16 Febbraio 2022 – Babboleo

Giorno: 16 Febbraio 2022

Trasporto pubblico, a Genova scatta la rivoluzione del biglietto contactless sui bus Amt

A Genova scatta la rivoluzione del biglietto contactless sui bus cittadini: è la novità presentata oggi frutto dell’accordo Amt-Visa che prevede
la sperimentazione con 45 totem e validatori smart che verranno progressivamente installati in città. Servirà a migliorare l’esperienza di viaggio e
promuovere una città più facile per i turisti. Il progetto si chiama Ila, acronimo di “instant lane access”: i titolari di carte di pagamento potranno
acquistare i titoli di viaggio e accedere ai servizi di mobilità urbana in modalità “contactless”, semplicemente avvicinando agli smart totem dedicati la propria carta o un device abilitato.
“In un mondo dove le tecnologie disegnano nuovi scenari è fondamentale che anche AMT le segua e le sperimenti – dichiara Marco Beltrami, Presidente AMT – Questo progetto, che unisce il contactless alla tariffazione intelligente, è fortemente innovativo nel panorama italiano e consentirà un più facile
accesso al servizio ai clienti occasionali e ai turisti in visita alla città. Ancora una volta ci rendiamo conto del valore e dell’importanza di dialogare e sperimentare con partner di eccellenza come Visa per proseguire nel nostro percorso di miglioramento e innovazione”.
“Con il lancio della modalità di pagamento contactless, i mezzi di trasporto pubblico genovesi inaugurano una nuova modalità di vivere i trasporti più semplice, rapida, sicura e conveniente sia per coloro che lavorano e vivono qui, sia per le persone che vogliono visitare questa splendida città – sottolinea Stefano Stoppani, Country Manager di Visa in Italia – Il contactless è tra le tecnologie che più di ogni altra si sta facendo largo per un ritorno alla normalità e i pagamenti elettronici possono fare la differenza per far riconquistare fiducia nei mezzi di trasporto pubblico, ma anche per contribuire a un’evoluzione della città più rispettosa dell’ambiente”.
Ascolta le interviste sul nostro sito.

Pollo nella pasta al pesto, il piatto di Dumfries fa inorridire i liguri

Denzel Dumfries, terzino olandese dell’Inter, ha rilasciato un’intervista a UefaTV in cui ha rivelato il suo rapporto con il cibo italiano, a pochi mesi dal suo arrivo in Italia (i nerazzurri hanno acquistato il suo cartellino durante il calciomercato estivo).

Le abitudini alimentari di Dumfries hanno fatto storcere il naso a tutti i liguri, ma anche allo staff e ai compagni di squadra dell’Inter. “Due settimane fa – spiega – erano molto arrabbiati con me perché avevo aggiunto del pollo alla mia pasta con pesto. Per loro era un insulto alla pasta. Ho capito che non devo farlo più”.

Fino ad ora pensavamo di averle viste tutte: il formaggio nella pasta alle vongole, la focaccia trattata come ‘pizza bianca’, perfino la maionese nei ravioli col tocco. Ma il pollo nella pasta al pesto, in effetti, ci mancava. Chissà che tra due settimane, quando l’Inter giocherà a Genova, Dumfries non verrà fischiato dal pubblico di casa per aver profanato uno dei piatti sacri della tradizione genovese.

Genova, la metropolitana resterà gratuita fino a luglio

La metropolitana di Genova resterà gratuita fino a luglio. Il Comune, visto il successo della sperimentazione avviata a dicembre, ha deciso di estendere la gratuità della metro dalle 10 alle 16 e dalle 20 alle 22, oltre a funicolari e ascensori.

La metropolitana di Genova serve una rete di 7 chilometri e conta otto stazioni che si aprono su punti turistici, culturali e commerciali della città.

L’iniziativa, che sarebbe dovuta terminare a marzo, ha portato una media di 800 persone in più al giorno a bordo della metropolitana. 1000 persone in più usano gli impianti verticali nei giorni feriali, con punte di 1600 al sabato. I genovesi hanno accolto positivamente l’iniziativa e l’auspicio dell’amministrazione è che possa interessare sempre più passeggeri genovesi e non solo.

“Complimenti al sindaco Bucci e alla sua squadra – commenta il presidente ligure Toti. “Avanti per una mobilità più sostenibile”.

Il delivery arriva anche in farmacia: a Genova la startup di consegna di medicinali a domicilio

Arriva a Genova Pharmercure, la piattaforma che collega clienti e farmacie attraverso un delivery digitalizzato. Il capoluogo ligure è tra le prime città in Italia a dotarsi di questo servizio, che nasce per dare supporto sia ai farmacisti che agli utenti. L’app permette l’acquisto veloce di medicinali, contrasta l’acquisto di medicinali poco sicuri e rende possibile la consegna di medicinali con ricetta medica. Il progetto ha convinto i farmacisti genovesi, compresi quelli che, già in passato, avevano scelto di provvedere in proprio alle consegne dei farmaci.

L’idea alla base della piattaforma è quella di seguire il cliente in ogni esigenza, guidandolo nella scelta del farmaco migliore (con chiamata al farmacista in caso di necessità), raccogliendo il suo ordine e semplificando i sistemi di pagamento (si può pagare alla consegna con POS, contanti o Satispay). La consegna avviene direttamente a casa. Il progetto nasce dall’idea di Maurizio Campia, Gianluca Abate, Thomas Pullin e Federico Mecca dell’università di Torino.

‘Vita nei Boschi’ e ‘Bacci Musso u cunta L’Inferno’, Petruzzelli e Pirovano protagonisti del week-end teatrale

Il regista, autore e attore Pino Petruzzelli è protagonista insieme a Mauro Pirovano della doppia proposta in cartellone al Teatro della Tosse e al Teatro del Ponente di Voltri dove si rialza finalmente il sipario.

Venerdì 18 e sabato 19 febbraio sul palcoscenico di Sant’Agostino Petruzzelli porterà in scena ‘Vita nei boschi’, una pièce in cui racconta il suo anno sabbatico trascorso in mezzo alla natura e ispirato al libro “Walden ovvero vita nei boschi”.

Domenica 20 febbraio si riaccendono i riflettori al Teatro del Ponente con la sperimentazione di un orario inedito e particolarmente interessante per il pubblico, andrà infatti in scena alle 18 lo spettacolo “Bacci Musso u cunta L’inferno”, scritto e diretto da Petruzzelli e interpretato da Mauro Pirovano, un omaggio scherzoso in dialetto genovese a Dante Alighieri di cui viene ripercorsa la Prima Cantica della Divina Commedia.

Pino Petruzzelli presenta i due spettacoli a Babboleo.it