3 Luglio 2023 – Babboleo

3 Luglio 2023

La quinta edizione della Biennale di Genova


Inaugura, con una cerimonia itinerante, sabato 8 luglio 2023, la 5^ Biennale di GENOVA -Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea a cura di Mario Napoli, Flavia Motolese e Andrea Rossetti, con il patrocinio e il contributo di Città Metropolitana di Genova e con il patrocinio di Regione Liguria, Comune e Camera di Commercio di Genova, Ambasciatori di Genova nel mondo.
L’appuntamento è alle ore 11:00 nel cortile di Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova in Via Garibaldi, per il saluto istituzionale a tutti gli artisti partecipanti, si continua con il Galata Museo del Mare alle ore 11:45 presso l’Auditorium e infine con la visita alla mostra.
Nel pomeriggio si riprende alle ore 15:00 presso le Cisterne di Santa Maria di Castello (Salita Santa Maria di Castello); alle ore 16:00 tappa al Museo Diocesano (Via Tommaso Reggio) per chiudere alle ore 17:00 a SATURA Palazzo Stella per la grande cerimonia di premiazione alla presenza delle Istituzioni. Durante la giornata di apertura interverranno danzatori, performer e musicisti coordinati da Enrica Ricciardi, direttore artistico del Centro di Formazione Professionale AID&A di Genova. Si ringraziano per la partecipazione le scuole: Il Gatto Danzante, Genova Flamenco, Zena Swinger e la Compagnia Shams.
I numeri di questa edizione: 200 artisti provenienti da 20 nazioni diverse, 70 location. Ospiti d’onore Giuseppe Amadio, Angiola Churchill, Vinicio Momoli. A vincere il 1° Premio Pittura è Fabio de Santis, mentre il 1° Premio Fotografia va a Yuchen Wang e il 1° Premio Scultura a Véronique Massenet. La Biennale proseguirà sino al 22 luglio.

Ai microfoni di Babboleo News abbiamo sentito Mario Napoli presidente Associazione Satura

L’ex Sampdoria Mattia Placido si racconta a Babboleo News: “Ho lasciato il calcio per combattere il cambiamento climatico”

Dalla Sampdoria al cambiamento climatico, la storia di Mattia Placido ai microfoni di Babboleo News.

Una passione sconfinata per il pallone, Mattia Placido, classe ‘95, ad appena nove anni viene chiamato dalla Sampdoria. Gioca per 10 anni con la stessa maglia, arrivando a vincere lo scudetto con l’under 17 e allenandosi insieme a calciatori del calibro di Cassano e Icardi. Ha avuto il privilegio di indossare la maglia della nazionale italiana under 17 e under 19, giocando insieme a Lorenzo Pellegrini e Davide Calabria. Ha girato in lungo e in largo l’Italia, calcando molti campi della Serie C e della Serie D italiana.

Volevo di più dalla mia vita, non mi bastava più essere solamente un calciatore. Questa presa di coscienza è venuta dopo un brutto infortunio, mi sono operato al cuore e sono stato fuori dal campo per diversi mesi – racconta Placido a Babboleo News – Mi sono fatto delle domande e mi sono detto di esplorare anche altro”.

“Mi sono iscritto all’università e lì mi è scattata la scintilla. Ho lanciato la mia prima start up che mi ha portato a scoprire un nuovo mondo, imparando un sacco di cose che ho poi ritrovato in futuro” ha affermato l’ex calciatore.

Rendere sostenibile la vita su questo pianeta. Un valore comune che ha fatto incontrare Mattia, che appese le scarpette al chiodo fonda la startup DoltGreen, con AWorld, startup climate tech più volte raccontata sulle pagine di StartupItalia, nota per essere stata scelta dall’ONU per incentivare le persone a vivere in modo sostenibile. 

L’intervista integrale a Mattia Placido su Babboleo News.