16 Settembre 2022 – Babboleo

16 Settembre 2022

Salone Nautico, il 23 settembre i Blue Marina Awards. Vassallo: “Premiare le eccellenze per alzare l’asticella”

Il 23 settembre, alle 11, nello stand di Assonautica Italia ci sarà la premiazione dei Blue Marina Awards, che vedrà protagoniste le eccellenze della nautica. Il 62° Salone Nautico Internazionale di Genova, infatti, ospiterà la prestigiosa cerimonia di consegna di questi importanti riconoscimenti legati al mondo della nautica.

I Blue Marina Awards, infatti, sono un riconoscimento assegnato ai Marina e agli Approdi che rispondono a criteri di gestione sostenibile del territorio, dell’innovazione dei processi, dell’accoglienza turistica.

Sono primi e unici nel loro genere e nascono da un’idea di Walter Wassallo, imprenditore, in un momento di totale rinnovamento dell’intera filiera del turismo nautico.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare e indirizzare la politica di gestione dei Marina verso un processo di innovazione, sostenibilità e miglioramento dell’accoglienza turistica e diventare in breve tempo un marchio di riconoscimento dei migliori porti turistici ed approdi.

Alla premiazione ci sarà anche la Commissione Europea, che ha deciso di patrocinare l’evento insieme a Enit, Regione Liguria, Istituto idrografico della Marina e Confindustria Genova. Tantissimi i partner dell’iniziativa, da Letyourboat e AssonauticaItaliana a Assonat, Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici, oltre a RINA, che è l’ente tecnico di certificazione dell’evento.

I premi da assegnare sono quattro, tutti legati a tematiche profondamente attuali: Sostenibilità, Innovazione, Sicurezza e Accoglienza turistica.

“L’idea di istituire i BMA nasce dalla consapevolezza che oggi l’Italia ha un piccolo tesoro” spiega Walter Vassallo. “285 porti turistici, migliaia di accosti per un totale di 162.000 posti barca: sono dati che potrebbero rendere il nostro paese la meta perfetta per il turismo nautico, ma c’è ancora molto da fare proprio per quello che riguarda le tematiche associate ai premi. Sostenibilità, innovazione, sicurezza e accoglienza turistica”.

“L’iniziativa – prosegue – fotografa lo stato di salute delle nostre strutture, premia i meritevoli ma, soprattutto, sensibilizza tutte le strutture nautiche italiane ad alzare l’asticella”.

Qui sotto puoi ascoltare l’intervista completa a Walter Vassallo:

Festival Le vie dei Canti: domenica 18 settembre al via la settima edizione

Domenica 18 settembre prende il via a Pino Soprano, nell’area del Teatrino della Chiesa di San Pietro Apostolo, la settima edizione del Festival itinerante Le Vie dei Canti, che quest’anno ruota attorno al tema dei Sentieri Armonici, diretto da Laura Parodi.

Sentieri fatti di musica e di incontri, da percorrere fra alcuni dei più bei palazzi storici di Genova, nelle botteghe del Centro Storico e nell’entroterra, nelle valli Polcevera e Bisagno, nella convinzione che la bellezza vada custodita e fatta conoscere creando partecipazione attiva, collegando luoghi e persone. Un Festival itinerante e a tappe, che fino al 4 dicembre porterà i suoni, la musica e la cultura di tradizione orale a Genova e nelle sue valli”, spiega la direttrice artistica.

Domenica 18 settembre sarà una giornata ricca di eventi. L’apertura dell’evento è affidata a un’escursione ad anello a cura del CAI sul sentiero della Fornace con partenza alle ore 8:15 dal piazzale della Chiesa.

A Pino Soprano quest’anno sarà possibile incontrare anche altre culture, infatti la parrocchia di San Pietro Apostolo ospita due famiglie ucraine. A fare da cornice alla giornata, stand espositivi di artigianato e prodotti del territorio. Alle 15.00 è previsto un laboratorio dedicato ai bambini e un concerto di SuperEroi della differenziata dei Ritmiciclando con i loro strumenti ricavati da materiale di riciclo. Quest’anno il BalFolk fenomeno che sta spopolando in Europa avrà nel Festival due appuntamenti con due gruppi: I Musetta, che proporranno il repertorio della musica delle quattro province e i BiFolk per le danze.

Alle 17.00, ancora spazio ai bambini con la dottoressa Rita Deplano di ARGO, che presenta un progetto sperimentale educativo per favorire la socializzazione e l’avvicinamento alla specie canina.

Il festival prosegue sabato Primo ottobre con Carugg’Incanto concerto itinerante nei vicoli del Centro Storico con partenza alle 16.00 da piazza Banchi in cui il cerchio dei canterini del Gruppo Spontaneo Trallalero si formerà per far ascoltare il Canto di Genova.

Domenica 16 ottobre in Val Polcevera al Circolo ARCI Barabini di Trasta dalle 15.00 una passeggiata naturalistica e musicale con piantumazione di piante di rose della Pace, le Peace di Meilland, e a seguire il concerto e ballo Gighe, Courente e Monferrine con il Trio Bicego, Burrone, Faravelli e i Pitularita musicisti di punta della scena musicale new trad. L’apericena sarà la conclusione di un’altra delle proposte che coinvolgono l’entroterra ligure.

Torna anche quest’anno la collaborazione con la Regione Sardegna e Associazione Sarda Tellus e domenica 13 novembre ospiti del Festival saranno i Sonos e ballos de Sadinia e i Brathallos di Fonni.

