 parchi vincitori del concorso, uno in ogni regione.

“Alla pulizia del parco di Villa Imperiale parteciperanno quest’anno anche gli studenti dell’I.C. Marassi insieme alle proprie famiglie – dichiara Alice Micchini, Vicedirettrice di Legambiente Liguria – sarà l’occasione per coinvolgerli non solo in un’attività pratica di cura e tutela del proprio territorio a pochi passi dalla scuola, ma anche in un percorso didattico in aula dedicato ai temi dell’economia circolare e della gestione dei rifiuti urbani. L’educazione ambientale nelle scuole è di primaria importanza nel crescere future generazioni di cittadini attivi e consapevoli, d’altronde sono sempre più spesso gli stessi alunni, anche giovanissimi, a risultare già molto più sensibili ed informati degli adulti che li circondano anche grazie a iniziative come quella di sabato che aiutano a toccare con mano, e cambiare in meglio, la realtà dei propri quartieri”.

L’iniziativa ‘Puliamo il tuo parco’ prevede anche un premio per 20 tra coloro che in tutta Italia hanno espresso il proprio voto: i vincitori riceveranno gli esclusivi monopattini elettrici messi in palio.

È possibile iscriversi alla giornata di volontariato sul sito: https://puliamoiltuoparco.vallelata.it/

Un weekend di eventi a Genova per la Giornata Nazionale della Psicologia

In occasione della ricorrenza del 10 ottobre l’ordine degli Psicologi della Liguria presenta un intero weekend di iniziative dedicate alla salute mentale.
Aiutare la psiche per aiutare la vita‘ è il tema di quest’anno, teso a promuovere il concetto di benessere nella sua accezione più ampia, sottolineando l’importanza della salute psicologica in ogni momento e in particolare nel contesto attuale in cui tutti noi siamo ancora alle prese con la ricerca di una nuova normalità dopo la pandemia.

Gli eventi avranno inizio venerdì 8 presso il Teatro di Strada Nuova di Genova, con lo spettacolo ‘Dentro di me non abita nessuno‘, realizzato in collaborazione con il Teatro dell’Ortica, introdotto dalla presidente dell’Ordine degli psicologi, Mara Donatella Fiaschi e cui seguita un dibattito con gli attori e il pubblico in sala. E’ prevista una replica dello spettacolo domenica 10 ottobre alle 17.

Le iniziative proseguono nel fine settimana con due laboratori esperienziali di consapevolezza per la cittadinanza: sabato 9 ottobre dalle 10 alle 11.30 al Parco del Peralto, e domenica 10 con stesso orario ai Parchi di Nervi.

La partecipazione agli eventi è libera e gratuita, previa prenotazione obbligatoria.
Info: www.ordinepsicologi-liguria.it

Ai microfoni di Radio Babboleo Biancamaria Cavallini, consigliera dell’Ordine degli Psicologi.

L’Ordine degli Psicologi della Liguria, in occasione della Giornata Nazionale della Psicologia, presenta un intero weekend di iniziative dedicate alla salute mentale.

Tutte queste iniziative sono anche per non abbandonare i cittadini in questo momento delicato della vita.

Nel rapporto UNICEF sulla condizione dell’infanzia nel mondo, risulta che più di 1 adolescente su 7, tra i 10 e i 19 anni convive con un disturbo mentale diagnosticato. La pandemia è costata molto a queste persone fragili.

Un consiglio per chi si accorge di avere dei disagi, cosa può fare?

Settimana Nazionale della dislessia: gli eventi

In questa settimana, fino al 10 ottobre, si tiene la sesta edizione della Settimana Nazionale della dislessia, in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (EDA).

A livello nazionale, l’AID organizza la manifestazione ‘DSA: un mondo in una mappa‘, come il complesso mondo dell’apprendimento, spesso organizzato in mappe concettuali, uno dei principali strumenti compensativi per garantire il diritto delle persone con DSA a realizzarsi in piena autonomia.

I disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente, generalmente individuabili con l’inizio della scolarizzazione.

In Italia si stima che siano oltre due milioni le persone con disturbi specifici dell’apprendimento, ma non esistono ancora dati ufficiali sul numero totale di persone con DSA, in quanto questi disturbi sono diagnosticati in maniera diffusa da meno di 30 anni.

