2 Novembre 2022 – Babboleo

Giorno: 2 Novembre 2022

A novembre si rinnova l’appuntamento con il 28° Festival Internazionale di Poesia “Parole Spalancate”

Il 28° Festival Internazionale di Poesia, Parole Spalancate, torna questo mese a Genova, dal 4 al 19 novembre, con un’appendice con tanti ospiti ed eventi speciali.

Il Palazzo Reale, la Galleria Nazionale di Piazza Spinola, la Biblioteca Universitaria ed il Palazzo Ducale saranno i luoghi prescelti per le letture, le performance e le conferenze con autori italiani e stranieri. Il tema di questa edizione, come anche quella della prossima, sarà l’Utopia. Si darà infatti spazio a un’utopia diventata realtà, come quella di Versopolis, creato nel 2015 con altri festival di poesia europei e diventato il più grande network mondiale di rassegne poetiche, con oltre 30 nazioni partecipanti. Inoltre ci saranno tributi poetici-musicali a Leonard Cohen e una giornata dedicata alla Maison des Esclaves di Gorée, in Senegal, con testimonianze e spettacoli.

“Alcuni poeti stranieri non erano potuti arrivare a Genova a giugno” spiega a Babboleo News Claudio Pozzani, direttore artistico dell’evento. “Per questo abbiamo dedicato loro una serie di eventi”.

L’intervista integrale a Claudio Pozzani

Gli appuntamenti del Festival sono:

VENERDI 4 NOVEMBRE.
Ore 17.30 Palazzo Ducale – Società Ligure di Storia Patria
VERSOPOLIS
Reading della poetessa Ariel Spiegler che ha pubblicato nel 2019, Jardinier la sua seconda raccolta di dalle edizioni e che ha recentemente ottenuto il premio Apollinaire Decouverte.

SABATO 5 NOVEMBRE.
Ore 17.30 Palazzo Reale (Via Balbi 10)
MERCY & LONGING
CONCERTO PER LEONARD COHEN
Dopo la lettura di Ariel Spiegler per Versopolis, nel salone di Palazzo Reale viene ricordato Leonard Cohen, uno degli autori più amati, attraverso le sue poesie e le sue canzoni più belle, proposte da Federico Sirianni (voce, chitarre e tastiere), Michela Loprevite (voce) e Claudio Pozzani (voce recitante).

SABATO 12 NOVEMBRE.
Ore 17.30 Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola (Piazza Pellicceria 1)
VERSOPOLIS: RECITAL POETICO MUSICALE
Sasha Dugdale, presenta la seconda parte del suo reading nell’ambito di Versopolis e anche Shannon Sullivan ripropone un frammento della performance presentata a giugno al Festival. Intorno alle letture poetiche, gli interventi musicali sono di Tina Omerzo, compositrice, pianista e cantante.

SABATO 12 NOVEMBRE.
Ore 21.00 Palazzo Ducale – Società Ligure di Storia Patria
LEZIONE-RESPIRAZIONE
Performance a cura della Campagna delle Poete, con la partecipazione di Mia Lecomte, Bremnda Porster, Barbara Pumhosel, Francisca Paz Rojas, Candelaria Romeo e Eva Taylor.
Video-proiezione e lettura dallo spettacolo omonimo della Compagnia: 13 poete e 10 lingue per alcuni esercizi di manutenzione del respiro, nelle molteplici declinazioni. Il progetto – vincitore del concorso del Forum austriaco Internationale Literaturdialoge – è una riflessione corale, plurilingue, su un tema che ha mosso filosofia e religioni per millenni. Composto della stessa materia del vento, dell’aria – il respiro si muove, vibra, suona – avvolge il nostro pianeta, è
letteralmente legato alla terra e allo stesso tempo fugace.
In collaborazione con Forum Austriaco di Cultura e Centro Culturale Italo Austriaco.

VENERDI 18 NOVEMBRE.
Ore 18.00 Stanza della Poesia – Palazzo Ducale
LEONARD COHEN PRIMA DI LEONARD COHEN
Presentazione sul libro di Andrea Ghizza, edito da Editrice ZONA.

SABATO 19 NOVEMBRE.
Ore 16.30 Biblioteca Universitaria (Via Balbi 40)
DA GOREE A GENOVA
Conferenza-spettacolo sulla Maison des Esclaves
Nell’ambito degli scambi culturali tra Genova e il Senegal, Parole spalancate, la Biblioteca Universitaria di Genova, il Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana e il Mu.Ma, organizzano una giornata per contribuire a far conoscere la Maison des esclaves di Gorée, importante realtà
culturale e di memoria. Interviene il Direttore del Musée historique de Gorée Mamarame Seck. Il pianista e compositore Fabio Vernizzi eseguirà alcune musiche composte durante il suo viaggio in Senegal.

