18 Ottobre 2023 – Babboleo

18 Ottobre 2023

“Giustizia per Roberta”, prosegue la battaglia della famiglia Repetto

Si avvicina il 21 novembre, data della seconda udienza del processo d’appello sulla tragica vicenda di Roberta Repetto.

Nel 2018 la donna era stata operata per togliere un neo in una delle stanze del centro olistico Anidra di Borzonasca, senza anestesia né esami né terapia post operatoria, era poi stata tranquillizzata che i dolori provati erano conseguenza di una ‘purificazione spirituale’, da curare con meditazione e tisane. Dopo un anno e mezzo era stata ricoverata all’ospedale San Martino per una gravissima forma di melanoma, ormai in metastasi. Purtroppo non c’era più nulla da fare. 

In primo grado erano arrivate le condanne per omicidio colposo a tre anni e quattro mesi per il ‘santone’ del centro olistico Paolo Bendinelli e del medico bresciano Paolo Oneda. A inizio luglio è iniziato il processo di appello, che proseguirà a novembre con la seconda udienza.

Prosegue la battaglia della sorella di Roberta, Rita Repetto, che ha organizzato una campagna social, attraverso un flash mob virtuale, che consiste nel farsi un selfie con un cartello, riportante lo slogan “Giustizia per Roberta”. Continuano a crescere le persone che stanno aderendo all’iniziativa.

Libri e incontri, al via al Genova BookPop Festival

Da oggi – mercoledì 18 – e fino a domenica 22 ottobre 2023 nel capoluogo ligure il Genova BookPop Festival, una manifestazione, ideata dal blog Themeltinpop con la scrittrice Sara Rattaro e creata in collaborazione con l’associazione culturale CDM Lab Le Azioni Buone.

Una cinque giorni ricca di appuntamenti: autori, editori, giornalisti, docenti di scrittura creativa e di lettura espressiva, ospitati all’interno della manifestazione con l’intento di offrire alla città, riconosciuta Capitale del Libro 2023 dal Ministero della Cultura, un evento interamente dedicato ai libri e ai lettori.

Genova BookPop Festival sarà una rassegna culturale con un programma ricco di incontri, dibattiti, workshop e momenti di convivialità. Uno spazio aperto alla condivisione, un’occasione per incontrarsi, stare insieme, conoscersi nel cuore della città. Tre luoghi di grande fascino faranno da cornice all’evento: il centro storico con la Galleria d’Arte Studio Rossetti – dove oggi ci sarà la giornata inaugurale – lo spazio dei Giardini Luzzati e Palazzo Ducale con le Cisterne del Ducale.

Ai microfoni di Radio Babboleo la scrittrice e organizzatrice del Genova BookPop Festival Sara Rattaro

Da broker ad artista contemporaneo, la storia di Alessandro Piano

Alessandro Piano è un artista italiano contemporaneo, che celebra e immortala i giochi dei bambini degli anni ’80 attraverso il suo lavoro. L’artista crede che i giochi, pur rappresentando una piccola parte della storia, abbiano ancora il potere di ricordarci la nostra infanzia, che considera uno dei momenti più belli della propria vita.

“Sono un ingegnere chimico, che fa da 20 anni il broker di cacao, poi negli ultimi anni ho avuto modo, forse anche grazie al covid – dichiara Piano – di pensare a cosa mi rendesse veramente felice, e mi sono buttato nel mondo della PopArt“.

La prima scultura Alter Ego è stata creata nell’aprile 2019 e da allora Piano non si è più fermato realizzando anche lampade, stampe incisioni su metallo, stampe, tele, dibond e molto altro che sottolineano l’amore dell’artista per la PopArt a 360 gradi.

“Ho la fortuna di avere una moglie innamorata di arte contemporanea – continua l’artista – Ho visitato tante mostre e sono stato influenzato dal mondo delle inclusioni, e in generale, da tutto il mondo della PopArt. Realizzo inclusioni all’interno di sculture in resina, che rimandano agli anni 80. La mia idea è quella di rendere immortali i nostri giochi”.

Una consegna speciale per l’artista genovese Alessandro Piano che ha voluto, attraverso le sue opere, celebrare “I gemelli del Gol”. Ha consegnato personalmente a Roberto Mancini la sua Alter Ego Oscar Blue, inconfondibile omaggio a Mancini per la maglia numero dieci dipinta sul retro. Piano, che celebra imprese sportive attraverso le opere d’arte, ha regalato la statuetta numero uno all’ex capitano della Sampdoria. Questa non è la prima consegna d’onore fatta da Piano, nel maggio 2021 infatti, consegnò a Gianluca Vialli la statuetta numero uno, sempre Alter Oscar Blue, ma con il numero nove sulla schiena.

Tutte le sue opere sono visionabili sul sito www.alepiano.com mentre le opere del collettivo sono disponibili su www.popcornerart.com.

L’intervista integrale ad Alessandro Piano su Radio Babboleo.