Gennaio 2022 – Pagina 2 – Babboleo

Mese: Gennaio 2022

Sanremo, ecco i favoriti alla vittoria secondo le statistiche dei bookmaker

Mancano pochi giorni all’inizio del Festival di Sanremo che inizierà martedì 1 febbraio in diretta dal teatro Ariston ancora una volta sotto la guida di Amadeus.

Secondo le previsione dei bookmaker riguardo ai favoriti alla vittoria non sembrano esserci dubbi: la sfida è tra Elisa e il duo inedito formato da Mahmood e Blanco in testa a 4,50. Più lontana Emma a 8.

Gli analisti studiano le opzioni anche per le altre categorie a partire dal Premio della Critica che evidenzia un testa a testa tra Giovanni Truppi (Tuo padre, mia madre, Lucia) e Massimo Ranieri (Lettera di là dal mare) entrambi in lavagna a 3. Segue Elisa a 6 con il brano “O forse sei tu”.

Spazio anche all’“ambitissimo” Ultimo Posto che nel corso degli anni ha avuto nomi illustri come Vasco Rossi, i Negramaro, e Ron, solo per citarne alcuni. A sorpresa, c’è Iva Zanicchi a 3,25, che su dieci partecipazioni al Festival di Sanremo ne ha vinte ben tre. Dietro di lei Giusy Ferreri a 4.75 e Ana Mena e Highsnob e Hu entrambi a 5.

In rialzo di qualche posizione Sangiovanni e La Rappresentante di Lista che si collocano a metà classifica.

Genova, Paolo Tanganelli è il primo Garante dei diritti degli anziani

Il sindaco di Genova, Marco Bucci, ha scelto il primo Garante comunale dei diritti degli anziani. E’ Paolo Tanganelli, 72 anni, medico neurologo e docente di Neurologia all’Università di Genova. In passato, Tanganelli è stato primario in diversi ospedali cittadini e direttore di dipartimento per la Asl 3.

Con la sua nomina, Genova diventa ufficialmente la prima città metropolitana ad avere un Garante dei diritti degli anziani.

La delibera era infatti arrivata a maggio 2021, su proposta del capogruppo di Forza Italia Mario Mascia, ma solo oggi c’è stata la prima nomina. Il compito principale di Tanganelli sarà quello di vigilare sull’applicazione a livello cittadino di tutte le norme, interne ed internazionali, adottate in materia di tutela dei diritti delle persone anziane.

La Pandemia e gli effetti psicologici sulla popolazione

La pandemia ha impattato negativamente sulla vita di tutti, le conseguenze legate al Covid-19 hanno modificato il modo in cui vediamo il mondo e ci relazioniamo con gli altri.

Secondo i dati del Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi, otto persone su dieci hanno sviluppato problemi di malessere psicologico e due su dieci soffrono di disturbi mentali. Tra i problemi più comuni si registrano quelli adattivi, relazionali e legati allo stress. Tutto questa pesante situazione non ha riguardato solo gli adulti ma anche, e soprattutto, i giovani. Infatti, dall’infanzia all’adolescenza, un soggetto su sette soffre di disturbi neuropsichiatrici.

L’Ordine degli Psicologi ha avviato un dialogo con regione Liguria con l’obbiettivo di realizzare un servizio di psicologia di base nelle Asl.

Donatella Fiaschi, presidente dell’ordine degli psicologi della Liguria, a Babboleo News, spiega la difficile situazione che molti si trovano ad affrontare in questo momento in cui la pandemia crea disagi e un consulto psicologico non è un servizio accessibile per tutti.

Siamo di fronte a un’ondata di psicopandemia” commenta la Fiaschi e aggiunge “Oltre ad ansia e depressione ci sono persone che hanno problemi relazionali, di coppia, problemi con i figli… di fronte a tutte queste forme non abbiamo una risposta adeguata nei servizi pubblici

Beach cleaning a Savona, l’iniziativa di Gloria destinata a ripetersi: “Non aspettiamo che lo faccia sempre qualcun altro”

Il beach cleaning (pulizia della spiaggia) è il processo di rimozione di rifiuti solidi, sostanze chimiche e detriti depositati su una spiaggia o una costa dalla marea, dai visitatori locali o dai turisti. Si tratta di un’attività umana che, in buona parte dei casi, pone rimedio ai danni fatti all’ambiente da altre persone poco responsabili.