Calciobalilla, trionfo ligure in Sardegna: Recco vince la Serie A, Uscio la Serie B

Hanno vinto la Serie A, bissando il successo del 2019, e si sono laureati campioni anche in Serie B. La favola di Recco e Uscio, società gemellate ormai da anni, è tutta da raccontare: nel levante ligure, da qualche tempo, si coltiva infatti la passione per uno sport tanto amato quanto particolare: il calciobalilla. Claudio Casella e Giuseppe “Pino” Brustia, presidente rispettivamente delle società Recco e Uscio, hanno raccontato a Babboleo News l’impresa sportiva dei loro ragazzi: vincere i campionati italiani di calciobalilla, in casa dei campioni in carica.

Il 15 e 16 ottobre, ad Arzachena, il Recco ha battuto in finale proprio i sardi, padroni di casa, all’ultima pallina, e si è laureato Campione d’Italia. Nella serie cadetta ha fatto lo stesso l’Uscio, completando così un “doblete” che dà lustro alla Liguria. “Non era facile salire sul gradino più alto del podio” racconta Casella. “Rispetto ad altre regioni abbiamo un numero di giocatori molto più basso. Eppure ce l’abbiamo fatta”.

Le società partecipanti, in totale, erano 22. Le squadre erano divise in 4 gironi: le prime due di ogni girone hanno disputato la Serie A, mentre le terze e le quarte classificate la Serie B. Recco e Uscio hanno trionfato in entrambe le categorie. “Negli ultimi anni abbiamo ottenuto grandi risultati” spiega Brustia. “Nel 2018 siamo arrivati secondi in Serie B, con il Recco, e nel 2019 primi in Serie A. L’anno scorso siamo arrivati ancora secondi in Serie B, e quest’anno abbiamo vinto tutto”.

Ogni squadra era composta da 7 giocatori (5 titolari e 2 riserve). I giocatori che hanno portato in alto il nome di Recco sono: Simone Russo (miglior giocatore del torneo, convocato anche in Nazionale ai prossimi mondiali), Claudia Ortu, Pasquale Siano, Sirio e Fabrizio Mello, Claudio Casella e Giuseppe Brustia. Per Uscio hanno giocato: Maurizio e Alessio Camilleri, Francesca e Fabrizio Selci, Francesco Moscuzia, Gaetano De Leo e Paolo Latella.

“Ci teniamo a ringraziare” concludono Casella e Brustia “il presidente della Federazione Italiana Calciobalilla, Massimo Ragona, il Comune di Recco e i nostri sponsor, la pelletteria Renato e la gelateria Vitto”.

L’intervista integrale a Casella e Brustia:

Oggi a Genova la marcia per ricordare la deportazione degli ebrei genovesi

79 anni fa, il 3 novembre 1943, oltre 250 ebrei genovesi- uomini, donne e bambini – sono stati imprigionati e condotti ai campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Di queste persone ne sono tornate solo 20. Per non dimenticare una delle date più buie della storia della città è prevista per oggi, mercoledì 2 novembre, la tradizionale marcia a Genova che ricorda la shoah e dice no ad antisemitismo e razzismo. Appuntamento alle 17,30 di fronte al Teatro Carlo Felice per ripercorrere il percorso che queste persone hanno fatto verso la Sinagoga, dove sono state catturate con l’inganno.

La Comunità di Sant’Egidio e la Comunità Ebraica di Genova, insieme al Centro culturale Primo Levi hanno custodito in questi anni la memoria di questi fatti, coinvolgendo non solo le istituzioni, ma tanti genovesi e in particolare le giovani generazioni, i “nuovi europei” che si sono integrati nel tessuto cittadino.
Nel momento in cui la generazione dei sopravvissuti va scomparendo, occorre chiedersi come continuare a trasmettere alle generazioni più giovani la consapevolezza del male rappresentato dalla Shoah e farci testimoni della memoria che ci lasciano in eredità.

“Una memoria, ma anche un impegno perchè fare memoria ci aiuta a ricostruire il futuro” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Manuela Dogliotti, della Comunità di Sant’Egidio – “la memoria è un vaccino contro l’indifferenza, ricorda sempre Liliana Segre, perchè il primo modo di essere complici di violenza è l’indifferenza“.

Il ricordo dell’abisso di Auschwitz non appartiene solo al passato. Occorre guardarlo negli occhi ancora di più oggi, mentre la guerra si è riaffacciata drammaticamente sul suolo europeo, per costruire la pace e un domani senza violenza“.