Sabato 26 novembre a Palazzo Ducale a partire dalle ore 15:30 sarà ricordato il primo Presidente di Palazzo Ducale Arnaldo Bagnasco con un concerto di Matteo Merli, Laura Parodi e Julyo Fortunato. Alle 21:15 nel Salone del Maggior Consiglio arriva la Pizzica Bhangra un concerto del gruppo pugliese Canzoniere Grecanico Salentino.

Domenica 4 dicembre al Circolo Autorità Portuale di via Albertazzi appuntamento di chiusura del Festival con Genova Canta il tuo Canto, concerto di tutte le squadre di canto e mostra fotografica sulla Storia del Trallalero.

Il progetto sociale sostenuto quest’anno dal Festival è: La Via delle Rose che prevede la restituzione di un antico sentiero a Trasta e di altri siti del quartiere in cui saranno piantumate in vari punti rose Peace di Meilland dedicate alla pace, perché il cammino diventi anche occasione di riflessione.

Il Festival che fa parte del circuito Genova Città dei Festival è organizzato da APS Gruppo Spontaneo Trallalero con il contributo del Comune di Genova, Regione Liguria, Fondazione Palazzo Ducale, Ass. Sarda Tellus, Regione Sardegna, Palazzo della Meridiana, Regione Sardegna, CAPS Circolo Autorità Portuale del Porto di Genova, e collaborazione di RAI3, Parrocchia di San Pietro Apostolo, Circolo ARCI Barabini di Trasta, University of Bristol, Graphica KC, C.A.I. Valbisagno, Comitato Culturale “QuellicheaTrastaCistannobene”.

Ai microfoni di Radio Babboleo la direttrice artistica del Festival, Laura Parodi:

Complesso Monumentale della Lanterna di Genova: prosegue la valorizzazione dell’area

Inaugurata questa mattina la nuova rampa d’accesso in passeggiata nel complesso monumentale della Lanterna di Genova, per agevolare l’accoglienza dei visitatori con disabilità motorie, posta nel contesto di una più ampia riorganizzazione della passeggiata che prevede percorsi per ipovedenti, una pista pedociclabile per collegare la Lanterna alla città, una nuova lounge area con la presenza di un caffè panoramico e un bookshop.

Questa è solo una parte dell’ambizioso progetto “Lanterna 2030 – the Sustainable Herit@GE“, presentato in occasione dell’edizione 2022 delle Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), che si svolgeranno in tutti i Paesi il 24 e 25 settembre. Tema di quest’anno il Patrimonio culturale sostenibile, che la Lanterna declina in un progetto che si svilupperà lungo l’orizzonte temporale 2022-2030 e che si pone l’obiettivo di spingere lo spettatore verso una fruizione sempre più sostenibile e accessibile della Lanterna.

La rampa è un traguardo per la valorizzazione del monumento simbolo della città e che si pone nel contesto del progetto Lanterna 2030-Sustanible Herit@GE, segnando l’inizio delle celebrazioni per i 900 anni della costruzione della Lanterna– Faro di Genova dal 1128, che festeggeremo nel 2028” – racconta il Direttore operativo Arch. Andrea De Caro – “Le idee ci sono tutte, ovviamente ci vorrà il suo tempo“.

Numerosi i progetti per il complesso monumentale della Lanterna di Genova. Il Ministero della Cultura ha avviato un primo lotto nell’ambito del finanziamento ministeriale di 1,5 milioni di euro suddiviso in otto annualità per il restauro e la valorizzazione dell’area della Lanterna. Una prima messa in sicurezza delle mura è partita dall’eliminazione della vegetazione e dalla rimozione delle parti pericolanti, proseguendo con la mappatura dello stato di degrado, al quale seguirà il progetto di restauro definitivo delle mura. “Come sovraintendenza seguiamo tutti gli interventi al contesto di riqualificazione del contesto” – spiega la sovraintendente del Ministero della Cultura Francesca Passano – “Numerosi gli interventi previsti grazie al fondo del Ministero”.

Elisa a Genova con l’esplosivo “Back to the Future” tour

La poliedrica artista Elisa è ufficialmente sbarcata al Porto Antico di Genova con il suo tour Back to the Future, ieri sera, 15 settembre 2022, all’Arena del Mare. Un forte messaggio per l’ambiente portato avanti in 20 tappe italiane, dove grande protagonista è la musica ma anche l’amore per il pianeta e chi lo abita.

Due ore di concerto in un’esplosione di musica e colori. Si parte con quattro brani del nuovo album, Back to the Future, un album che racchiude la doppia anima dell’artista: quella internazionale dei brani in inglese e quella che la riporta alla sua lingua madre, l’italiano. A seguire i suoi più grandi successi che Elisa canta insieme al suo pubblico in un vero e proprio “salotto all’aperto”, come lei stessa lo definisce.

E’ un’emozione cantare affacciati sul porto” – dice l’artista triestina – “mi sembra di tornare a casa“.
Momenti intimi a tu per tu con il pubblico si alternano a brani di pura energia dall’anima rock e ribelle.

A chiudere la scaletta “Together”: un inno alla solidarietà e all’amore reciproco sottolineato dal mantra “siamo uno” che l’artista ha fatto urlare a gran voce al suo pubblico. Non manca il rientro di Elisa sul palco per il bis: un ritorno alle origini perché a concludere la serata sono “Labyrinth” e “A modo tuo”.
Conclusa l’esibizione l’artista si è fermata a salutare il suo pubblico, grande protagonista durante la serata di ieri.