Nel corso degli ultimi anni sono state lanciate diverse iniziative di beach cleaning in Liguria, un fenomeno che cresce in maniera direttamente proporzionale all’inquinamento delle nostre spiagge, sempre più popolate da plastica e rifiuti.

L’ultima, lodevole iniziativa è quella portata avanti da Gloria Chiaramonti, una giovane ragazza ligure che, attraverso un appello sui social, è riuscita a raccogliere un buon numero di volontari e a ripulire il litorale di Savona, uno dei tratti di costa meno interessati, fino ad oggi, dal beach cleaning.

Il 16 gennaio Gloria e i volontari hanno portato via numerosi sacchetti di rifiuti, lasciando la spiaggia incontaminata, proprio come ognuno di noi vorrebbe trovarla. L’iniziativa, spiega Gloria su Babboleo News, è destinata a ripetersi, grazie a un numero sempre crescente di adesioni.

“E’ nato tutto in modo spontaneo” prosegue Gloria. “Le persone incontrate in spiaggia sono rimaste entusiaste dell’iniziativa: ci siamo scambiati i numeri di telefono, si uniranno a noi già a partire da domenica”.

E se ‘fare squadra’ per l’ambiente dà sicuramente un valore aggiunto a quello che si fa, è importante dire che il beach cleaning si può fare anche da soli: basta un’ora di tempo libero, un sacchetto e buona volontà. Il risultato è assicurato.

Enzo Paci, dopo Blanca vi presento i miei ‘mostri’ tutti da ridere!

In costante movimento tra TV e teatro nonostante le difficoltà legate alla pandemia è una stagione ricca di eventi e spettacoli quella di Enzo Paci. Dopo il grande successo della serie televisiva Blanca nei panni del burbero commissario Bacigalupo, e i fortunati show con il collettivo dei Bruciabaracche, il comico genovese sarà protagonista dell’Aperitivo in Cabaret al Teatro Sociale di Camogli venerdì 28 gennaio alle ore 21.

Paci porterà in palcoscenico il suo spettacolo ‘I soliti mostri’ una esilarante carrellata di personaggi ‘ horror’ del nostro tempo viaggiando tra complottisti, chirurghi plastici, santoni, improbabili consulenti finanziari e l’imprescindibile Mattia Passadore.

Enzo Paci presenta lo spettacolo a Babboleo.it

Ma c’è anche l’invito…di Mattia Passadore

INFO E BIGLIETTI https://www.teatrosocialecamogli.it/index.php/it/eventi/47-enzo-paci-i-soliti-mostri?date=2022-01-28-21-00

Rapallo, vigile si aggrappa alla portiera di un’auto in fuga: il video diventa virale

Un agente della Polizia Municipale di Rapallo, Mirko Vaccarezza, si è aggrappato alla portiera di un’auto per fermare il conducente che, dopo aver parcheggiato in mezzo alla strada, fatto resistenza ai controlli con violenza e superato un semaforo rosso, tentava di scappare a tutta velocità.

E’ successo questa mattina, in pieno centro città. L’agente, dopo aver corso per circa 10 metri aggrappato alla vettura, è riuscito a levare la chiave e a fermare il conducente, con l’aiuto dei colleghi. Il soggetto è stato denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Il video dell’episodio, pubblicato dal sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, è diventato virale. “Il nostro corpo di polizia municipale, ancora una volta, ha dimostrato prontezza e coraggio a tutela di tutti noi” scrive Bagnasco “Il conducente stava mettendo in grave pericolo i presenti”.

Il video:

Si sposano in rianimazione al San Martino: l’amore di Vincenzo e Maria Grazia che non conosce ostacoli

All’Ospedale San Martino di Genova è stato celebrato un matrimonio nel reparto di rianimazione.

Maria Grazia, 61 anni, avrebbe dovuto sposare in Comune il compagno 72enne Vincenzo, dopo più di trent’anni trascorsi insieme. La data era fissata, i due avevano già comprato le fedi. Purtroppo, a pochi giorni dalle nozze, le condizioni di salute di Vincenzo si sono aggravate, a causa di un brutto male e un conseguente malore. Il personale del San Martino lo ha operato d’urgenza qualche giorno fa.

Il matrimonio, ormai, sembrava irrealizzabile, ma appena le condizioni di Vincenzo sono migliorate la famiglia e il personale del reparto, grazie a permessi speciali, hanno organizzato il rito, cui hanno assistito commossi medici e infermieri.

