6 Marzo 2022 – Babboleo

6 Marzo 2022

Microcellulari e grappa ‘fatta in cella’: doppia operazione della Penitenziaria a Genova

Doppia operazione della polizia penitenziaria nel carcere di Marassi, a Genova.

Ieri pomeriggio , dopo una perquisizione presso il quarto piano della seconda sezione (detenuti definitivi) , in una cella occupata da detenuti sudamericani la Polizia Penitenziaria ha rinvenuto un telefono cellulare di ultima generazione e due secchi pieni di frutta macerata , pronta a diventare “grappa”.

Nelle Sale colloqui, invece, la Polizia Penitenziaria ha scoperto, durante il colloquio tra un detenuto di origine africana con la sua convivente italiana, un passaggio di due microcellulari, molto probabilmente nascosti nelle parti intime della donna italiana e rinvenuti nella bocca del detenuto. Entrambi sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

“Un’operazione professionale” spiega Fabio Pagani, del sindacato Uil di polizia penitenziaria. “Complimenti a uomini e donne della Penitenziaria, sempre più soli a gestire queste situazioni. A livello nazionale mancano 18.000 unità: se non cambiano le cose, le carceri diventeranno dei colabrodo”.

Fabio Pagani, segretario ligure del sindacato Uil di Polizia Penitenziaria

6 marzo, Giornata europea della logopedia. L’iniziativa in Liguria

Il 6 marzo si celebra la Giornata europea della logopedia. Quest’anno il tema scelto è quello della logopedia per tutte le età della vita.

“Il logopedista è il professionista sanitario che si occupa della presa in carico della persona con disturbi della comunicazione, linguaggio e deglutizione a 360 gradi. Dal neonato al centenario la logopedia può e deve intervenire per prendersi cura e risolvere moltissimi disturbi” ad affermarlo è il dott. Danilo Diotti, presidente della Commissione di albo dei Logopedisti dell’Ordine TSRM e PSTRP di Genova, Imperia e Savona, che continua “negli ultimi anni il logopedista gioca un ruolo sempre più centrale nei percorsi di assistenza e di cura, non solo all’interno del sistema sanitario nazionale ma anche in libera professione”.

Il logopedista interviene già in età precocissima (es. neonatologia). In l’età evolutiva un punto fondamentale resta quello della prevenzione, “per esempio nei contesti scolastici il logopedista può osservare campanelli di allarme per difficoltà di linguaggio e di apprendimento” sottolinea il dott. Diotti “con gli adulti parte del nostro lavoro è dedicato alla valutazione e alla riabilitazione delle problematiche vocali, mentre in età geriatrica ci occupiamo prevalentemente di riabilitazione delle funzioni linguistiche e deglutitorie nell’anziano fragile”.

La Commissione di albo dei Logopedisti dell’Ordine dei TSRM e PSTRP di Genova, Imperia e Savona sostiene l’iniziativa della FLI dedicata alla promozione della professione e all’accoglienza di pazienti e di familiari che necessitano di informazioni sulla logopedia, dal 7 all’11 marzo, dalle 10 alle 12 verrà messo a disposizione della cittadinanza il numero di telefono 346.9557891 per rispondere a domande e curiosità in ambito logopedico. Per avere maggiori informazioni si potrà scrivere anche una email a info@fli.it