11 Ottobre 2023 – Babboleo

11 Ottobre 2023

In Liguria “Io non rischio – buone pratiche di protezione civile”

Anche la Liguria protagonista nelle giornate nazionali della campagna “Io non rischio – buone pratiche di protezione civile” .
Sabato 14 e domenica 15 ottobre numerosi gli appuntamenti in ben 22 vie e piazze della Liguria, da Ponente a Levante, per scoprire come ciascuno di noi può contribuire a ridurre rischi come terremoto, alluvione, maremoto, rischio vulcanico e incendi boschivi. Una due giorni che chiude la settimana nazionale della protezione civile per diffondere maggiore consapevolezza su questi temi.

Con queste due date arricchiamo le campagne di comunicazione di Protezione civile nazionali, con l’obiettivo di diffondere tra i cittadini maggiore consapevolezza su questi temi – commenta l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – Coinvolgere direttamente le persone in queste iniziative, a cominciare dai ragazzi, è cruciale per ridurre il rischio e per promuovere i comportamenti necessari per prevenire eventuali situazioni di rischio, in modo da evitare alla radice una possibile emergenza, oltre a far conoscere a tutti i comportamenti corretti da tenere in caso di pericolo”.

Di seguito, l’elenco delle piazze coinvolte; la mappa interattiva e la descrizione di tutte le iniziative in programma, con i contatti e i profili social delle associazioni che animeranno gli stand, sono disponibili sul sito www.iononrischio.gov.it.

Provincia di Imperia
– Piazza Fratelli Serra, Porto Maurizio
– Piazzale della Stazione, Cervo

Provincia di Savona
– Lungomare Migliorini/Piazza di Spagna, Finale Ligure
– Piazza della Vittoria, Ceriale
– Corso Italia, Savona
– Passeggiata Eugenio Montale, Albisola Superiore
– Piazza Dante, Varazze

Città Metropolitana di Genova
– Calata Mandraccio, Genova
– Piazza Matteotti, Lavagna
– Piazza della Posta, Moneglia
– Passo Biagio Assereto, Recco
– Via Carlo Levi, Sant’Olcese

Provincia della Spezia
– Parcheggio Eurospin/piazza Matteotti/piazza Turati/Parco Piana Battolla, Follo
– Piazza Beverini, La Spezia
– Piazza Garibaldi, Lerici
– Piazza Serravalle, Luni
– Via Isola, Luni
– Piazza Basteri, Portovenere
– Via Libertà, Portovenere
– Via Arzelà, Santo Stefano di Magra
– Via Cisa Sud, Santo Stefano di Magra
– Piazza Matteotti, Sarzana

“Io non rischio” è una campagna di comunicazione pubblica sulle buone pratiche di protezione civile basata sulla sinergia tra scienza, volontariato e istituzioni, che si rivolge a tutti, con messaggi chiari e riconoscibili, per trasformare la consapevolezza in azione, 365 giorni l’anno.

Weekend all’insegna dell’hip hop a Genova con gli artisti di M.U.R.A.

Vicoli e piazze del sestiere del Molo nel centro storico genovese pronti a diventare il palcoscenico degli artisti di M.U.R.A. (movimento urbano rete artisti) in un’edizione interamente dedicata al cinquantesimo anniversario dell’hip hop, movimento musicale e culturale nato l’11 agosto 1973 nel Bronx, che ha contaminato e stravolto il panorama musicale e il lifestyle di mezzo secolo.

Così gli artisti di M.U.R.A. – movimento creativo aperto a tutti coloro che vogliono esprimere la propria arte in strada – animeranno il centro storico genovese da venerdì 13 a domenica 15 ottobre con performance, documentari, talk, workshop, esibizioni di writers, skaters e ballerini di breakdance con l’obiettivo di abbattere i confini, alla scoperta di nuovi modi di vivere il territorio all’insegna della partecipazione e della condivisione.

“Generare un impatto benefico nei confronti del tessuto sociale e del territorio è sempre stato uno degli obiettivi primari della manifestazione – spiega Anis Hafaiedh, Project Manager Genova Hip Hop Festival – “Hip hop vuol dire partecipazione, da questo nasce l’idea di creare un progetto di comunicazione inclusiva che da spazio a tanti artisti genovesi. Eventi come questo sono importanti perché danno la possibilità ai ragazzi di mettersi alla prova, farsi vedere e avere uno spazio di espressione importante per la loro crescita personale”.

Iniziativa realizzata nell’ambito del Patto di sussidiarietà dei sestieri del centro storico con il supporto di tante realtà di settore come l’Hip Hop Cinefest di Roma, Genova Hip Hop Festival, Lilith Festival e GoodKids: sul palco e nelle piazze molti artisti tra cui Frankie HI-NRG, Dj Shocca, Davide Shorty e tanti altri.

Iniziativa che nasceva apposta per unire la rete di artisti che si esibivano nel centro storico utilizzando allo stesso tempo le piazzette intorno al sestiere del molo per farle conoscere ai genovesi e non solo.” – racconta Marco Montoli, presidente della cooperativa sociale il cesto e responsabile capofila patto di sussidiarietàQuest’anno sarà un’edizione particolare che coinvolgerà non solo i giovani ma anche le vecchie generazioni che hanno amato questo genere“.

Tutti gli appuntamenti:
https://www.babboleo.it/wp-content/uploads/2023/10/Mura-2023-Programma-1.pdf

Venerdì 13 ottobre: nuovo appuntamento con VDF2K23: il format targato Goa Boa Festival che porta la musica nelle periferie.

Venerdì 13 e venerdì 20 ottobre nuovo doppio appuntamento con VDF2K23 – Velocità di Fuga 2023, il festival evento presentato da MIC Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura, Comune di Genova, Boavida, Associazione Psyco e Goa-Boa Festival e che vuole ridisegnare i confini della città costellandola di venti dalle periferie al centro e dal centro alle periferie.

Il 13 ottobre, alle 21.15, al Teatro Govi di Genova di Bolzaneto: LATO B, il canzoniere del grande Lucio Battisti suonato e cantato live da Leo Pari, Gianluca De Rubertis, Dario Ciffo e Lino Gitto.

Nell’anno in cui avrebbe compiuto 80 anni, il festival propone una serata omaggio al grande Lucio Battisti, partendo da una domanda: cosa succederebbe se quattro artisti indipendenti, nati tra il ‘74 e l’’80, decidessero di rivisitare l’immenso repertorio di Battisti-Mogol alla luce delle proprie esperienze musicali e autoriali.

Uno spettacolo lungo oltre 2 ore, con le hit immortali “Ancora tu“, “Con il nastro rosa“, “Il tempo di morire“, “Mi ritorni in mente“, “Il mio canto libero“, “Pensieri e parole“, “E penso a te” e tantissimi altri classici di Battisti-Mogol anni ’70, senza tralasciare gemme più nascoste come “Dio mio no“, “Comunque bella” , “Amore caro, amore bello“, “L’aquila“, “Confusione” e tante tante altre.

Il 20 ottobre si proseguirà, sempre al Govi, con Bobo Rondelli che porterà sul palco tutto il suo percorso unico, fatto di musica e parole, teatro e cinema, ma soprattutto tanti concerti. Alla soglia dei 60 anni, il cantautore livornese, si sente vivo come non mai ed è pronto a dare tutto al suo pubblico, come sempre, senza filtri o concessioni alla pubblica morale.

Gli appuntamenti successivi con DF2K23 – Velocità di Fuga 2023 e il programma completo del festival su: www.goaboa.it

A Genova torna il Teatro Necessario con la 6a edizione di Voci Dall’Arca

Torna a Genova “Voci dall’arca” la rassegna civile di musica e teatro, giunta alla sua sesta edizione e organizzata da Teatro Necessario, associazione nata con l’intento di offrire, tramite uno strumento creativo e terapeutico, un aiuto alla riabilitazione dentro al carcere.

L’Associazione Teatro Necessario è attiva dal 2005 all’interno della Casa Circondariale di Genova – Marassi. Da questa stretta collaborazione è nato un progetto che ha portato, nel 2016, all’inaugurazione del teatro dell’Arca l’unico esempio in Europa di teatro nell’intercinta carceraria e aperto non solo alla popolazione detenuta ma anche al pubblico esterno.

Il teatro è sede stabile della Compagnia teatrale Scatenati, formata dagli attori detenuti, e ospita anche laboratori teatrali, attività culturali e formative, conferenze, dibattiti e spettacoli di compagnie teatrali esterne costruendo un significativo ponte fra il carcere e la città.

Tante le novità in cartellone di questa nuova edizione intitolata: “ Dato il posto in cui ci troviamo”.

Ne abbiamo parlato con Mirella Cannata, Presidente dell’Associazione Teatro Necessario:

Itadakimasu – Piccole Storie Nascoste nella Cucina degli Anime

Nasce a Genova una mostra dedicata al cibo giapponese.

Dal 12 ottobre 2023 al 28 gennaio 2024 Palazzo della Meridiana ospita la mostra Itadakimasu Piccole Storie Nascoste nella Cucina degli Anime“, ideata e prodotta da Vertigo Syndrome, col supporto di Palazzo della Meridiana, e curata dal food influencer @pranzoakonoha, Samuele Nazionale, in collaborazione con la scrittrice Silvia Casini.

In Giappone il cibo non è semplicemente un pasto, ma un rifugio dell’anima, una fonte di crescita personale e di connessione umana. I visitatori di Itadakimasu saranno invitati ad esplorare il profondo legame tra cultura, animazione e piaceri gastronomici, andando a scoprire storie nascoste e preziosi segreti della tradizione nipponica.  A guidarli in questo mondo segreto, saranno i manga, gli anime, i capolavori del cinema d’animazione giapponese, che hanno contribuito a rendere famose in tutto il mondo pietanze come il ramen, gli onigiri e i bentō, con i loro sapori, le loro forme e i loro profumi.

Ai microfoni di Radio Babboleo abbiamo sentito Samuele Nazionale, curatore della mostra, che ci ha fornito qualche dettaglio in più sull’iniziativa giapponese

INFORMAZIONI
Sito internet MOSTRA ITADAKIMASU www.mostraitadakimasu.it
Catalogo mostra: Trenta Editore www.trentaeditore.it
Genova, Palazzo della Meridiana (salita di San Francesco 4)
12 ottobre 2023 – 28 gennaio 2024
Martedì – venerdì 10 – 19 • Sabato e domenica e festivi 10 – 20

I BIGLIETTI sono acquistabili online al sito https://itadakimasu.18tickets.it/event/15873 o in biglietteria.