“Auguri a questi neo sposi – commenta il presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti – e grazie agli uomini e alle donne della nostra sanità, capaci con professionalità e umanità non solo di salvare vite, ma di cambiarle”.

Il giorno della memoria: per non dimenticare gli orrori dell’olocausto

Oggi, 27 gennaio, è la giornata della memoria in cui vengono commemorate le vittime della Shoa. Milioni di ebrei vennero sottoposti a leggi razziali e deportati nei campi di concentramento di tutta Europa.

Genova, si riunisce intorno alla comunità ebraica per ricordare le vittime e non dimenticare il genocidio degli ebrei, per questo motivo sono stati organizzati molti eventi che hanno avuto inizio il 10 gennaio e proseguiranno fino al 17 febbraio:

Venerdì 28 gennaio, ore 17.30 – Canale YouTube di Art Commission da Palazzo Ducale, Torre Grimaldina.
“La memoria del suono”, performance musicale di Edmondo Romano.

Domenica 30 gennaio, ore 16 – Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio.
“Leben? Oder Theater?”. Mise en espace musicale dall’opera di Charlotte Salomon.
. Ingresso libero su prenotazione. Informazioni e prenotazioni: 3454558112.

Domenica 30 gennaio, ore 16 – Canale YouTube di Art Commission dalla Casa dello Studente – Sotterranei dei tormenti.
“Corso Gastaldi 25Nero, Reload”, performance teatrale a cura di Raffaele Casagrande e incontro con l’autore Matteo Aldo Maria Rossi.

Domenica 30 gennaio, ore 18.30 – La Claque del Teatro della Tosse, vico di San Donato. “Concerto per la memoria” con Miriam Camerini.

Lunedì 31 gennaio, ore 15.30 – Palazzo Doria Spinola, Sala consiliare della Città Metropolitana di Genova Largo Eros Lanfranco 1.
“Destinazione Ravensbrück – L’orrore e la bellezza nel lager delle donne”.
Prenotazione obbligatoria allo 0105576091.

Martedì 1 febbraio, ore 10 – Palazzo Ducale, Casa Luzzati
“Segni e colori” laboratorio per ragazzi.

Martedì 1 febbraio, ore 18 – Canale YouTube di Art Commission da Palazzo Ducale, Casa Luzzati.
“Jerusalem” film di animazione di Giulio Gianini ed Emanuele Luzzati. Presentazione a cura di Sergio Noberini, intervento di Ariel Dello Strologo presidente della Comunità Ebraica di Genova.

Mercoledì 2 febbraio, ore 18 – Canale YouTube di Art Commission da Palazzo Ducale, Torre Grimaldina.
“Poesia e Memoria” a cura di Barbara Garassino, in collaborazione con il Festival Internazionale di Poesia di Genova. Reading di poesia con Donatella Bisutti, Maurizio Cucchi e Claudio Pozzani.

Giovedì 3 febbraio, ore 17 – Canale YouTube di Art Commission da Palazzo Ducale, Torre Grimaldina.
“Voci da Ravensbrück”, incontro con Donatella Alfonso, Laura Amoretti, Raffaella Ranise e Massimo Bisca

Venerdì 4 febbraio, ore 11 – Canale YouTube di Art Commission dalla Biblioteca Universitaria di Genova e dal Memoriale della Shoah Binario 21 di Milano.
“La Libreria della Memoria”, incontro con Alessandra Jarach del Memoriale della Shoah Binario 21 di Milano, Giacomo Ronzitti presidente dell’ILSREC “Raimondo Ricci”.

Venerdì 4 febbraio, ore 17 – Canale YouTube di Art Commission dal Memoriale della Shoah Binario 21 di Milano.
“L’Arte come sublimazione della Memoria”, incontro con Manuela Composti, Stefano Bigazzi e Virginia Monteverde.

Domenica 6 febbraio, ore 18 – Canale YouTube di Art Commission da Palazzo Ducale, Torre Grimaldina.
“Bruno lo scemo (der Tod, die Mask)”, omaggio alle scelte di Mario Adorf attore. Performance di Gianluca Bottoni.

Martedì 8 febbraio, ore 15.30 – Palazzo Doria Spinola, Sala consiliare della Città Metropolitana di Genova Largo Eros Lanfranco 1.
“Dalla Liguria al Reich – tra fascismo monarchico e Repubblica Sociale Italiana. Lavoro, violenza e coazione per l’economia di guerra nazionalsocialista”.
Presiede Giacomo Ronzitti Presidente Ilsrec “Raimondo Ricci”. Partecipano. Prenotazione obbligatoria al numero: 010 5576091.


Martedì 8 febbraio, ore 17.30 – Su piattaforma Zoom.
Presentazione del libro “KZ lager” di Davide Romanin Jacur, Ronzani Editore, 2020. Interviene l’autore. Informazioni modalità online: info@cegenova.it.


Martedì 15 febbraio, ore 15.30 – Auditorium ITTL Nautico San Giorgio, Calata Darsena
Presentazione del volume “1933-1945 Lager Europa. Viaggio nel sistema concentrazionario nazifascista”, Edizioni Cremona Produce. Interverranno gli autori Ilde Bottoli e Francesco Pinzi, con loro Gustavo Corni storico dell’Università di Trento. Informazioni: 010.83311

Giovedì 17 febbraio, ore 17 – Biblioteca Universitaria di Genova, via Balbi 40.
Presentazione del libro “Gli ebrei italiani nelle Americhe dopo le leggi razziali del 1938” di Pietro Rinaldo Fanesi, Nova Delphi Libri, 2021.

Occupazione, 22 dipendenti a rischio alla ex Lames di Chiavari. Il Pd ligure chiede intervento della Regione

Occupazione in Liguria, sono 22 i dipendenti della sede di Chiavari della multinazionale giapponese Hi-Lex ex Lames, a rischio licenziamento perché l’azienda, legata al comparto dell’automotive, dopo un calo di fatturato dovuto alla pandemia ha avviato le procedure di licenziamento collettivo. Lo denuncia il Pd della Liguria: il capogruppo Luca Garibaldi porterà in Consiglio regionale un ordine del giorno perché vengano attivate le iniziative necessarie a sostenere la continuità occupazionale e la tutela dei posti di lavoro. “La pandemia e la crisi dei materiali – spiega Garibaldi -hanno dato un duro colpo al comparto ma i diritti dei lavoratori devono essere al primo posto sempre, e soprattutto in un momento così difficile. Non si possono perdere altri posti di lavoro, è necessario trovare soluzioni alternative per non far ricadere sui lavoratori la crisi dovuta alla pandemia”. Ascolta l’intervista.

Marassi, in carcere 100 detenuti contagiati. Pagani (Uil Polizia Penitenziaria): “Noi lasciati soli nell’emergenza”

La situazione di pandemia che sta colpendo le carceri italiane sembra peggiorare di ora in ora. In tutto in Italia sono 4975 i positivi tra detenuti e operatori delle carceri. Il problema principale, secondo la polizia penitenziaria, è la mancanza di attenzione nei confronti di questa grave emergenza.

I contagi sono in aumento e il sovraffollamento che, già prima della pandemia, caratterizzava le carceri italiane aumenta il rischio di un disastro epidemiologico all’interno di strutture chiuse il cui rischio maggiore sarebbe il “contagio di massa”.

A Babboleo News Fabio Pagani, segretario regionale della UILPA polizia penitenziaria, racconta la preoccupante situazione del carcere di Marassi che oggi raggiunge quota 100 detenuti positivi, numeri in drastico aumento rispetto alle scorse settimane. “Avevamo già lanciato l’allarme qualche giorno fa” spiega Pagani. “La polizia penitenziaria è praticamente lasciata da sola”.

Sull’affollamento e la mancanza di direttive che limitino attività non essenziali (come ad esempio attività ricreative ), Pagani non usa mezzi termini: “O si applica il lockdown così come previsto dal ministero della salute oppure avremo tutto l’istituto e tutti i detenuti contagiati dal Covid-19”

Mancano norme e regole chiare, secondo il sindacato, ma soprattutto manca il materiale per far fronte all’emergenza a partire dalle mascherine Ffp2 che non sono più state consegnate alle carceri. “Hanno fatto sì che a combattere contro il Covid-19 siano rimasti gli uomini e donne della polizia penitenziaria” conclude Pagani “Stanno fronteggiando da soli, sotto organico, questa pandemia. La polizia penitenziaria è lo Stato: lo Stato non può abbandonare lo Stato”.