I DSA non impediscono la realizzazione delle specifiche abilità, ma richiedono tempi più lunghi e un maggior carico di attenzione: per questo motivo hanno un impatto sul percorso scolastico e lavorativo di milioni di persone, che possono compensare le proprie difficoltà attraverso strategie e strumenti adeguati al proprio stile di apprendimento.

In occasione dell’appuntamento ormai consolidato per far luce sui disturbi dell’apprendimento, la sezione AID di Imperia ha organizzato tre eventi gratuiti, fruibili online sulla piattaforma Team:

– Martedì 5 ottobre (dalle 15 alle 17), ‘Apprendere per comprendere meglio il testo: il compensativo’;
– Mercoledì 6 ottobre (dalle 15.30 alle 17.30), ‘ Le abilità legate alle funzioni esecutive’;
– Venerdì 8 ottobre (dalle 11.30 alle 12.30), ‘Cerco le mie strategie: strumenti compensativi’.

Su Radio Babboleo Raffaella Gualco, presidente sezione AID Genova.

“Sono già iniziati negli scorsi giorni gli eventi online organizzati dalla sezione AID di Imperia dedicati alla sensibilizzazione verso i DSA”.

“Il riconoscimento dei DSA sono aumentati negli ultimi anni, sino a riguardare il 4,9% degli alunni italiani, grazie alla maggiore attenzione nei confronti di queste problematiche”.

“E’ importante individuare il disturbo dell’apprendimento subito per evitare fenomeni distorsivi importanti e cadute di autostima e della didattica, e adottare strumenti compensativi e dispensativi adeguati”.

“I DSA non sono disturbi, ma tipi di intelligenze che richiedono un diverso approccio all’apprendimento, una didattica più inclusiva che valorizza le diverse intelligenze i diversi tipi di apprendimento, per permettere a tutti di raggiungere degli ottimi livelli di istruzione.”

‘L’eterna gioventù’ di Maurizio Maggiani. Evento ai Giardini Luzzati di Genova

Un nuovo romanzo per lo scrittore spezzino Maurizio Maggiani, da sempre legato profondamente alla Liguria ma autore di storie universali e di grande intensità: si intitola ‘L’eterna gioventù’ (Feltrinelli) e racconta storie di ribelli ostinati , perseveranti nel costruire un sogno a dispetto di ogni sconfitta del presente, storie che attraversano epoche e oceani e continenti, guerre e rivoluzioni, da Genova a New York a San Pietroburgo, da Domokos a Sidone.

Maggiani presenterà il libro  venerdì 8 ottobre ai Giardini Luzzati di Genova (piazzetta Rostagno), dalle ore 18. Ospite dell’incontro anche il cantautore Alessio Lega protagonista di centinaia di spettacoli, di performance, di conferenze/concerti sulla canzone d’autore mondiale e sulla musica popolare e d’impegno.

Info e prenotazioni alla e-mail Feltrinelli Eventi.

Genova Start, giovedì la notte bianca delle gallerie d’arte moderna. Schoen: “Così l’arte propone e si rinnova”

L’arte moderna e contemporanea protagonista, per una notte, a Genova. Giovedì 7 ottobre ventuno gallerie del centro e centro storico ripropongono ‘Genova Start’, aprendo dalle 18 fino a tarda serata le proprie porte ai visitatori.

“Vogliamo aumentare i numeri dell’edizione 2020” spiega a Babboleo News Chico Schoen, responsabile e organizzatore di Genova Start. “La pandemia comincia lentamente a lasciarci, contiamo che le persone vincano quella piccola ritrosia dovuta al Covid-19 che li accompagnava l’anno scorso”.

Una partecipazione vasta all’evento, che coinvolge praticamente tutte le gallerie d’arte moderna e contemporanea della città. “Rimango stupito dalla quantità di spazi destinati all’arte moderna a Genova” prosegue Schoen. Diciannove gallerie si trovano nelle piazze e nei vicoli del centro storico, due in centro città. “Un percorso che si può fare interamente a piedi”.

La prima settimana di ottobre è particolarmente ricca di eventi per il centro storico: ‘Genova Start’ si svolge in contemporanea ai Rolli Days e nell’ultimo giorno di Caruggi@Sport, l’iniziativa del Comune per rilanciare lo sport nei vicoli.

“L’arte contemporanea si rinnova in continuazione” conclude Schoen, spiegando che ‘Genova Start’ sarà un evento destinato a perdurare nel tempo. “Giovedì iniziamo un percorso con ventuno inaugurazioni, ma che non terminerà la sera stessa”.

L’intervista completa a Chico Schoen: