5 Gennaio 2022 – Babboleo

Giorno: 5 Gennaio 2022

Assegno unico per i figli: tutto quello che c’è da sapere

Dal 1° gennaio 2022 è entrato in vigore il nuovo assegno unico per i figli, che va a racchiudere alcune prestazioni prima erogate dall’Inps o dal datore di lavoro. L’assegno unico assorbe infatti l’assegno familiare tradizionale, il bonus mamma e il bonus bebè.

La prestazione del nuovo servizio la possono richiedere i genitori o chi esercita la responsabilità genitoriale, ma anche il figlio maggiorenne.
La domanda può essere presentata anche da cittadini europei o extraeuropei, con i soli requisiti di residenza in Italia per almeno due anni, anche non continuativi, e di titolarità di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato con una durata di almeno 6 mesi.
L’assegno unico verrà erogato a partire dal 7 mese di gravidanza fino al compimento del 21 anno di età, se il soggetto è studente. Il servizio è riconosciuto anche a quei nuclei familiari con figli con disabilità, per i quali non ci sono limiti di età anagrafica.

Questa nuova prestazione verrà erogata in base al valore Isee, che determinerà l’importo dell’assegno. “Con Isee base di valore fino a 15 mila euro abbiamo un importo mensile per figlio pari a 175 euro, per arrivare alla soglia base con un Isee fino a 40 mila euro con 50 euro a figlio” – riporta Cinzia Boscaglia, coordinatrice regionale patronato ITAL UIL – “Dato che si tratta di una nuova prestazione l’Inps da la possibilità di presentare la domanda per l’assegno unico anche senza l’Isee, e una volta elaborata la pratica verrà pagato al richiedente l’importo base, e poi vedersi ricalcolata la prestazione quando verrà presentato anche l’Isee”.

C’è tempo fino al 30 di giugno per presentare la domanda e per aver diritto agli arretrati. Chi presenterà la domanda dal 1 di luglio invece vedrà la decorrenza della prestazione a partire dal mese successivo senza gli arretrati.
La domanda può essere presentata in autonomia per chi è dotato di Spid, oppure tramite un patronato.

Ai microfoni di Radio Babboleo Cinzia Boscaglia, coordinatrice regionale patronato ITAL UIL

Dal 1 gennaio si può richiesta dell’assegno unico? Chi può farne richiesta?”

“L’ammontare del contributo cambia a seconda dell’Isee”

Da che età e fino a che età è possibile ricevere l’assegno unico

“Dopo aver fatto richiesta, serve un rinnovo annuale?

Torna Monet a Palazzo Ducale con 50 opere straordinarie

Genova – Ancora e sempre più Monet. Dopo il grande successo nel 2020 dell’iniziativa   ‘A tu per tu con l’opera – 5 minuti con Monet‘, che metteva singolarmente gli spettatori di fronte alle Ninfee del grande pittore parigino, con una fruizione particolare ed inedita dell’opera, Palazzo Ducale ospiterà tra poche settimane la mostra Monet. Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi, con 50 opere del maestro dell’impressionismo.

Le opere saranno esposte dall’11 febbraio al 22 maggio 2022 nella Sala del Munizioniere e racconteranno l’intera parabola artistica di Monet attraverso le opere a cui teneva di più: quelle che Monet ha conservato gelosamente nella sua casa di Giverny fino alla morte e da cui non ha mai voluto separarsi. 

La mostra è promossa da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, prodotta e organizzata da Arthemisia in collaborazione con il Musée Marmottan Monet di Parigi e curata da Marianne Mathieu, studiosa di Monet e direttrice scientifica dello stesso museo parigino. 

INFO https://palazzoducale.genova.it/mostra/monet/