3 Giugno 2023 – Babboleo

3 Giugno 2023

Across The Sea, l’evento che celebra il Mar Mediterraneo

Si terrà dal 5 al 7 giugno 2023 l’evento Across The Sea presso l’Università degli studi di Genova. Gli impatti sul mare del cambiamento climatico e delle migrazioni sono le tematiche principali del progetto, nato dall’idea di tre giovani Alfieri della Repubblica: Virginia Barchiesi, Chiara Damasco e Manuel Pala.

Protagonisti del progetto oltre quaranta studenti universitari provenienti da 14 Paesi confinanti con il Mar Mediterraneo. Oltre all’Italia saranno presenti delegazioni da Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Libano, Malta, Turchia, Palestina, Siria, Spagna e Tunisia.

Durante i tre giorni sono stati organizzati momenti di formazione, confronto, lectures e seminari per condurre i giovani partecipanti a redigere un documento che verrà consegnato personalmente al diplomatico dott. Grammenos Mastrojeni, Deputy Secretary General dell’Unione per il Mediterraneo. L’evento rappresenta il passo finale che racchiude un anno di lavoro. Il progetto, infatti, è iniziato a settembre del 2022 con incontri online e di formazione per gli studenti partecipanti.

L’obiettivo principale, come spiegano i tre ideatori, è “offrire ai delegati uno spazio in cui poter dialogare nel rispetto delle differenze reciproche. Oltre ad affrontare il tema sempre più attuale dei cambiamenti climatici, lo scopo è quello di favorire il dialogo interculturale, il rispetto tra i popoli, e l’amicizia tra le nazioni. In un momento storico dove tristemente si parla sempre più spesso di guerre, noi vogliamo invece parlare di amicizia, di pace e di rispetto, disincentivando la logica dei muri che dividono. La nostra società ha bisogno di costruttori di ponti e questo progetto mostra il nostro piccolo contributo nei confronti di questa causa”.

Across The Sea è un progetto a cura dell’Associazione Culturale Giovane Athena e vanta la media partnership della RAI e RAI Radio 1, il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri della Cooperazione internazionale, del Ministero dell’agricoltura e transizione ecologica, del Parlamento Europeo dell’Università di Genova, dell’Unione per il Mediterraneo, della Regione Liguria, del Comune di Genova, della Camera di Commercio internazionali d’Italia (ICC) e dell’Associazione Nazionale Alfieri della Repubblica Italiana.

Lutto nel mondo del giornalismo ligure: è mancato Mario Bottaro, fu anche direttore di Babboleo News

Un grande professionista per tutti, un amico e un maestro per tantissimi. È mancato la scorsa notte, dopo una lunga malattia, affrontata con coraggio ed eleganza secondo il suo stile, Mario Bottaro, 76 anni, noto giornalista e scrittore genovese. Nella sua lunga carriera ha ricoperto tanti ruoli, si è impegnato in tanti progetti arrivando fino a ricoprire l’incarico di vice direttore del Secolo XIX.
Mario Bottaro è stato il primo direttore del neonata Babboleo News nel 2006, emittente dedicata interamente alle notizie della Liguria. Fu il primo ad andare in onda, nel febbraio di quell’anno, per presentare la nuova realtà assieme all’editore Walter Miscioscia, scomparso nel 2019.
Bottaro è stato anche docente di Teorie e tecniche del linguaggio giornalistico all’Università di Genova, nel corso di laurea magistrale in informazione ed editoria.
Aveva una predilezione per i giovani. Per molti giornalisti è stato un grande maestro: si appassionavano al lavoro attraverso i suoi insegnamenti.
Il Gruppo Babboleo è vicino al dolore della famiglia Bottaro.

Claudio Pozzani, dal nuovo romanzo “Confessioni di un misantropo” al Festival Internazionale di Poesia

Due sono stati i temi che abbiamo affrontato con Claudio Pozzani, poeta, scrittore e musicista, nell’intervista ai microfoni di Babboleo News. Il suo nuovo romanzo “Confessioni di un misantropo” e la 29esima edizione del Festival Internazionale di Poesia di Genova.

“Confessioni di un misantropo” parla di Athos Rossini di un ex artista, giornalista, terrorista ed ergastolano, arrivato a 103 anni, membro del Quadrumvirato che per quasi un decennio ha retto una “dittatura dei creativi” a cavallo del 2030, ripercorre la propria parabola umana, artistica e politica durante un’intervista-fiume in uno studio televisivo. Difende a spada tratta la sua rivoluzione, basata sul rilancio della cultura, dell’arte e della ricerca, sul superamento del lavoro tramite l’automazione, la nazionalizzazione di banche e finanza ma anche sull’eliminazione fisica degli oppositori interni. Dopo la trasmissione, Athos decide di pubblicare un memoriale ricco di sconvolgenti rivelazioni sui vertici politici ed economici, scatenando un terremoto che getta il Paese nell’anarchia della guerra civile.

Con uno stile frizzante e vivace, Pozzani dà vita a un personaggio narcisista e incendiario, che tra le pagine di questo romanzo mette a ferro e fuoco i valori democratici, distruggendo il politicamente corretto con un sarcasmo corrosivo e travolgente.

Il romanzo di Pozzani uscirà in libreria oggi sabato 3 giugno; mentre giovedì 8 giugno, ci sarà la presentazione alla Libreria Feltrinelli a Genova.

Il 29esimo Festival Internazionale di Poesia, dal nome PAROLE SPALANCATE, si terrà dall’8 al 18 giugno. Anche quest’anno ritorna con oltre 100 eventi gratuiti con autori da tutto il mondo.

Letture, concerti, proiezioni, visite guidate, mostre, installazioni, conferenze, performance, spettacoli multimediali, si alterneranno per 11 giorni consecutivi di programmazione.

I macro-temi di quest’anno sono Eros e Mare, che saranno declinati in Poesia e in altre forme espressive, a cominciare dalla mostra “I Giardini dell’Eros” di Bruno Cattani, Gianluigi Colin e Silvio Monti.

L’intervista integrale a Claudio Pozzani su Babboleo News.